martedì 23 ottobre 2018

MARMALADE MEATBALLS WITH CIDER VINEGAR GLAZE




Prima che saltiate sulla sedia.
Prima che chiudiate questa pagina.
Prima di ogni espressione di disgusto.
Della mia precedente ricetta provata per il libro del mese avevo detto che stava tutto nel titolo.
Qui, al contrario, è proprio il titolo che dovete superare.
Perchè se dico solo "polpette con la marmellata di arancia" probabilmente evoco in qualunque lettore quella serie di luoghi comuni poco edificanti sulla cucina americana, spesso vista come accozzaglia di sapori ben lontani da ciò a cui siamo abituati.
Un'americanata non è un considerata un complimento.
Ma la cucina americana, come tutte lasciatemelo dire, molto dipende da chi la prepara.
E soprattutto c'è una cucina americana autentica, vera, che va conosciuta ed apprezzata al di là dei luoghi comuni di cui sopra e che non è quella dei fast food a buon mercato dove si precipitano la maggior parte dei turisti improvvisati che poi vengono a riferire oddio ma non sai che ci mettono sulla pizza e banalità del genere.
Mi sono strozzata roba immangiabile, nel mio Paese d'origine, preparata da miei connazionali.
E non siamo convinti di essere il Paese in cui si mangia meglio al mondo?
Insomma, non fermatevi alla marmellata.
Che è un'idea, un profumo, un'astuzia.
Mescolata all'aceto di mele ed alla salsa di soia diventa una glassa delicata, dalla quale le polpette sono velate e non sopraffatte, esaltate e non coperte.
Assolutamente indispensabile non saltare alcun ingrediente, all spice compreso, perchè non si otterebbe la stessa complessità di aromi.
L'autrice dice che queste polpette non sono solo semplicissime da preparare, ma universalmente acclamate nel momento in cui le servite: da adulti, bambini e ...foodie, raffinati esperti di cibo o sedicenti tali, e con il potere di riportarvi indietro nel tempo a certi buffet degli anni '50.
Provare per credere, come diceva una pubblicità.
E lasciate perdere che vi venga detto da chi ha mangiato patate dolci gratinate col marshmallow per ogni Thanksgiving, negli ultimi anni ;)



MARMALADE MEATBALLS  WITH CIDER VINEGAR GLAZE
per 3/4 porzioni

circa mezzo kg di manzo macinato, non troppo magro
25 g di panko
4 filetti di acciuga sott'olio, tritati
2 cipollotti, sia la parte verde che la bianca, tritati
un uovo, leggermente battuto
un cucchiaino di sale
uno spicchio d'aglio, grattugiato su una grattugia Microplane o tritato
un cucchiaino di zenzero fresco tritato
la punta di un cucchiaino di pepe nero macinato al momento
un pizzico di all spice (pimento, pepe garofanato)
110 g di marmellata d'arancia (se ha pezzi molto grossi meglio tritarli),
un cucchiaio di aceto di mele
un cucchiaio di salsa di soia
1/4 di cucchiaino di peperoncino secco
erba cipollina, per guarnire (facoltativa)


-Sistemare una delle grate del forno almeno almeno dieci centimetri dalla fonte di calore ed accendere il grill.

- In una ciotola capiente mescolare la carne, il panko, le acciughe, i cipollotti, l'uovo, il sale, l'aglio, lo zenzero, il pepe e l'all spice amalgamando bene.

- Formare con il composto delle polpette da circa tre centimetri l'una. A questo punto possono essere messe in frigo, coperte, anche per una notte, invece che essere subito cotte.

- Sistemare le polpette su una teglia a circa almeno due centimetri l'una dall'altra e cuocere sotto il grill finchè saranno dorate e cotte anche all'interno, 5 o 7 minuti.

- Nel frattempo mettere in un pentolino la marmellata, la salsa di soia, l'aceto, il peperoncino e portare il tutto a leggera ebollizione.

- Appena le polpette saranno cotte spennellarle con la glassa preparate e rimetterle sotto il grill finchè la glassa farà le bolle sembrando quasi caramellata, ci vorranno due minuti al massimo.
Servire subito, volendo spolverizzandole con erba cipollina.

NOTE

- premettendo che di solito trovo le polpette classiche una preparazione molto banale (mi perdoneranno i tanti estimatori), queste non lo sono di certo: tra la glassa ma soprattutto gli aromi aggiunti alla carne diventa un piatto da poter tranquillamente offrire.
Impagabile l'aggiunta delle acciuge, che non vi venga in mente di ometterle anche se non vi piacciono: non si sentono e regalano una sapidità particolare.

- la carne: in questo gli americani ci capiscono parecchio più di noi. Quindi non comprate il macinato super magro, ma fidatevi di Melissa Clark che suggerisce una ratio di 80/20 come percentuale di grasso. Ne guadagnerà il sapore.

- la cottura: mai cotto polpette al forno, prima, ma così ho fatto. Sono venute benissimo e trovo sia comunque la cottura indispensabile vista la presenza della glassa.

- da quando ho tirato fuori la ciotola per prepararle al momento in cui sono entrate in forno sono passati si e no 10 minuti. Possono anche essere preparate in anticipo, cotte e lasciate senza glassa per poi procedere all'ultima operazione quando dovrete servirle.

-di che sanno? non certo di polpette con la marmellata :) carne saporita e una glassa agrodolce delicata anche perchè ne va un velo. Raffinate.

- l'augusto consorte, del quale terribilmente temevo il giudizio stavolta, ne ha mangiate due. Poi altre tre. Poi un'ultima perchè non capiva di che sapessero. Per poi ammettere, vinto, che fossero buonissime nonostante non fossero le classiche, al sugo, da lui tanto amate ;)

insomma, ovvio che la ricetta sia stata 
 PROMOSSA (e già riproposta ;)

39 commenti:

  1. Polpette "mare&monti" ...doppio uau. Poi come lo dici tu, nessuno mai. Credo ci abbia convinti tutti la Clark, o forse Stefi, ci hai straconvinti tu ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahahha in ogni caso, convinciti da sola con l'assaggio...funziona meglio ;)

      Elimina
  2. Nel mio caso, avresti potuto saltare direttamente alla ricetta :) il titolo basta e avanza... E te lo ricordi, il.meatball della Marthissima? Quello.aveva anche la variante con la confettura di pesche... God bless America, altro che!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello avevo in mente appena ho visto la ricetta. Unico polpettone che divoro anche io, tra l'altro.

      Elimina
  3. Chi l'avrebbe mai detto????
    Io sicuramente no!!
    Detesto la marmellata di arance nonostante le adori crude.
    Sono quasi certa che mi farai ricredere sull'utilizzo di questa marmellata. ..
    Nel tempo ho capito che l'Auguste Consorte raramente sbaglia sul giudizio dei piatti 😂😂

    RispondiElimina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche per me è grande amore per questa marmellata a meno che non sia in qualche dolce. E ora in queste polpette: vedrai!

      Elimina
  4. Senti, dopo che ho provato il polpettone della Martha, glassato con ketchup, brown sugar e varie altre amenità, e che la famiglia continua a richiedermi a gran voce, non mi lascio certo spaventare da polpette con la marmellata, anzi, ti dirò, secondo me queste sono mille volte più stilose dell'american loaf della mia Marthona preferita.
    Grazie per averle tirate fuori dal cappello!
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E solo ora leggo il commento di Alessandra....:D

      Elimina
    2. Infatti come ho scritto anche a lei mi è venuto subito in mente quello!!! Vedrai, se la battono ad armi pari.

      Elimina
  5. Io amo le polpette in tutti i modi, e queste mi stuzzicano in maniera particolare.
    Traduzione: le DEVO fare.
    Tu sei fantastica sempre, dall'introduzione alle osservazioni finali, e je t'adore.
    Ma questo lo sapevi già, vero? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sai quanto valga per me un tuo complimento? ;) e by the way, falle!

      Elimina
  6. questa ricetta l'avevo adocchiata io, a suo tempo, perché una delle poche in cui gli zuccheri fanno capolino nel libro della Melissina americana... e siccome io sono sugar-addicted, questa polpetta fará parte dei miei menu futuri (magari senza dire che c'é la marmellata.... solo per lasciare tutti a bocca aperta!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una splendida sorpresa, vedrai. E no, non dire nulla prima che assaggino...

      Elimina
  7. Io che sono un 'estimatrice delle polpette Ikea mangiate con la marmellata di bacche rosse Ikea (non mi ricordo il nome della marmellata :-D )non posso non provare questa meraviglia. Non rivelerò nulla alla family se non dopo l'assaggio ihihhihih!
    La premessa che hai scritto è F A N T A S T I C A!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Fa sempre piacere sapere che qualcuno in effetti la legga :D :D :D

      Elimina
    2. Criss, é forse la marmellata di lingonberries ?

      Elimina
  8. C'erano tutti gli ingredienti in casa e, non avendo avuto alcun dubbio sulla bontà di questi meatballs, ho replicato al volo con metà dose; eravamo in due e di 24 polpettine ne son rimaste 3. Squisite, grazie! Credo proprio che acquisterò il libro per cambiare i giochi ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, che dire, a te la palma del più rapido! Mi fa veramente piacere, poi hai visto che velocità a realizzarle?

      Elimina
    2. Già, ho preso la palla al balzo :)

      Elimina
  9. Meravigliosa ricetta ma scusa l'ignoranza, cos'è il panko?
    Grazie mille, Rosanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pangrattato giapponese. Si trova ormai con facilità anche nei supermercati italiani ;)

      Elimina
    2. Grazie mille, andrò alla ricerca :)

      Elimina
  10. Dopo I biscotti alla maionese... Proveremo anche le polpette alla marmellata
    🤣🤣😋😋

    RispondiElimina
  11. Cara Stefy la prima ricetta che ho fatto dal tuo blog son stati i biscotti con la maionese e fu amore a prima vista non solo per la ricetta ma anche per la blogger, ora cosa vuoi che sia per me preparare le polpette con la marmellata? 😜😋😍
    Non ho provato il polpettone della Martha e adesso andrò a cercarlo, ma invece ho apprezzato quello glassato con il ketchup quindi non mi resta che cimentarmi anche in quest'ultima ricetta, sono stra-curiosa.
    Grazie Stefy tu per me sei sempre una garanzia 😍🙏💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed allora le stranezze ti fanno un baffo, vedrai che buone!

      Elimina
  12. Scusami anche io ignoravo cosa fosse il panko (ma ho imparato una cosa nuova!). In cosa differisce dal comunque pangrattato? Qualora non trovassi quello giapponese potrei sostituirlo? Mi piace moltissimo questa ricetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'proprio diversa la consistenza, molto più aerata e leggera. In Italia lo aveva la Coop, l'Esselunga ed anche il Carrefour e si trova facilmente anche on line. Fa la differenza in molte preparazioni, prova a cercarlo ;)

      Elimina
    2. Ok, allora lo cerco assolutamente! Grazie!!

      Elimina
  13. Manca solo forse la temperatura del forno o forse non l'ho vista io? Le sto mettendo adesso sulla teglia, vado con il classico 180 gradi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non manca nulla: la ricetta dice di accendere il grill del forno, non di regolarlo ad una data temperatura. Sono arrostite sotto il grill ;) ciao!

      Elimina
  14. Queste polpette facevano gola a tanti nel gruppo 😁 Adesso, grazie a te, le preparerò a colpo sicuro!
    Stefi, sono con la salvazione a mille: grazie 😊 😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordo bene eheheheheh qualcuno doveva quindi sacrificarsi per tutti :D

      Elimina
  15. Gli ingredienti sono già nel mio carrello di online groceries! Anch’io sono stata conquistata dalla premessa e ho raccomandato al mio, di consorte, di leggerla prima di darmi un parere sulla ricetta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi la mia arringa ha convinto la giuria??? :D

      Elimina
    2. Assolutamente! Entrambi non vediamo l’ora di provarla!

      Elimina