lunedì 3 marzo 2014

LO STARBOOK di MARZO E'....


Elenco dei motivi per cui Martha Stewart sta antipatica a mezzo mondo:

1. perchè è ricca da far schifo
2. perchè è troppo finta
3. perchè è simpatica come la sabbia nelle mutande
4. perchè fa ricette banali e già viste (specie sul suo blog)

Repliche della metà del mondo per cui Martha Stewart è un mito:
1. patiteci
2. vorrei il nome del suo chirurgo plastico
3. meglio la sabbia, che qualcosa d'altro

E per quanto riguarda il punto 4, la risposta- o meglio: la sfida è tutta nello Starbook del mese di marzo, dedicata all'ultima fatica libresca della Martha planetaria, che dopo i biscotti, le cupcakes e le "pies and Tartes" affonta un nuovo capitolo della saga dei dolci, con una raccolta di oltre 150 ricette di torte, scelte nella sempre più vasta gamma delle proposte d'Oltreoceano.

Come dire: astenersi puristi.

E cultori della Pasticceria tutta maiuscola, quella sfogliata e burrosa, quella cesellata e perfetta, quella che parte da una selezione accurata di ingredienti e li combina assieme col bilancino del farmacista.
Perchè qui si va a tazze, a cucchiai, a cucchiaini, a glasse preparate con formaggi comprati e a frigoriferi che- orrore degli orrori- sostituiscono il forno, per un capitolo intero.

Ma si va anche a strati soffici, a creme morbide, a impasti fragranti, a frutta fresca, a dolci di casa il cui unico torto, a voler essere sinceri, è quella di essere nati dalla parte sbagliata dell'Oceano, quella a cui gli ostinati Francesi non riconosceranno mai alcun diritto di paternità su un'arte che presuppongono sia di loro esclusiva appartenenza, con buona pace del resto del mondo che, da altrettanto tempo, sforna torte e biscotti e pasticcini, ma tant'è: the French do it better - e chiudiamola lì.

Esattamente come va chiusa lì la questione dell'amore incondizionato delle Starbookers per la Stewart: semmai si volesse discutere la faccenda, potremmo parlare di gradi (dalla simpatia all'adorazione, abbiamo di tutto): ma è fuori di dubbio che i suoi libri rientrino nella lista di quelli che si comprano senza colpo ferire, certi che prima o poi si utilizzeranno e sempre con grande successo, senza eccessivi dispendi di tempo, di energie, di denaro e di tecniche culinarie per affrontare le quali è necessaria una seduta di yoga prima- e uno sciorinar di rosari durante.
Se anche Cakes sarà all'altezza delle nostre aspettative, però, è ancora tutto da dimostrare: le nostre cucine sono in fermento, i nostri neuroni sono in fibrillazione (ach, le conversioni!), le nostre papille sono all'erta, pronte alla missione che, anche nel mese di marzo, ci vede impegnate a provare per voi le ricette di un libro, per verificare sul campo se le lusinghe dei contenuti mantengono fino in fondo ciò che promettono.
E anche per marzo, siamo pronte a partire.
E voi, cosa fate? venite con noi?

A domani, con la prima ricetta
Ale




23 commenti:

  1. Chissà chi sia quella della banda di cui si sospetta l'adorazione a sfiorare idolatria :D ad ognuno i suoi peccati, d'altronde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e chi sarà mai quella che dice "ach, le conversioni"??? ;)

      Elimina
    2. E chi sarà mai quell'altra che dice "ach, le conversioni"...??? Meno male che è operativo il "pronto intervento" culinario :)))

      Elimina
  2. No dico ma in previsione della prova costume voi mi fate questo? e sì, anch'io vorrei conoscere il suo chirurgo plastico e il suo conto in banca.... diavolo di una donna.

    RispondiElimina
  3. chi è senza peccato scagli la prima pietra ...e io , infatti, non la scaglio...:-)

    RispondiElimina
  4. Ogni mese io sono in pena perché so che finirò per innamorarmi del nuovo Starbook.
    Ma questa volta sono andata oltre: questo libro l'ho comprato lo scorso settembre in prevendita :D :D
    Del resto sono in linea con il punto 3-meglio la sabbia nelle mutande, che qualcosa d'altro ;D

    Sarà un mese da sballo!!!!!

    RispondiElimina
  5. Certo che veniamo con voi, la Marta è sempre la Marta!!!! Non vedo l'ora!!!
    Piera

    RispondiElimina
  6. Magari di persona la Marthona di Oltreoceano non è il massimo della simpatia, ma quando io spendo i miei eurini per acquistare un libro di cucina, le mie simpatie vanno tutte all'autore le cui ricette riescono; il resto è invidia.
    Del resto siamo tutte quante reduci dalla cantonata di Pomegranates and Roses, quindi ben venga la Stewart, se le sue ricette riescono e sono apprezzate dai nostri cari.
    SE RIESCONO, naturalmente.
    Lo scopriremo presto... ;-)

    RispondiElimina
  7. Io voglio essere come lei… con la metà dei suoi anni!!!

    RispondiElimina
  8. Son già all'opera!!! Io non ho pregiudizi perché la conosco poco quindi sarò imparziale :-)

    RispondiElimina
  9. Per una volta sono arrivata prima dello Starbooks perché Martha mi piace. E mi piace per il punto 4 che qui manca: le sue ricette riescono. Al giorno d'oggi non è una cosa da poco.

    RispondiElimina
  10. Non conoscendola mi astengo da qualsiasi commento personale !!!!
    Le sue ricette saranno pure facili ma riescono e questo è importante in cucina, poi se uno ha i brufoli o la pelle liscia poco mi interessa
    e poi scusate ricette fantastiche con ingredienti introvabili, che a volte non riescono proprio si può farne a meno
    quindi aspetto di ampliare le sue ricette provate da me
    buona giornata

    RispondiElimina
  11. Io questo libro (come gli altri due) ce l'ho da un po' e le ricette mi piacciono davvero tanto! Non le ho ancora testate, però. Lo Starbooks sarà l'occasione giusta! =)

    RispondiElimina

  12. Se la signora Martha sia simpatica non lo so, penso che a farmi piu' simpatia sia sicuramente il suo conto in banca e la sua modestissima casa, del resto so solo che le sue ricette riescono e anche bene!

    RispondiElimina
  13. Spero che qualcuna provi la Breton butter cake...

    RispondiElimina
  14. concordo con Annarita, l'estate si avvicina alla velocità della luce!
    Vabbeh, vorrà dire che convincerò mio fratello a provare una delle sue torte per il suo compleanno, a fine marzo...che è americana però non glielo dico, sennò rifiuta per partito preso :P!

    RispondiElimina
  15. a dirla tutta vorrei averli anche io un paio dei motivi di cui sopra per essere antipatica a tutto il mondo!!! :)

    RispondiElimina
  16. Seguirò con grande attenzione e per dir la verità non mi sono mai posta il problema se possa essere antipatica o meno, mi bastano le sue fantastiche ricette :)

    RispondiElimina
  17. Non me ne frega niente: Martha può avere tutti i difetti del mondo, ma un'unica grande e sostanziale qualità: ha capito tutto!
    E avanti con le torte!

    RispondiElimina
  18. io l'adoro e vi seguirò con adorazione :-) eppoi porcamiseriaprimaopoilofacciostoREDONEEEE!!

    RispondiElimina
  19. Questo è un colpo basso... :-)

    RispondiElimina
  20. e siccome questa super riccona fa gola e fa venir gola questo libro sarà mio almeno contribuisco al suo chirurgo estetico ihihihihih

    RispondiElimina