mercoledì 12 febbraio 2020

CHOCOLATE OLIVE OIL AND ROSEMARY COOKIES WITH ALMONDS






In un libro dedicato al cioccolato, non poteva certo mancare una ricetta di cookies. E io, da brava amante del genere, non ho saputo resistere.
Adoro i cookies perché sono burrosi, ciccionissimi, roba che dopo averne mangiato uno devi farti minimo due ore di palestra pesante, per smaltirli, ma lo fai con gioia. La ricetta dei cookies proposta da Sue Quinn, però, non contiene neanche un grammo di burro. Ovviamente sono partita scettica, soprattutto dopo le ultime delusioni vissute con il libro del mese scorso.
 Mi aspettavo un biscotto buono, okay, ma niente di che. Insomma, che cosa potevo mai aspettarmi da un biscotto a base di olio di oliva, senza il mio amato burro, che rende tutto più buono?



CHOCOLATE OLIVE OIL AND ROSEMARY COOKIES WITH ALMONDS

Ingredienti (per 18 biscotti):
140 g di farina 00
20 g di cacao in polvere
1 cucchiaino di rosmarino tritato molto finemente
1/4 di cucchiaino di bicarbonato
1/4 di cucchiaino di sale
60 ml di olio extravergine di oliva
120 g di zucchero di canna chiaro
1 uovo grande
120 g di cioccolato fondente (al 60-70%) tritato grossolanamente
20 g di mandorle pelate e tritate grossolanamente
 
 
Preriscaldate il forno a 180 gradi e rivestite di carta forno una o due teglie.
Mescolate in una ciotola la farina, il cacao, il rosmarino, il bicarbonato e il sale.
Montate le uova con l'olio e lo zucchero utilizzando le fruste (io ho lavorato in planetaria). Cercate di incorporare più aria possibile lavorando l'impasto per almeno cinque minuti. Incorporate anche la farina e metà del cioccolato. Mettete l'impasto in frigo e fate riposare per un'ora.
Prelevate dei pezzi di impasto della grandezza di una grossa noce e formate delle palline lavorando con le mani umide, poiché l'impasto sarà leggermente appiccicoso. Disponetele sulle teglie distanziandole circa 5 cm l'una dall'altra, quindi appiattitele fino a ottenere dei dischetti di circa 6 cm di diametro. Completate aggiungendo sulla superficie dei biscotti il cioccolato rimasto e le mandorle.
Cuocete i biscotti in forno caldo per 12 minuti. Sfornate i biscotti e fateli raffreddare in teglia prima di trasferirli su una gratella per dolci.
 
 
NOTE

- Lo dico subito, a scanso di equivoci. Questi biscotti sono PAZZESCHI. Non vi aspettate il "solito" cookie. No, no. La consistenza è - per forza di cose, visto che non c'è burro - leggermente diversa. I biscotti, infatti, risultano croccantini fuori e friabili dentro, non chewy, come sono spesso i classici cookies, ma comunque perfetti.
 
- Definire questi biscotti cioccolatosi sarebbe un eufemismo. Un consiglio? Usate un cioccolato tagliato molto grossolanamente. Addentare un biscotto e trovare il pezzettone di cioccolato è una goduria pazzesca. A tal proposito, la quantità di cioccolato indicata potrebbe sembrare eccessiva, ma non lo è. I biscotti in cottura si allargano abbastanza, quindi distribuitelo tutto, anche se vi sembra troppo.
 
- Non abbiate paura di utilizzare il rosmarino. Io ammetto di averne usato un cucchiaino scarso. Avevo paura che andasse a sovrastare il resto, perciò mi sono tenuta un po', ma me ne sono pentita poi. Il rosmarino, unito all'aroma delicato dell'olio extravergine, dà quel quid in più che rende questi biscotti speciali.
 
- I biscotti si conservano in una scatola di latta per qualche giorno (meno dei classici cookies al burro).
 
- Un unico appunto, giusto per fare la rompiscatole... accendere il forno mentre si impastano i biscotti è veramente eccessivo, considerato che poi serve il riposo in frigo. Potete benissimo accenderlo 10 minuti prima di riprendere l'impasto.
 
 

Mi sembra comunque scontato dire che la ricetta è

PROMOSSA CON LODE
 
Alessandra Corona - La Cucina di zia Ale 
 

14 commenti:

  1. Con le mie siepi di rosmarino, potrei produrne in gran quantità!!!saranno copiatissimi, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sììì! Poi mi dirai. Io li ho adorati!
      Grazie a te :)

      Elimina
  2. Ma lo sai che questa cosa del forno acceso alla prima riga di ogni ricetta è assurda, in alcune secondo loro dovrebbe passare che so un’ora prima di utilizzarlo, non pagheranno la corrente 😆 invece I biscotti hanno una faccia stupenda. Ritengo il burro ingrediente SACRO nei biscotti ma il tuo entusiasmo visto che abbiamo gusti comuni mi fa capire che devo provarli! Grazie Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, questa cosa del forno mi lascia spesso interdetta XD
      E comunque Stefi, lo sai, appunto, quanto io ami il burro... eppure qui non se ne sente la mancanza. E MAI avrei pensato di dirlo.
      Grazie :-*

      Elimina
  3. Ale, ero quasi lí lí per scegliere questa ricetta che supponevo essere veramente maravigliosa. Mia mamma mi ha dato per Natale del rosmarino freschissimo tritato molto finemente, come da testo. Ergo, faró questa ricetta quanto prima. E poi preriscaldo il forno a 180 gradi... hahahahahaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaa XD
      Provali e vedrai che i tuoi studenti e colleghi faranno la fila per assaggiarli ;)

      Elimina
  4. La meraviglia della cioccolata abbinata alle erbe aromatiche l'abbiamo imparata dal magico Paul Young che con timo, rosmarino e cosi via, ci ha fatto davvero sognare.
    Ma credo che continuerò a farlo con questi biscotti che dall'aspetto e dalle tue considerazioni siano davvero da ripetere quanto prima.
    Grazie infinite cara Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, cioccolato ed erbe aromatiche sono il mio nuovo amore <3
      Grazie Patty :-*

      Elimina
  5. Me li immagino: buonissimi!!!!😋
    Il rosmarino lo amo e questa combinazione mi intriga!
    Bellissima anche la foto, che con "noncuranza" riporta gli ingredienti!
    ... e adesso il commento di Patrizia mi incuriosisce e vado a cercare Paul Young... 😉
    Qui non si smette mai di imparare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero buonissimi e particolari, provali! :D

      Elimina
  6. A memoria, credo di non aver mai preparato dei biscotti con l'olio, non so perché, forse non c'è mai stata l'occasione e poi, amo il burro :)D. Il tuo entusiasmo per il risultato ottenuto, e la foto che hai pubblicato, mi hanno fatto venire voglia di rimediare a questa mancanza... grazie Ale!

    RispondiElimina
  7. va beh, devo assolutamente organizzarmi e utilizzare il rosmarino del mio papà!!

    RispondiElimina