giovedì 19 novembre 2020

LABNEH BALLS - LABNEH TABAT

 


Il semplice e delizioso labneh, il formaggio di yogurt conosciuto ormai quasi ovunque, si presta a molteplici ricette, oltre che ad essere gustato solo con un po' di olio extravergine d'oliva. 
Nel libro del mese  una delle ricette proposte è quella delle Labneh Balls, che si possono preparare in molte versioni, oltre a quelle indicate qui sotto. L'autore suggerisce di variare il rivestimento secondo il proprio gusto: semi di sesamo, sumac, semi di Nigella, pistacchio o noci tritate o altro. 
Si può variare anche la dimensione dei pezzi: più grandi se serviti come mezzeh, da spalmare sulla pita o altro pane; più piccoli per accompagnare un aperitivo, mangiandoli in un sol boccone!

Il mio bel vaso di Labneh balls conservato in frigorifero, contiene ancora qualche pallina da gustare durante i prossimi aperitivi casalinghi, visto che per quelli fuori casa, dovremo aspettare ancora un po' di tempo! 
 

Ingredienti per  20 pezzi

900 g di yogurt greco, oppure 50% di yogurt di capra e 50% di yogurt greco
500 ml circa di olio d'oliva (per me, extravergine)
3 rametti di timo o origano, o un mix di entrambi
1 cucchiaio e mezzo di peperoncino in fiocchi (sufficiente per rivestire 10 pezzi)
3 cucchiai e mezzo di za'atar (sufficiente per rivestire 10 pezzi)
sale

Per preparare il labneh

Rivestire una ciotola profonda con della mussola o della garza di cotone. Va bene anche un panno, in alternativa. In un'altra ciotola, mischiare lo yogurt con un un cucchiaino di sale poi versare nella ciotola rivestita di mussola. Unire gli angoli del tessuto e stringerlo bene formando un pacchetto. Legare bene con un pezzo di spago. Appendere il pacchetto sopra una ciotola (o attaccarlo ai manici di una brocca, in modo che possa gocciolare liberamente senza toccare il fondo). Metterlo in frigorifero e lasciarcelo per 24-36 ore, in modo che la maggior parte del liquido sia colato, e lo yogurt risulti denso e abbastanza asciutto.
Un altro metodo è quello di mettere lo yogurt in un colino, posizionato sopra ad una ciotola, appoggiando sopra lo yogurt un piatto, o un altro peso. Questo procedimento accelera la procedura.
Trasferire il labneh ottenuto in un contenitore ermetico sterilizzato, o in un vaso, sempre sterilizzato. Versare olio a sufficienza, in modo che il labneh ne sia immerso e completamente rivestito. 
Il labneh immerso nell'olio si conserva in frigorifero fino a 2 mesi. Senza olio fino a 2 settimane.

Per preparare le palline di labneh, non effettuare l'ultimo passaggio, cioè non trasferire il labneh nel contenitore, ma procedere come segue. 
Con le mani leggermente unte, prelevare una piccola cucchiaiata di labneh, 20 g circa, e formare delle palline di 3 cm di diametro, poi posizionarle in una teglia rivestita con  un telo pulito e umido. Traferire in frigorifero e lasciar riposare almeno due ore o tutta la notte.
Riempire a metà con l'olio un vaso, capiente abbastanza per contenere tutte le palline, che sia largo 10 cm circa e alto 12 cm, e metterci le palline. Si può utilizzare anche un  altro contenitore a chiusura ermetica. Aggiungere altro olio, se necessario, in modo che le palline siano completamente rivestite. Aggiungere il timo e/o l'origano. Chiudere il vaso e metterlo in frigorifero.
Quando vorrete  preparare le palline (potete farlo un giorno prima di servirle), prelevare il vaso dal frigorifero e portarlo a temperatura ambiente, in modo che l'olio torni liquido. Prelevare le paline e rotolarle nei fiocchi di peperoncino o nello za'atar. Un modo semplice per effettuare questa operazione, è quello di mettere qualche pallina in un piatto e scuoterlo: le palline si rivestiranno in pochi secondi. Se avanzeranno delle palline già rivestite, potrete mettere di nuovo le palline in frigorifero, non nel vaso, e consumarle dopo averle riportate a temperatura ambiente.
Dopo aver mangiato tutte le labneh balls, non buttate l'olio! Potrete riutilizzarlo in altre ricette, o per altre labneh balls. 


Note personali

- la ricette del labneh è quella che si può trovare un po' ovunque, e il formaggio che si ottiene, si può usare in mille modi diversi. Utilizzatelo al posto del formaggio spalmabile industriale: per me è molto più buono, sano ed economico

- per far colare il liquido dello yogurt, usate che del tessuto che non sia stato trattato con ammorbidente o detersivi prfoumati, e fate anche in modo che non ci siano residui di sapone. Io lavo i teli che uso per cucinare con sapone di Marsiglia puro, risciacquando tutto molto bene 

- l'idea di avere un vaso di labneh balls pronto all'uso è un jolly che può tornare utile per un aperitivo, o un pranzo leggero, accompagnando il tutto con un'insalata e del buon pane pita

- oltre a non buttare l'olio di conservazione, non buttate neanche il siero scolato, potrete utilizzarlo per  preparare il pane, ad esempio

La ricetta non può che essere:


PROMOSSA


7 commenti:

  1. Ecco rivelato per filo e per segno come fare questi labneh! Sembrano anche relativamente facili. Interessante il tuo suggerimento di usare questo procedimento per ottenere un formaggio spalmabile più sano... 🤔 di certo queste belle palline attirano! Ancora una ricetta da provare!

    RispondiElimina
  2. Ti sono venute benissimo!
    Da me le vendono già pronte, fresche, al banco degli affettati e formaggi e sono bellissime da vedere con tutta la miriade di coperture colorate.
    Mi fanno venire in mente le palline dell’albero di Natale ogni volta :)

    RispondiElimina
  3. Mai provato il labneh e mai preparato ma adesso mi è preso il trip. Adoro l'idea di avere un formaggio spalmabile casalingo visto che qui piace tantissimo, specialmente alla ragazza che ci fa colazione pranzo e cena. :D
    Queste balls da aperitivo sono super golose.

    RispondiElimina
  4. Adoro il Labneh e lo preparo piuttosto spesso, usando il metodo del colino.
    Di solito lo faccio con solo yogurt (naturale o greco), ma la prossima volta voglio provare a inserire il 50% di yogurt di capra: sicuramente sarà più saporito!
    Le Labneh Balls le ho sempre viste, ma mai fatte... finora. Però leggerti mi ha fatto venir voglia di cimentarmi.
    Bellissima foto e splendida preparazione, Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato lo yogurt greco di capra, sicuramente più denso di quello normale ma piuttosto liquido. Adesso il labneh è in frigo a scolare. :)

      Elimina
    2. Ci proverò anch'io con lo yogurt di capra, quando lo troverò! Fammi sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina
  5. Amo il labneh e lo preparo spesso, ma apena lo trovo inserisco anche parte di yogurt di capra, che mi intriga assai :D
    Prossimo step, le palline, che vedo benissimo anche su una tavola natalizia :D

    RispondiElimina