mercoledì 17 febbraio 2021

SARATELE (salatini sfogliati ai semi di carvi)


 



Nell'introduzione alla ricetta, l'autrice spiega che i sărăţele sono dei classici "salatini" che vengono serviti come aperitivo, tipicamente con uno shot di ţuică (il brandy rumeno alle prugne) o gustati come snack veloce.
Ovviamente io non avevo il brandy rumeno, ma vi assicuro che questi salatini come aperitivo sono una bomba, anche con uno spritz o un prosecco nostrani!
 
 

Ingredienti per 8-10 persone

Per l'impasto:
150 g di burro a dadini
300 g di farina 00 più altra per lo spolvero
50 g di yogurt naturale (io ho usato uno yogurt greco)
100 g di cheddar grattugiato fine
1 uovo
1 cucchiaino e 1/4 di sale

Per completare:
1 uovo sbattuto con un goccio di latte
3 cucchiaini di semi di carvi
Sale 

Preparate l'impasto. Incorporate il burro alla farina lavorando con la punta delle dita, fino a ottenere delle briciole. Aggiungete lo yogurt, il formaggio, l'uovo e il sale e impastate per 2-3 minuti finché l'impasto non si compatta. Copritelo con pellicola e fatelo riposare in frigo per 30 minuti.
Riprendete l'impasto e dividetelo in due parti. Infarinate leggermente il piano di lavoro e stendete la pasta fino a ottenere un rettangolo di 30cmx25. Tagliate il rettangolo a metà per il lato lungo, quindi ricavate da una metà delle strisce della larghezza di 3 cm; dall'altro rettangolo formate delle palline di impasto da 15 grammi, quindi allungatele fino a ottenere dei cordoncini lunghi 30–35cm. Prendete un cordoncino e sovrapponete le estremità andando a formare un cappio.
Preriscaldate il forno a 180°C. Disponete i salatini su due teglie rivestite di carta forno. Spennellateli leggermente con l'uovo sbattuto con il latte e cospargete abbondantemente con i semi di carvi e il sale.
Cuocete per 25 minuti o finché non sono ben dorati. Preparate uno shot di brandy alle prugne o aprite una bottiglia di birra e gustatene a volontà :) 

Considerazioni:
 
- L'impasto è semplicissimo da preparare, senza assolutamente nessuno sforzo ed è fantastico perché sfoglia che è una meraviglia! A questo proposito, ho notato che quelli a forma di stick hanno sfogliato molto meglio di quelli a "tarallo". O forse li ho fatti io troppo sottili, non saprei. Comunque il gusto è ottimo lo stesso.
 
- In effetti ho trovato strano dover prima ricavare due rettangoli e poi da uno fare delle palline. E' quasi un peccato rovinare quel bel rettangolo perfetto :D 
 
- Se avete difficoltà a reperire il cheddar, sono sicura che andrà bene qualunque formaggio, basta che sia abbastanza saporito. O meglio, più è saporito più buoni verranno i salatini :D 
 
- Ovviamente i semi di carvi non possono mancare e si sposano perfettamente con il formaggio, quindi non ometteteli.
 
- La ricetta è davvero semplicissima da preparare ed è un'idea perfetta per l'aperitivo. I salatini si conservano in un barattolo a chiusura ermetica, anche se ovviamente con il passare dei giorni si ammorbidiscono un po' (ma sono buoni lo stesso). Consiglio di consumarli in giornata o il giorno dopo averli preparati.

Chiaramente la ricetta non può che essere 

PROMOSSA

 

13 commenti:

  1. questi li faccio. Senza se e senza ma. Favolosi!

    RispondiElimina
  2. L'aspetto di questi salatini è FA-VO-LO-SO!!!!
    Ho solo una perplessità in merito ai semi di carvi, visto che non ne amo il sapore. Sono da provare assolutamente, ma metterò il carvi solo in una piccola parte, mentre gli altri li cospargerò con semi di sesamo, zucca e papavero. Lo so, non è la stessa cosa, ma alle papille gustative non si comanda, purtroppo.
    Tu bravissima davvero, e che foto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono di parte, perché io invece semi di carvi e cumino li metterei ovunque e secondo me qui stanno da paura. Però assolutamente, le papille hanno sempre ragione :D E secondo me anche con altri semini verranno uno spettacolo. Ci vedo particolarmente bene il papavero.
      Grazie Mapi <3

      Elimina
  3. Stupendi! anche per me come Mapi semi di carvi e cumino sono un po' come la kriptonite per Superman e magari vario con altro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha! Ma sono certa che ti innamorerai dell'impasto ;)

      Elimina
  4. questi io ho avuto già la fortuna di provarli proprio a Bucarest e con tanto di liquore rumeno alle prugne. Non ti dico quanti ne ho mangiati. E con questo chiudo. Hahahaa

    RispondiElimina
  5. Anche questa ricette finisce subito nel file di quelle da provare... adoro i salatini! E li proverò con tutti semini vari, carvi compreso :)))

    RispondiElimina
  6. Mi sa che devo risfogliare con attenzione questo libro perché ad ogni ricetta pubblicata io resto a bocca aperta per la novità e la bellezza delle ricette. Questi per esempio non li avevo proprio visti. Ma la tua riproduzione è così fantastica che ho voglia di farli quanto prima e berci su, un bel po' ahahaha. Bravissima!

    RispondiElimina
  7. Questi si che sono appetitosi! E adesso sono curiosa sui semi di carvi, che ho trovato e ancora non ho assaggiato! Mi sa che farò la prudente e farò metà dose con questi semi e l'altra metà con semi più "nostrani"!
    ... certo come saranno questi salatini nella versione senza sale??! 🤔

    RispondiElimina