giovedì 11 febbraio 2021

PILAF CU PUI SI CIUPERCI (Orzo pilaf al forno con pollo e funghi)

L'autrice presenta questo piatto come "senza fronzoli", facile da preparare ed una gioia da mangiare. Aromi di casa che incontrano il gusto di grandi e piccini. 
In alcune aree del paese viene chiamato Pilaf Serbo riconoscendo alla Serbia la qualità dei suoi ortaggi ma anche grazie alla presenza del peperone dolce, tipico prodotto locale.
Per quanto mi riguarda, la scelta di piatti a base di pollo rientra in quei gesti che faccio ormai in maniera meccanica, o come dicono i nostri amici inglesi, di default. 
In ogni caso la sua preparazione non è così scontata come potremmo pensare. 

Ingredienti per 4 persone 

3 cucchiai di olio vegetale o di girasole
1.5 kg di pollo intero, tagliato in pezzi (petto, cosce, ali, dorso), non disossato e con pelle. 
2 cipolle
300 g di orzo perlato (integrale sarebbe un'ottima idea)
1/4 di sedano rapa ridotto a dadini
2/3 gambi di sedano, tagliato a dadini
1 carota a dadini
1 peperone rosso, a dadini
400 g di pomodori pelati tritati
200 g di champignon ridotti in quarti 
600 ml di brodo di pollo 
2 cucchiaini di sale 
1 cucchiaino di pepe 
25 g di burro a pezzetti 
1 manciata di prezzemolo tritato grossolanamente 

Scaldate l'olio in una larga e profonda casseruola, preferibilmente con un coperchio, a fiamma media e rosolate il pollo su tutti i lati. Rimuovete il pollo e trasferitelo su una piatto. 
Aggiungete le cipolle e cuocete per 10 minuti quindi aggiungete l'orzo perlato e mescolate per amalgamare bene i chicchi con l'olio, cuocendo per qualche altro minuto. 
Preriscaldate il forno a 160°. Invece di tagliare a dadini tutte le verdure separatamente, potete anche tritarle brevemente in un mixer.
Trasferitele nella casseruola, aggiungete i pomodori, i funghi, il brodo e condite mescolando con delicatezza. Rimettete il pollo nella casseruola quindi coprite con un foglio di alluminio e chiudete con il coperchio. 
Cuocete per 40 minuti poi togliete con cautela il coperchio, rimuovete l'alluminio e continuate a cuocere per altri 10 minuti. Togliete dal forno ed appoggiate su una superficie resistente al calore e cospargete con il burro. 
Rifinite con il prezzemolo e servite ben caldo, accompagnandolo con insalata di pomodori o lattuga 

NOTE PERSONALI 
  • Pollo e peperone: vi dice niente? Il titolo del piatto inserisce i funghi come elemento caratterizzante, ma la realtà vera è che il sapore qui lo esalta quell'unico peperone rosso che alla lontana mi mette nell'orecchio la voce della fenomenale Sora Lella mentre prepara il pollo alla romana o co' peperoni - è speciale signora mia - e se non fosse per quel sedano rapa che regala un tocco esotico, con questo piatto potremmo tranquillamente essere a casa. Dicevo dei funghi: gli champignon purtroppo spariscono nel sapore generale di fronte a due primedonne come il pomodoro ed il peperone. Ma tant'è, il gusto è davvero spettacolare. 
  • Sulla cottura: in questa ricetta c'è una trappola ed è quella dello strumento di cottura. Serve una pirofila con coperchio di grandi dimensioni, almeno 30 di diametro, se non qualcosina in più. Tutti gli ingredienti devono stare su uno strato non più alto di 5 cm per riuscire a cuocere nei tempi indicati e consentire all'orzo di avere una perfetta cottura pilaf. Cosa che io non sono riuscita ad ottenere perché ho usato una pirofila piccola con il suo coperchio e a fine cottura, l'orzo era ancora crudo. Ho trasferito tutto in una pirofila grande, quella che si vede in foto, coprendola con un coperchio improvvisato e continuando per 20 minuti oltre al tempo indicato. Ma ovviamente è colpa mia anche se nella spiegazione non è indicato (era intuibile dalla foto). Quindi se volete provare siete avvisati. 
  • La quantità è abbondante. A me è avanzato un bel po' che ho scaldato il giorno dopo e se posso dire, era forse più buono che appena fatto. 
  • Facile, ricco, piatto unico. Da fare assolutamente perché buonissimo. 

PROMOSSA! 


10 commenti:

  1. In realtà nella sua semplicità è...particolarissimo. Mi piacciono queste realizzazioni in cui tutto cuoce insieme, sono molto pratiche.
    Peccato per il sedano rapa che da me arriva si è no due volte l’anno, e una è già marcio :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefi, togli il sedano rapa. C'è già il sedano classico che comunque fa la sua e provalo. E' un piatto che ricorda l'estate ed è buonissimo anche tiepido, visto le temperature dalle tue parti!
      Un bacione.

      Elimina
  2. Cara Patty, stavo per scrivere "tu non hai idea di quanto mi attiri questo pollo", ma poi mi sono detta: sì che ce l'ha un'idea: ha attirato anche lei, tanto da indurla a farlo! Meravigliosa ricetta, che chiede solo di essere replicata. Grazie per le dritte sulla teglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa a me mentre sfoglio: visto e preso. Non ho resistito ma la foto era ampiamente eloquente ed il risultato, a parte qualche momento di panico per la cottura dell'orzo, non ha deluso le aspettative ;)
      Un bacione carissima.

      Elimina
  3. la cottura dell'orzo è la mia dannazione: l'unico che mi ha accontentata, comportandosi come da istruzioni, non aveva il pedigree :) mentre tutti gli altri mi fanno diventare matta- per niente, poi, perché resta sempre troppo al dente. Ora sto pensando a come si dice Sora Lella in rumeno (Sora Lellu, forse :) :) ma a me è bastato il nome per evocare tutta la bontà delle cose semplici. E mi sa che dovrò tornare a combattere con l'orzo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sora Lellu ahahahaha...si, l'orzo non mi da problemi fin che lo cuocio da solo. Con il resto è un dramma. E qui, davvero se non si usa la pentola giusta, quello non va avanti. Ma poi a dirla tutta anche se è un po' scotto, come quando l'ho risaltato in padella il giorno dopo, e' buonissimooooo...

      Elimina
  4. È certo che se avessi la gestione quotidiana del cibo, questo piatto lo replicherei.
    Invece ho problemi a gestire ricette di tal genere perché torno a casa troppo tardi.
    Per esempio, oggi avrei in programma una roba da Keep Calm e ieri sera ho posto i presupposti per... ma non so se riuscirò a rientrare a casa in tempo per utilizzare i "presupposti" secondo ricetta o se troverò li troverò già utilizzati in altro modo 😭🤣

    RispondiElimina
  5. Bellissimo piatto, che sa proprio di casa, di pranzo domenicale in famiglia...
    Tu sei stata super brava, come sempre! Con i tuoi consigli si va a colpo sicuro :)
    Grazie per questa splendida scelta!

    RispondiElimina
  6. è uno di quei piatti che faró sicuramente... e la tua proposta, Patty, è come sempre magnifica. Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Questo va fatto prima di subito! E secondo me sarebbe piaciuto pure alla Sora Lella ahhahaha :D
    Grazie Patty!

    RispondiElimina