lunedì 18 novembre 2019

TRADITIONAL BRAISED RED CABBAGE WITH APPLES



Il cavolo cappuccio è un amore abbastanza recente, per me. Da bambina e ragazza non lo volevo vedere neanche da lontano, ora lo adoro. Forse perché, crescendo, i gusti si evolvono. O sarà perché ho sposato un tedesco, popolo in cui il cavolo cappuccio si trova spesso in tavolo, sia in insalata che sotto forma di crauti. Comuque sia, ora si trova spesso anche sulla mia tavola :)

Traditional Braised Red Cabbage with Apples

Ingredienti per 10-12 persone

1 kg di cavolo cappuccio rosso
450 g di cipolle tagliate in pezzi piccoli
450 g di mele adatte alla cottura, sbucciate, senza torsolo e tagliate in pezzi piccoli
1 spicchio d‘aglio, tritato finemente
¼ di noce moscata, grattugiata al momento
¼ di cucchiaino da tè di cannella in polvere
¼ di cucchiaino da tè di chiodi di garofano in polvere
3 cucchiai di brown sugar
3 cucchiai di aceto di vino bianco
15 g di burro
sale e pepe

una larga casseruola dotata di un coperchio ben aderente

Preriscaldare il forno a 150° C. Scartare le foglie esterne e più dure del cavolo, poi tagliarlo in quarti, e rimuovere la parte dura del gambo. Tagliare a striscioline il cavolo, utilizzando il coltello più affilato che avete a disposizione. L’operazione si può effettuare anche con un robot da cucina, ma l’autrice preferisce farlo a mano perché il risultato è più omogeneo. In una casseruola abbastanza grande, fare uno strato di cavolo ed insaporire con sale e pepe, poi uno strato con mele e cipolle, aggiungere un pizzico d’aglio, le spezie e lo zucchero. Continuare allo stesso modo fino all'esaurimento degli ingredienti.
Ora versare l’aceto ed infine distribuire il burro a pezzetti sopra l’ultimo strato. Mettere il coperchio e cuocere lentamente in forno, per 2 ore, 2 ore e mezza, mescolando tutto una o due volte.
Il cavolo rosso, una volta cotto, si può riscaldare con un ottimo risultato. E ha una resa ottima anche dopo la congelazione: è veramente una ricetta vincente.
Questa preparazione è un ottimo accompagnamento per carni di cervo, oca e maiale.

Note personali

- la ricetta è di semplice esecuzione e non richiede particolari abilità, solo un po' di pazienza per preparare gli ingredienti prima della cottura. La Smith scrive che è possibile tagliare il cavolo anche con il robot da cucina, ma che  il risultato non sarà lo stesso. Io ho seguito le sue indicazioni e l'ho ridotto in striscioline con un buon coltello affilato: si può fare! :)))

- ho preparato la dose intera con l'intenzione di partenza di congelarne una buona parte, visto che è una preparazione che ben si presta alla congelazione. In caso contrario, o se non avete molti ospiti, vi consiglio di dimezzare le dosi perché la quantità finale è abbondante, 10-12 persone come da ricetta

- la prossima volta vorrei provare ad aggiungere anche un po' di cumino, che con il cavolo va a nozze

- il gusto finale a me è piaciuto molto, speziato ma non troppo, tendente al dolce ma equilibrato dalla presenza dell'aceto... è un piatto da provare per stupire i vostri ospiti (con orizzonti culinari aperti!)

La ricetta è:


PROMOSSA

16 commenti:

  1. In assoluto uno dei miei contorni preferiti. Spesso non vedo l'ora che arrivi l'inverno per poter trovare il cavolo rosso sui banchi del mercato.
    Amo il suo sapore dolce e tenero esaltato dall'acidità dell'aceto e dalle spezie. La mela ho cominciato ad aggiungerla soltanto dopo, attraverso i libri Starbooks, ed è la ciliegina sulla torta!
    Stasera lo rifaccio di sicuro. Grazie Ale per averla provata. Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patty, io ho la fortuna di avere mio papà che lo coltiva in montagna... impagabile! Fammi sapere se questa versione sarà di tuo gradimento 😊
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Adorando il cavolo rosso in ogni modo questa versione non mi sfuggirà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che ti piacerà, ne sono certa!
      Un abbraccio

      Elimina

  3. Ho già l'acquolina! (*ç*)
    Si sente molto l'aceto?
    Mi sa che stasera la provo, magari sostituendo l'aceto con del vino, così mio marito non si lamenta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Margherita, l’aceto non si sente molto, se usi quello indicato, e dona la giusta acidità al piatto.

      Elimina
  4. mamma mia, Ale! mi é venuta voglia di cavolo alle 10 del mattino a causa tua !!! hahahaha... molto interessante e con le mele! io sono di orizzonti culinari molto aperti... mi inviti ? ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Biagio, al tuo prossimo rientro in Italia, ti farò trovare un bel piatto di cavolo rosso 😁

      Elimina
  5. Buonooo! Il cumino nei cavoli di ogni tipo ci sta benissimo, non ultimo perché contribuisce ad una migliore digestione degli stessi.
    E anhe questo mese state recensendo propeio un bel libro, grazie cari Starbooker

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Gentile Ale, immagino che anche tu, per il cumino in questione, intendessi il "carum carvi"

      Elimina

    2. Esatto Andrea, è proprio il “carum carvi” o “cumino dei prati”, o kümmel, come direbbe mio marito. Perdona il refuso, che già mi avevi fatto notare in passato... sono incorreggibile ��
      Grazie a te ��

      Elimina
  6. Accattivante come contorno! Da provare!!

    RispondiElimina
  7. Adoro il cavolo brasato e lo faccio spesso, proprio con i semi di cumino come ho imparato a mangiarlo in Germania :D
    Questa variante così speziata ce la vedo benissimo accanto a un bell'arrosto.
    Grazie Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, allora ti consiglio di provare entrambe le versioni, poi mi dirai. Delia Smith consiglia proprio l’abbinamento con della carne di cervo, oca o maiale. A me piace anche da solo 😊

      Elimina
  8. Ho preparato più volte la ricetta del cavolo rosso con pere e aglio che ho trovato nel blog di Patty e adesso proverò anche questa versione con le mele, sono sicura che non mi deluderà e piacerà anche ai miei prossimi ospiti.
    Grazie Ale, ottima scelta 🥰😘🙏

    RispondiElimina