venerdì 21 febbraio 2020

PASTA WITH GORGONZOLA, WALNUTS, ROSEMARY AND CHOCOLATE




Sue Quinn, l'autrice di Cocoa, introduce la ricetta di oggi con una considerazione semplice ed efficace: per far comprendere ai lettori che, cucinare piatti salati con il cioccolato, non è una stranezza, anzi! Lei spiega che, molte persone, dimenticano che, la dolcezza del cioccolato, è dovuta esclusivamente all'aggiunta dello zucchero.
I cuochi più fantasiosi, soprattutto in Italia, lo utilizzano come spezia da secoli, anche con la pasta. Il cioccolato (non zuccherato, ovviamente!), dona ai piatti una delicato aroma amaro, che funziona benissimo nelle ricette con il Gorgonzola, la salvia, e le salse a base di burro e Parmigiano. E persino con bacon fritto e porcini... provare per credere!!!
Pasta with Gorgonzola, Walnuts, Rosemary and chocolate
da Cocoa di Sue Quinn

Ingredienti per 2 persone

30 g di noci (al netto del guscio)
220 g di tagliatelle secche (io usato tagliatelle fresche fatte da me)
1 cucchiaio di burro 
2 spicchi d'aglio grandi, tritati finemente
1 cucchiaio di foglie di rosmarino, tritate finemente
80 ml di doppia panna (per me, panna semplice)
3 cucchiai di vino bianco secco
100 g di Gorgonzola a pezzetti, più quello per servire, sempre a pezzetti
40 g di Parmigiano, grattugiato
la scorza di mezzo limone (non trattato), grattugiata finemente
sale e pepe nero fresco, macinato al momento
cioccolato fondente al 100%, da grattugiare, o circa ½ cucchiaino di cocoa nibs (cuore delle fave di cacao), macinate finemente con un macinino per spezie


Preriscaldare il forno a 180°C. Distribuire le noci su un foglio di carta forno, e tostarle per 10 minuti, scuotendo leggermente la carta a metà tempo, finché le noci non saranno leggermente tostate. Tritarle grossolanamente, quando si saranno raffreddate abbastanza da essere ma manipolate.
Mentre le noci sono in forno, preparare la salsa e la pasta. Cuocere le tagliatelle in una padella grande, in acqua bollente salata, per un minuto in meno rispetto alle indicazioni sulla confezione.
Nel frattempo, mettere il burro, l'aglio e il rosmarino in un pentolino e cuocere, su fuoco medio-basso, finché il tutto non sfrigola e si sentirà un delizioso profumo. Fate attenzione a non bruciare l'aglio.
Unire la panna, il vino e 60 ml di acqua di cottura della pasta. Far sobbollire per un minuto circa, poi aggiungere il Gorgonzola e il Parmigiano. Cuocere dolcemente, finché il formaggio non si sarà sciolto. Unire altra acqua di cottura della pasta, se necessario, in modo da ottenere una salsa liquida ma cremosa. Aggiungere la scorza di limone e un buona macinata di pepe nero. Assaggiare e regolare il condimento con sale e pepe a piacere.
Quando la pasta sarà pronta, scolarla leggermente (io ho usato lo scolagnocchi altrimenti potete usare il mestolo per spaghetti, che scola ma non troppo), conservando un po' d'acqua di cottura, e rimetterla nella pentola di cottura. Versare la salsa e mescolare, poi unire la maggior parte delle noci, unendo l'acqua tenuta da parte, se necessario per mantecare.
Servire le tagliatelle con un po' di Gorgonzola, le noci restanti, e una generosa grattata di cioccolato o di cocoa nibs.


Note personali

- ricetta ben spiegata, anche nella mantecatura della pasta, che non sempre troviamo nelle ricette fuori dall'Italia

-  non ho acceso il forno per tostare 30 g di noci, lo trovo uno spreco, almeno nella cucina di casa. Ho tostato le noci in un padellino, controllandole a vista

- non è indicato se il peso delle noci sia da intendersi al netto degli scarti, ma mi è sembrato logico che fosse così, pena ritrovarsi con una quantità non sufficiente ;)

- non essendo specificato se vada utilizzato il Gorgonzola dolce o quello "piccante" ho usato il dolce. Da noi si trovano entrambi praticamente ovunque, in UK non lo so. Il dolce mi sembrava il più adatto con il cioccolato amaro, e a noi è sembrato perfetto così. Ma proverò anche con quello naturale o "piccante".

- ho utilizzato spicchi d'aglio interi, che ho poi si è mangiato mio marito :)

- avevo dubbi sulla presenza della scorza di limone, ma devo ammettere che ci sta magnificamente, perché dona freschezza ad un piatto che è impegnativo per il palato. Anche il rosmarino è stata una piacevole scoperta in questa ricetta

Il risultato finale è stato sorprendente!!! Le tagliatelle preparate con la ricetta della Quinn sono stupende, ricche di sapore ma non stucchevoli, tanto che ne mangeresti un altro piatto subito :) Gli ingredienti sono perfettamente in equilibrio, dosati benissimo.
Il tocco finale del cioccolato è geniale, ed è quello che chiude il cerchio!

Come avrete già capito, la ricetta è:

PROMOSSA CON LODE

15 commenti:

  1. Ommamma!!! A casa siamo in piena fase BLUE -cheese!!!si va di gorgonzola spesso e volentieri. Ma c'è anche la fase DARK chocolate in contemporanea, lo sapevi, per caso? Ora bisognerà celebrare questo matrimonio!!!! Grazie!

    RispondiElimina
  2. Il gorgonzola è il formaggio preferito dal mio augusto consorte, e lo adora come condimento per la pasta...gli farò questa e vediamo che dice 😬 è bellissima Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gorgonzola è anche uno dei miei formaggi preferiti, e in questa pasta l'ho amato ancora di più :)))

      Elimina
  3. è una ricetta speciale veramente! grazie, Ale!!!

    RispondiElimina
  4. Mente leggevo la ricetta, ingoiavo l salivazione esagerata. Arrivata all'aggiunta del limone ho chiuso gli occhi ed ho immaginato la poesia. Credo che l'insieme "caldo" del gorgonzola compensato con i cioccolato grattugiato necessiti di una spinta fresca ed acida e quella è la soluzione perfetta. Ho una voglia matta di provarla, sembra assolutamente fantastica! Grazie Ale per averla pescata da mucchio!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'armonia degli ingredienti utilizzati in questa ricetta mi ha sorpreso. Riguardo al limone, è veramente la soluzione perfetta!
      Un bacione

      Elimina
  5. Avevo notato con sommo piacere che il libro contempla una sezione di ricette salate, e sono felice che tu abbia provato questa!
    Avendo già assaggiato il pesto al basilico e cioccolato di Paul A. Young, che tra gli ingredienti contempla la scorza di limone, sapevo già che l'abbinamento è azzeccato. Non mi resta che provarla... quando la psicosi da coronavirus sarà terminata, e tornerò a trovare gli ingredienti al supermercato!
    Grazie Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mapi, per me è stata una scoperta deliziosa, ma ora che ho scoperto quanto stiano bene insieme questi ingredienti, non li mollerò più :)
      P.S. A proposito di psicosi da Coronavirus, ieri, durante la pausa pranzo, sono andata in un minimarket vicino al lavoro (zona Moscova) che non era stato assalito...

      Elimina
    2. Ieri sera sono andata a fare la spesa, domandandomi se avrei trovato qualcosa sugli scaffali. Erano pieni, perché quelli che hanno fatto le scorte da guerra termonucleare oramai hanno le dispense piene e non interferiscono più.
      E quindi oggi, a pranzo (perfette anche per un venerdì di Quaresima), farò proprio queste tagliatelle. E se riesco a resistere, le fotografo per il prossimo Redone. :-)
      Un abbraccio e grazie!

      Elimina
    3. Ma dai, che bello! Sono curiosa di sapere sapere cosa ne pensi... Noi le abbiamo adorate e le rifarò presto!
      Un bacione, cara Mapi😘

      Elimina
  6. Ma come si fa a pensare di mettere il cioccolato alle tagliatelle??! Eppure sembra che funzioni e non mi resta che provare!!! Bella l'esecuzione e una foto che ingolosisce. 😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se ci pensi, tempo fa, andavano di moda le tagliatelle con il cacao nell'impasto ;) Io ogni tanto le preparo ancora!

      Elimina