mercoledì 17 ottobre 2018

GREEN EGGS, NO HAM (Baked Runny Eggs with Spinach, Leeks, and Feta)

A pranzo sono sempre sola.
Spesso non ho neanche voglia di mettermi ai fornelli, ma quando non sono troppo presa dal lavoro e dalla moltitudine di pensieri che finiscono per farmi alimentare con una ciotola di insalata tirata fuori da una busta, il mio rifugio di gola, ma anche di conforto e felicità, sono sempre loro, le uova.
Non la pasta, non il formaggio (che cerco di non tenere più in frigo perché so che fine fa - ovvero latitudini fianchinatichecosce), ma loro, le rassicuranti uova.
Ne ho sempre almeno un cartone da 10, grandi possibilmente, perché non si sa mai.
Se non le mangio nei mille modi che preferisco, mi servono per qualche ricetta che forse vorrei fare.
E quel forse dice tutto.
Quindi mi pare giusto dare onore ad un ingrediente "rifugio" di molti di noi, stanchi di cucinare sempre e comunque.
Uova e verdure.
E quella follia piccante e fresca che ci ha messo dentro la nostra Melissa Clark.
Ingredienti per 4 persone
25 minuti di preparazione 

3 cucchiai di burro non salato
2 porri (le parti bianche e verdi) finemente affettati
2 Jalapenos, tagliati a pezzetti e con i semi
2 spicchi d'aglio finemente tritati
280 g di spinacini (io ho usato spinaci normali ma molto teneri)
30/40 g di coriandolo fresco tritato grossolanamente + extra se necessario
1/4 di cucchiaino di sale + extra se necessario
115 g di feta sbriciolata
6 uova grandi
salsa piccante se gradita
pepe nero di Aleppo macinato, se gradito (optional)

  1. Scaldate il forno a 190°.
  2. Sciogliete il burro in una padella di ferro adatta la forno di 25 cm di diametro, a temperatura medio alta. Aggiungete i porri, gli jalapenos e l'aglio. Cuocete, mescolando, fino a che tutti gli ingredienti siano morbidi, c.ca 5 minuti. Aggiungete gli spinaci, una manciata alla volta, e cuocete fino a che non siano quasi appassiti, per c.ca 2 minuti. Quindi aggiungete il coriandolo ed aggiustate con il sale. Una volta che tutte le verdure saranno passite, aggiungete 250 ml di acqua e 88 g di feta. Mescolate fino a che il formaggio non si sia quasi sciolto. 
  3. Rompete con attenzione le uova sulla superficie delle verdure ed aggiustate di sale. Trasferite la padella nel forno e cuocete fino a che le uova non saranno quasi opache ma ancora tremolanti, dai 7 ai 10 minuti. 
  4. Rimuovete la padella dal forno. Rifinite il tutto con la feta rimasta e con il coriandolo. Cospargete di salsa piccante a piacere e con il pepe di Aleppo se lo userete. 

NOTE PERSONALI:

  • 25 minuti di preparazione. Dicono tutto. Il tempo più lungo è per lavare gli spinaci, cosa per lo più detestabile perché richiede pazienza e moltissima acqua se come me li comprate dal contadino. Ma il count down parte dal momento in cui si butta tutto in padella, quindi non vale. E' davvero velocissima perché le verdure si cuociono in fretta e senza difficoltà. 
  • Premetto che non ho cucinato per 4 persone ovviamente. Non avendo uno "skillet", ovvero la padella di ferro perfetta per il forno (e mio ultimo sogno proibito visto che quella che avevo l'ho regalata a Biagio!) ho cotto le verdure in una padella a parte ed ho poi sistemato tutto in due stampi di ferro da forno, in cui ho versato un filo d'olio. Al momento di rompere le uova, uno si è spatasciato, con buona pace delle millemila maledizioni uscite dalla mia bocca. 
  • Come probabilmente già si è avuto modo di apprezzare in post precedenti, Starbooks è un covo di Cilantro haters, quindi il coriandolo non ha accesso alla mia cucina se non secco nei suoi semi, ed è stato sostituito con italianissimo prezzemolo. Lo jalapeno invece, per motivi di allergia personale al peperoncino, compare in foto (e non è Jalapeno ma peperoncino verde delle nostre terre), sostituito da ottimo pepe nero in quantità. 
  • La feta è la raison d'etre di questo piatto, che grazie alla sua acidità ma anche alla capacità di fondere senza rilasciare acqua, trasforma l'insieme in una delizia senza fine. Tra l'altro abbatte decisamente l'effetto "allappante" degli spinaci freschi, conferendo una decisa morbidezza.
  • Purtroppo nel tempo in cui ho fatto le foto, le uova hanno continuato a cuocere visto il calore mantenuto dagli stampi, ma il tuorlo è rimasto bello liquido. I tempi di cottura sono perfetti! 
  • E' decisamente chiaro che mi sia mangiata da sola entrambe le porzioni e che la ricetta sia, con mia gioia
PROMOSSA IN PIENO.