martedì 20 novembre 2018

CHRISTMAS CRUMBLE




Seconda ricetta dal libro del mese ad opera di Biagio!



Certo è che se io dovessi avere la malcapitata idea di proporre questo crumble al posto del panettone o del pandoro, all’italiano tradizionale potrebbero cadere i capelli, o altri malcapitati perdere la parrucca. 
Ma noi amiamo la trasversalità culturale, il multitutto, la neve e Babbo Natale sulla slitta. Vorrei essere in Scandinavia, durante il periodo natalizio. Almeno poco prima di Natale, per sorbirne tutta l’atmosfera. 
Invece qui abbiamo la neve finta e Babbo Natale nei supermercati e tutto diventa ancora più fake. Peccato. Ma vi assicuro…questo crumble è “da amare”, come scrive Brontë Aurell, nel libro: “I love crumble”. “Me too, Brontë”.



Per 4-5 persone

Ingredienti 

6-7 mele dal gusto intenso (come le Granny Smith)
1 cucchiaino di pasta di vaniglia (o i semi di un baccello di vaniglia)
100 gr di mirtilli rossi* surgelati 

per il crumble:
100 g di “soft light brown sugar”**
100 g di burro (freddo, non indicato dall’Autrice)
100 g di farina di mandorle
100 g di farina
1 cucchiaino di cannella in polvere
un pizzico di cardamomo tritato
un pizzico di sale
50 g di marzapane (con un minimo di 50% di mandorle)***
mandorle affettate per decorare 


* Come dice il sr. Wikipedia, Il lingonberry (mirtillo rosso) è una bacca tonda, di circa 0,5-1 cm di diametro, dalla buccia lucida e dura, e di un colore rosso brillante che volge al rosso scuro col procedere della maturazione. La polpa è densa e ricca di semi, dal gusto acidulo e astringente per l'elevato contenuto di tannini, che gli conferiscono proprietà antiossidanti.

 ** Ricordo che il “light brown sugar” indicato nella ricetta non è proprio zucchero di canna, ma zucchero semolato con aggiunta di melassa. Qui ho usato 200 g di zucchero semolato + 10 g di melassa calda, e ne ho preso 100 g. 

 *** per fare il marzapane, ho usato la ricetta che si trova su Fika & Hygge, altro libro della stessa autrice già passato per queste pagine La riporto qui per comodità di tutti: 

MARZAPANE (per 400 g)

200 g di farina di mandorle finissima (se le mandorle non risultano tritate finemente, macinarle di nuovo alcune volte nel mixer)
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di estratto di mandorle
1 albume medio (circa 30 g)

Frullare tutti gli ingredienti insieme in un robot da cucina fino a ottenere un impasto liscio. Avvolgere il composto in una pellicola trasparente e far raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora prima dell’uso.

preparazione del crumble:
Preriscaldare il forno a 180 gradi C.
Sbucciare le mele, togliere i torsoli e tagliarle a pezzi piccoli. Metterle in un tegame con la vaniglia e pochissima acqua, a fuoco medio, finché non comincino ad ammorbidirsi. 

Intanto, preparare il crumble. Mettere il burro, lo zucchero, la farina di mandorle, la farina, le spezie, e il pizzico di sale in un mixer fino ad ottenere un composto sbriciolato (si può fare tutto a mano, lavorando gli ingredienti con la punta delle dita).

Mettere le mele in un piatto profondo che possa andare sia in forno che in tavola e mettervi sopra i lingonberry surgelati e poi ancora le briciole di crumble. Versare poi  il marzapane grattugiato e completare con le mandorle sfilettate. Cuocere per 25-30 minuti in forno preriscaldato finché croccante e dorato e il composto di mele e lingonberry sia ormai cotto. 
Servire con crema o gelato alla vaniglia.


 NOTE

-La cosa più importante è l’impossibilità assoluta di trovare alle mie latitudini, al tropico del Capricorno, sotto il sole giaguaro, dei “lingonberries”… Né abbiamo la famosa marca di mobili svedese che salva la patria in varie parti del mondo. Purtroppo. 
Allora ho scritto direttamente a Brontë Aurell, la quale, gentilissima, mi ha risposto che avrei potuto sostituire i “lingonberries” senza problemi con dei lamponi surgelati, o delle ciliegie. Fondamentale è che la frutta scelta combini bene con la farina di mandorle e che sia rossa – parole sante dell’Autrice in menzione (che spero ci legga e ci accompagni tutto questo mese qui !). 
Avevo addirittura suggerito di usare qualche frutta agrodolce brasiliana come la pitanga e l’acerola, che amo alla follia e che hanno delle varianti vermiglie. A Brontë è piaciuta la mia idea di tropicalizzare il crumble natalizio, ma avendo trovato i lamponi surgelati, mi sono gettato a capofitto su di essi, senza paura di troppi sbagli. Con la frutta brasiliana, prometto di rifare il crumble una prossima volta.

-Gli zuccheri del marzapane e l’acidità delle mele e dei lamponi si sposano perfettamente.

-Facile, semplice, divertente: è un crumble. Ormai comincia proprio a piacermi quel comfort che viene dal food tradizionale, vero, casereccio. 

Non posso che dire: 
la ricetta è PROMOSSA! E arrischiatevi a farla per Natale… 
Biagio D'Angelo

20 commenti:

  1. Che dire, se non che questo dolce racchiude TUTTI gli ingredienti che separatemente mi fanno impazzire: le mele verdi, i frutti rossi ed il marzapane.
    Come ti ho accennato è la preparazione che più finora mi ispira e che preparerei appositamente per NON condividere.
    Hai superato benissimo la mancanza dei lingonberry...e chissà, potremo convincere che a Natale si possono anche mangiare dolci differenti? Grazie Biagio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace tanto questo tuo non condividere... hahahahaha!
      ciao, un abbraccio!

      Elimina
  2. Sì, grazie! Sarà un degno utilizzo della mia composta di mirtilli rossi homemade. Non so se ce la farò ad aspettare fino a Natale, l'ipersalivazione è in atto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non riuscirei mai ad aspettare fino a Natale! hahahahaha

      Elimina
  3. Meraviglia!!! 😍😍😍 Mi viene voglia di cucinare 😉

    RispondiElimina
  4. Via, ma mica vorrai farmi credere che esistono davvero i lingonberry? Secondo me ha pescato il nome da Tolkien :-D Scherzi a parte, questa ricetta è super, se penso che c'è pure il marzapane...be', la voglio assaggiare ancora di più! Grande Biagio!

    RispondiElimina
  5. i lingonberry sono buonissimi, e non solo con le famose polpette.... peccato che dovrei andare a prenderli in Svezia....hhahhahaa un bacione, carissima Alice!

    RispondiElimina
  6. Sembra buonissimo!! Sempre bravo Biagio!

    RispondiElimina
  7. Non aspetterò certo Natale per provare questa ricetta: è irresistibile!!! E tu, Biagio, sei stato davvero bravo, a partire dalla sostituzione dei mirtilli rossi con i lamponi (che, guarda caso, ho nel congelatore...), consultando la Aurell, fino alla realizzazione... Grazie :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, provala subito... e poi mi dirai...certo con i lingonberries sarebbe piú acidula, forse... ma se la Aurell dice che si puó, si puó .... ciaooooooo

      Elimina
  8. Ultima ruota del carro, ma perdonami perché sono giorni pesanti e arrivo la sera che sono di una stanchezza inenarrabile. Mi ci vorrebbero una paio di palate di questo crumble per rimettermi a posto. Stai realizzando dei piatti davvero splendidi, sono molto ammirata.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo crumble merita veramente, merita! ciao Patty!

      Elimina
  9. Io non amo l'aroma di mandorla amara (motivo per cui, da pessima siciliana, non amo i dolci di mandorla ^_^), ma per questo crumble farei volentieri un'eccezione, visto che impazzisco per i dolci di mele.
    Grazie anche per aver contattato la Aurell per la sostituzione dei Lingonberries: ho un'Ikea vicino casa, ma non ci vado mai: temo di uscirne con i lingonberries + 2-300 euro di minkiatelle varie... :-)))
    Grandissimo Biagio, aspetto la versione con frutta tropicale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ci posso credere che da buona, anzi ottima siciliana, non ti piacciano i dolci di mandorla!!
      ti prego, ravvediti!!!
      convertiti!!!
      hahahahhahaah
      bacioni!

      Elimina
  10. Io ho l'ikea dietro casa, in Alexandra Road- e da qui si capisce tutto quello che si deve capire. I lingonberries freschi però non li hanno, c'è solo la marmellata. Ma qualcosa mi dice che anche con la frutta tropicale verrà superbo, uguale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lingonberry forever!!!
      facciamo un commercio di bacche artiche, Ale!!!
      anche a Singapore!
      ciaoooooo

      Elimina
  11. Perfetto dolcetto da preparare per le cene natalizie <3 Amo i crumble e questo è super goloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è uno sballo...
      io adoro i crumble... e questo non fa eccezione!!!
      ciao!

      Elimina