mercoledì 24 febbraio 2021

MICI "LITTLES" (Polpette rumene alla panna acida)


La seconda ricetta che ho scelto di provare dal libro del mese, è un tipico street food della Romania, che viene gustato anche durante l'attesa alla fermata del bus! 
L'autrice scrive che, quando arriva la stagione calda, è impossibile resistere al profumo di queste polpette, proveniente dai grandi barbecue che si trovano lungo le strade rumene... Io andrei a visitare la Romania anche solo per questa prospettiva :)))


Mici "Littles"

Ingredienti per 15-20 pezzi

300 g di carne di manzo macinata
500 g di carne di maiale macinata
200 g di grasso di maiale preso dalla schiena o lardo, a cubetti e brevemente tritato in un robot da cucina
3 fette di pane bianco, ammollate nel latte
1 testa d'aglio, spicchi pelati e ridotti in pasta
1 cucchiaino di pepe nero 
2 cucchiaini di paprika dolce
1 cucchiaino di timo secco
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di panna acida
75 ml di brodo di manzo concentrato e freddo, preparato con mezzo dado da brodo sciolto in 75 ml d'acqua calda
2 cucchiai di olio vegetale o di olio semi di girasole, per friggere

Chiedete al vostro macellaio di macinare le carni insieme al grasso di maiale (o al lardo), così non dovrete farlo voi a casa. Il grasso di maiale è la chiave per ottenere la succosità e la consistenza tipica dei mici. Si possono preparare anche senza, ma le polpette risulteranno più asciutte.
In una ciotola, unire tutti gli ingredienti eccetto l'olio. Lavorare il mix con le mani, fino ad ottenere un composto simile a quello del pane, e che sia ridotto in pasta. Mettere in frigorifero per almeno un'ora.
Con le mani inumidite, formare delle piccole salsicce cicciotte, del peso di 60-70 g l'una, che misurino circa 10 cm di lunghezza e 3 cm di diametro. Trasferirle su una vassoio unto. Ripetere l'operazione con tutto il mix rimanente. Coprire le polpette e metterle in frigorifero, lasciandocele almeno un'ora, meglio ancora tutta la notte.
Scaldare l'olio in una ampia padella per fritti, su fuoco medio-alto. Cuocere i mici su tutti il lati, girandoli 6 volte in totale, finché non saranno ben dorati all'esterno ,ma morbidi e succosi all'interno.
In alternativa, potete cuocere i mici al barbecue, spennellandoli prima con poco olio. SErvire con apne e senape, se vi piace.

Note personali

La ricetta è semplice e veloce da preparare, se si escludono i vari passaggi in frigorifero.

- l'autrice non lo specifica, ma il pane va ammollato in poco latte e strizzato prima di unirlo alla carne, altrimenti vi trovereste con un composto troppo umido, difficile da gestire

- ho utilizzato solo due spicchi d'aglio perché, una testa intera, avrebbe messo a dura prova il mio stomaco...

- ho utilizzato brodo di manzo fatto in casa e ristretto, visto che ne preparo sempre in abbondanza e lo congelo

- la panna acida dona quel tocco in più all'insieme, che armonizza i diversi sapori, e che  verrà percepito dal palato, ma che rimarrà "segreto" ai commensali. A meno che non decidiate di svelarglielo ;) 

- l'impasto necessita assolutamente dei riposi in frigorifero, come indicato nella ricetta, altrimenti sarà difficile da lavorare

- ho formato le polpette la sera, e le ho cotte per il pranzo del giorno successivo. Almeno all'inizio, vi consiglio di girarle con delicatezza durante la cottura perché sono delicate.

Queste polpette sono deliziose, saporite, croccanti fuori e morbide e succose all'interno, proprio come scritto dall'autrice nell'introduzione alla ricetta. Non fatevi spaventare dalla quantità di grasso di maiale necessaria per la preparazione: è quella che dona, oltre al gusto, la morbidezza e la succosità che  caratterizza questa ricetta. 

La senape ci sta a meraviglia!

La ricetta è decisamente:        

PROMOSSA!!!

8 commenti:

  1. Quando ho letto la quantità di aglio stavo per svenire, vedo che anche tu lo hai ridotto drasticamente. :-)))
    Inutile dire che queste polpette mi fanno una voglia incredibile, nonostante il grasso... o forse proprio per quello. ;-)
    Un abbraccio Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mapi, anch’io ho avuto un mancamento quando ho letto la quantità di aglio! È vero che, tra carne e lardo, arriviamo ad un peso di un kg, più il pane... ma purtroppo il mio stomaco non regge certe quantità

      Elimina
  2. Una bomba, anzi piccole bombe di bontà! Ora sappiamo che l’aglio è molto gradito nelle ricette rumene...io ahimè lo diminuirò ma soprattutto mi devo sognare, per ora, la carne macinata col lardo: devono essere divine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefi, sono veramente delle piccole bombe, anche se nessuno in famiglia ha protestato :)D

      Elimina
  3. Leggendo la quantità di aglio in questa ed altre ricette pubblicate, inizio a credere che per i Rumeni il conte Dracula ed i vampiri non siano solo leggende...😀😀
    E per noi abituati a friggere in una padella piena d'olio, usarne solo due cucchiai è un bel risparmio Saluti AlbertoMassimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AlbertoMassimo, dell'olio abbondante in cottura non ho sentito la mancanza, sarà per via del grasso abbondante che già c'è all'interno :)
      Grazie

      Elimina
  4. Le ho scartate dalla lista a causa dell'aglio con cui non ho ottimi rapporti di convivenza, ma se dovessi rifarle so come comportarmi.
    Mi fanno gola solo a guardarle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patty, per fortuna, diminuendo l'aglio, le polpette non mi hanno creato problemi ;)

      Elimina