mercoledì 19 maggio 2021

GREEN EGGS FLORENTINE


Se qualcuno dice "Uova", io rispondo "Presente!". 
Non c'è alimento come le uova a cui io riesca a resistere. 
E' il mio cibo rifugio, il mio pranzo veloce, la colazione preferita quando viaggio. 
Conservo gelosamente il ricordo di un fantastico Egg Benedict mangiato a Brooklyn esattamente due anni fa, che resta al momento al top delle mie preferenze "uovesche". 
Si, perché l'uovo mi piace in tutti i modi (tranne strapazzato nel pomodoro - orrore), ma con tuorlo bavoso di più!  
Ecco il perché della scelta di questa ricetta. 
L'uovo, la salsa, lo spinacio! Non chiedo altro se non del pane morbido (tanto) con cui spazzolare il tutto. 

Ingredienti per 4 
120 g di burro non salato 
2 tuorli 
120 g di spinacini in foglie + extra per servire
80 ml di aceto 
8 uova 
4 English Muffin dimezzati e tostati (io li ho fatti in casa) 
1/4 di cucchiaino di paprika
spicchi di limone per servire 

Riduzione di aceto per uso quotidiano (250 ml) 
500 ml di aceto di vino bianco 
gambi di un ciuffetto di aneto (tenete le foglie per un altro uso) 
2 foglie di alloro 
6 chiodi di garofano 
1 cucchiaino di pepe nero in grani 
1 cucchiaino di semi di finocchio 

Preparate la riduzione di aceto. 
Mettete tutti gli ingredienti in una casseruola su fuoco medio per 10 minuti fino a che non si sia ridotto alla metà. Rimuovete l'aneto e tenete da parte 2 cucchiai del liquido. 
Versate il resto del liquido caldo, in u barattolo pulito, sigillate e conservate in una luogo fresco e al buio. Vi durerà per 6 mesi se non lo aprite. In quel caso conservatelo in frigo ed usatelo entro 1 o 2 mesi. 

Sciogliete il burro in una padella di ferro. Contemporaneamente versate i tuorli in un blender e montanteli con i due cucchiai di riduzione d'aceto sino a che non avrete una crema pallida. 
Con il blender in funzione, versate il burro caldo a filo, lentamente e senza interrompere fino a che non otterrete una spessa salsa chiara. 
Il burro dovrà essere caldo per tutto il periodo in modo da cuocere i tuorli (alternativamente mettete gli ingredienti in una padella a fondo spesso su fiamma dolcissima e mescolate senza sosta fino a che la salsa non si addensa). 
Quando il burro è stato incorporato, saltate le foglie di spinaci nella stessa padella per uno o due minuti, quindi aggiungetele al blender e lasciate lì sino a quando necessario. Gli spinaci bollenti terranno la salsa olandese al caldo. 
Per le uova in camicia, riempite a metà una casseruola con acqua e portate a bollore. 
Riducete la fiamma al minimo. 
Aggiungete due cucchiai di aceto all'acqua che bolle. Lavorando velocemente, mescolate l'acqau con un cucchiaio di legno per creare un vortice. Rompete due uova alla volta in una piccola ciotola e versatevi sopra altri 2 cucchiaini di aceto. 
Versate con dolcezza le uova al centro del vortice e ripetete con altre 2 uova ed altri 2 cucchiaini di aceto. 
Cuocete per 3 minuti c.ca, fino a che i bianchi non saranno opachi. 
Rimuovete con una schiumarola e tenete da parte a scolare. 
Cuocete le restanti uova alla stessa maniera. 
Mentre le uova cuociono, frullate gli spinaci nella salsa olandese fino a che non sia verde e spessa. 
Mettete un uovo su ogni metà dei muffin e coprite con la salsa olandese. Cospargete di paprica e sale, altri spinaci se volete e servite con spicchi di limone. 

CONSIGLI: L'acidità dell'aceto nell'acqua, aiuterà gli albumi a coagulare. Non sciupate dell'ottimo aceto per questa operazione, ma usatene uno comune, possibilmente chiaro come aceto di mele o di sidro oppure succo di limone. 

Una scorciatoia per la preparazione della salsa olandese, invece di utilizzare la riduzione di aceto, potete aggiungere aceto bianco ed un po' dell'acqua di cottura delle uova. 

Con la salsa che vi avanza, potrete trasformarla da olandese a bernese aggiungendo un po' di dragoncello, cerfoglio e scalogno finemente tritato. 

NOTE PERSONALI

  • Che vi devo dire. La ricetta è un po' laboriosa perché gli elementi da comporre sono diversi, ma non per questo difficile. Sono partita dalla questione English Muffin, che qui non si trovano, quindi me li sono fatti da soli con una fantastica ricetta che ormai è l'unica che uso. Fatti e congelati, li ho pronti quando voglio. Dovrei pubblicarla sul blog e forse presto lo farò. 
  • La preparazione della salsa olandese è semplice. Mentre montavo le uova con il burro, ho avuto il dubbio che i tuorli fossero troppi perché la salsa si addensava ma non quanto avevo previsto. In più anche quando ho aggiunto gli spinaci la salsa ha preso colore ma non corpo. La realtà è che il tutto era molto caldo ed il burro conferisce corpo alla salsa soltanto con il raffreddamento. Ho lasciato riposare la salsa mentre preparavo le uova. Al momento di servirla, era perfetta. Con il senno di poi, avrei dovuto utilizzare il minipimer per frullare gli spinaci, ma ormai la salsa era nel blender e le foglie degli spinaci hanno conservato delle minuscole particelle invece di fondersi completamente con la salsa. 
  • Uova pochée: fanno paura a tutti.  Ero pronta a sprecarne almeno sei. Sono stata fortunata o l'uso dell'aceto, che già praticavo, mi ha premiata perché mi sono venute alla prima. Cottura perfetta e cuore fondente.  Bisogna ricordare che il vortice nell'acqua deve essere un vortice vero. Mescolare veloce e a lungo con energia cercando di non scottarsi, altrimenti l'acqua si ferma subito e addio camicia. 
  • Non mi dilungo oltre perché la ricetta è ben spiegata, buonissima e pure chic che non guasta mai! 
PROMOSSA! 




13 commenti:

  1. Fatte così le uova sono anche molto belle da vedere! Da me gli English muffins si trovano al super e li compro sempre, quindi per me sarà meno laborioso...perché non vedo l’ora di provare quella salsa olandese verde, ben sapendo che la adorerò 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo immaginavo ed infatti invidio un po'il bacino internazionale a cui puoi attingere. Però il resto della ricetta è piuttosto veloce ed il risultato assolutamente da provare. Fantastiche.

      Elimina
  2. Uova meravigliose, mi hanno ingolosita davvero tanto.
    Interessantissima la riduzione di aceto, per dare un tocco in più alle insalate.
    Favolosa la salsa olandese agli spinaci (e a me piace anche così, con i frammenti di foglie di spinaci visibili).
    Trenta, lode e bacio accademico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi la riduzione di aceto si fa in un battibaleno. Io pensavo di dover cuocere chissà quanto. La salsa olandese agli spinaci è una figata pazzesca. Voglio solo dimenticare che è fatta con una dose di burro incommentabile ahahahaha

      Elimina
  3. Anche io sono un goloso di uova che non possono mai mancare a casa mia. Le mangerei costantemente, dall'alba a mezzanotte... qualcuno mi ha detto che fanno molto male al fegato... poi invece in un glorioso programma televisivo, un esperto ha ribaltato questa teoria... e allora sono tornato all'attacco! Io ho - come te - l'esperienza indimenticabile di Egg Benedicts a Montréal...perciò facciamo un inno alle uova e alla tua spiegazione sopraffina. Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho sentito questa cosa che le uova non sono questo dramma che tutti ci hanno propinato per una vita. E meno male perché io confesso che ne mangio almeno due o 3 a settimana, illudendomi che il pranzo sia leggero ahahaha. Un bacione carissimo.

      Elimina
  4. Bellissime e sicuramente buonissime. Cosa si può volere di più?
    Grazie Patty, un piatto favoloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente...io sarei felice se me le facessero tutte le mattine ahahahah

      Elimina
  5. Patty, ma sai cosa mi ha ricordato la tua ricetta? L'American Breakfast dell'MTChallege.
    Avevo preparato le Eggs Benedict con gli English Muffin, serviti con uno zabaione agli spinaci. Mi erano piaciute tantissimo, e mi piaceranno altrettanto anche queste. ne sono certa :)D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Benedict, Dio le Benedica per dire ahahaha.
      Quella sfida dell'MTC ancora me la ricordi :D Che tempi!

      Elimina
  6. Come te, amo le uova e lavorando in un country club mi son pure sacrificata a farmi una cultura sulle varianti delle uova alla Benedict. Royal e Florentine sono le più gettonate (noi ne avevamo inventato un'altra, con l'avocado e la salsa al Tabasco), ma questa versione è infinitamente più elegante e meno pericolosa da mangiare- iniziare la giornata con il sorriso verde di spinaci è fra le cose che più temo :) splendida, davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco cosa mi ricordava... stavo rispondendo alla Patti e pensavo che avevo già visto questa cosa :)

      Elimina
    2. ahahahaha...qui il sorriso di spinaci non è contemplato. Solo che va ricordato che la salsa è a base di burro, perché io a forza di spalmarla sul pane ho dato una botta al colesterolo che levati! ahahaha

      Elimina