venerdì 31 gennaio 2014

STARBOOKS MAGAZINE: LIVING DI MARTHA STEWART


Copertine accattivanti.
Colori tenui.
Uno studio dietro c'è, è ovvio.
Ed è fatto per far cadere in estasi persone esattamente come me.
Non so voi, io non ho resistito quella primissima volta che vidi un numero della rivista Living nella biblioteca della mia scuola.
Un giornale di cucina, si.
Ma nel tempo è cambiato, diventando più un manuale del vivere quotidiano in ogni suo aspetto.
Ricette, tante.
E per essere un giornale americano, esattamente parte del grande impero di Martha Stewart, una voce fuori dal coro rispetto a ciò che ci si può aspettare da una rivista d'Oltreoceano.
Dolci, certo, tanti e burrosi.
Però anche molta attenzione a piatti leggeri e più salutari, in un subdolo, oso dire, ma costante tentativo di educare il palato made in USA a sapori ed abbinamenti che molto hanno a che fare con la nostra amata dieta mediterranea.
Esce ogni mese, quasi sempre: infatti i numeri di Gennaio e Febbraio sono stati uniti in un unico "winter issue", numero invernale.
Cosa c'è dentro? Di tutto.
Dalla rubrica "From Martha", in cui la poliedrica Ms. Stewart dispensa consigli della più varia natura, dalla bellezza alla coltivazione del prezzemolo, al bellissimo calendario che ricorda quando piantare gli spinaci e quando fare trenta minuti di aerobica!
Abbiamo anche la pagina  "Ask Martha", in cui i lettori possono porre quesiti su ogni parte dello scibile domestico, e state sicuri che ci sarà una risposta.
La scuola di cucina per stendere perfetti sticky buns ed i consigli per non avere fame durante le diete.
Persino la spiegazione della tecnica perfetta per spalare la neve così da non ricavarne un mal di schiena!
Molta enfasi al giardinaggio e alla cura degli animali domestici, oltre a mille idee, mangerecce e no, per qualunque festa sia in arrivo: e infatti nel winter issue troviamo idee su come incartare graziosamente regali di San Valentino fino agli immancabili biscotti a forma di cuore.
Tanta pubblicità, ovvio, e soprattutto dei prodotti di Martha, che oltre a show di cucina e riviste varie produce una serie di oggetti che farebbero la gioia di ogni cuoca, e una linea di arredamento per tutta la casa che comprende persino le carte da parati, per non parlare della recente linea di bellezza naturale.
Come si vede dalla copertina si enfatizza un concetto di detox dopo le feste, quindi via a molte ricette con gli agrumi, spremute, smoothies e piatti light.
Per non smentirsi, qualche dolce imperdibile.
Uno ve lo propongo qui sotto: dei biscottini croccanti e deliziosi, facilissimi, e dall'aroma molto interessante per via della buccia di pompelmo nell'impasto.
Che dopo tanto detox, uno ci sta tutto ;)
Ah, se voleste leggerla anche in Italia ne esiste anche la versione per Ipad, come da foto.




SPEEDY BISCOTTI BITES
da Living di Gennaio/Febbraio

75 g di farina
75 g di farina di mais tipo Fioretto
90 g di zucchero 
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
45 g di burro
un uovo intero
un cucchiaio di buccia di pompelmo grattugiata
60 g di farina di cocco
70 g di cioccolato fondente grattugiato


Battere il burro finchè chiaro e montato, quindi unire lo zucchero e battere per altri 3 minuti.
Unire quindi l'uovo sempre battendo.
A parte mescolare farina, farina di mais, buccia di pompelmo, sale e lievito ed unirli mescolando a mano solo finchè il tutto è amalgamato. Unire quindi farina di cocco e cioccolato grattugiato.
Formare i biscotti aiutandosi con un cucchiaino: farli piccoli perchè si allargano in cottura e distanziarli molto bene in teglia.
Farli raffreddare molto bene in frigo per almeno mezz'ora ( o un quarto d'ora in freezer) quindi cuocerli in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 18-20 minuti.
Ogni forno è diverso, dovranno essere dorati sui bordi.
Farli raffreddare quindi, se si vuole, intingere la base in cioccolato fuso e far rapprendere prima di servire.
I biscotti durano una settimana in una scatola di latta.


73 commenti:

  1. Ecco, pensa che in parte parlo proprio oggi dell'affidabilità delle riviste di cucina.. questa è valida?
    i biscotti sembrano buoni, eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Validissima, ne provengono probabilmente due terzi delle ricette che ho sul mio blog :)

      Elimina
  2. Interessanti. Direi che sostituendo la farina con farina di riso possono essere adattati anche ai celiaci. Ma la farina di mais deve essere del tipo fioretto o va bene anche quella da polenta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo Fioretto, anzi l'ho specificato, grazie di avermelo ricordato!

      Elimina
  3. Mi hai molto incuriosita! Deve essere proprio una rivista ben fatta! I biscotti hanno un aspetto delizioso.
    Grazie delle info rivista e della ricetta. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è una lettura molto piacevole e interessante.

      Elimina
  4. i biscotti con il pompelmo ancora mi mancano... lacuna da colmare as soon as possible!!!!
    quella foto del tablet mi sta tentando troppo.... mi piaceeeeeeeeee!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo vedi...lo fanno apposta per farci cadere in tentazione :D

      Elimina
  5. Ogni volta che vado negli USA guardo Living che occhieggia dalle edicole e penso di acquistarla, ma poi desisto perché mi appesantirebbe un bagaglio già pieno fino a scoppiare di ammennicoli di cucina (la prima volta ho pagato 50 dollari per eccesso di peso del bagaglio, e da allora mi porto l'apposita bilancia pesa-valigie per calibrare bene tutti i pesi). Sapere che ne esiste una versione per tablet mi consola parecchio, perché davvero tu stai confermando le mie più rosee aspettative!
    Comincerò ad acquistarla da marzo, perché sono allergica a San Valentino ^_^, ma di sicuro entrerà a casa mia!
    Grazie per la bella rece!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non parlarmi di extrabagaglio perchè anche io faccio la fortuna delle compagnie aeree...in genere la rivista mi piace cartacea, ho dovuto soccombere all'ediizione digital perchè qui non tutti i numeri arrivano, purtroppo.

      Elimina
  6. fantasticiiiii!!!!!! fnalmente una ricetta, davvero golosa, con la farina di mais!!!!
    da tempo volevo provarla ma...dato che non fa parte della nostra cultura gastronomica (io sono siciliana), per me è difficile trovare qualcosa che mi attragga davvero...ed ecco la tua preparazione!!!! grazie mia cara e un forte abbraccio!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai, nei dolci dà una croccantezza deliziosa.

      Elimina
  7. vedo nel tuo blog che attingi spesso a Martha e alla sua rivista. non so se in italia la vendono, in ogni caso mi frena il fatto che sia in inglese. capirei meno della metà. mi accontento di ciò che c'è nel tuo blog. ;-)

    RispondiElimina
  8. Le poche ricette che ho copiato dalle riviste non sono venute esattamente come promettevano...meglio fidarsi di qualche amiche virtuale che sul web dispensa consigli e ricette sempre azeccate e vincenti...tu ne conosci qualcuna?? ;-)))))
    Certo che questi biscottini devono essere slurposissimi...

    RispondiElimina
  9. allora un poco di burro c'è.. mi sembrava strano...
    saranno davvero squisiti! Il mais è una novità per me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh si...suo mio blog avevo riportato gli ingredienti principali per far capire il genere ;)

      Elimina
  10. Ciao ! e anche questi mi toccherà farli ! siccome ho scoperto che il mio maritino non ama il cioccolato NEI biscotti, se lo ometto non dovrebbe influire sul risultato finale, vero ?

    RispondiElimina
  11. Ecco, adesso piango!
    Living è nella mia lista dei sogni da molto molto tempo e ahimè non sono mai riuscita a leggerlo...
    Far l'abbonamento è una follia e comunque in Italia non lo mandano....esce la versione tablet ma io ce l'ho solo Android!!! Ahhh...food magazine, croce e delizia!
    Purtroppo qui giornali che trattano tutti quegli argomenti non ce ne sono...e io continuo a sognare :)
    I biscotti?? Macchetelodicoaffà! Domani li inforno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari fanno la versione per Android presto, sono attenti in genere...

      Elimina
  12. Come ti ho già detto: bellissimo post! Grazie Stefi!

    RispondiElimina
  13. le riviste di cucina mi tentano sempre e non riesco a buttarle, Martha è un'istituzione, se porta una cucina più sana e leggera ben venga.
    I biscotti sono buonissimi, magari con l'arancia al posto del pompelmo, visto che ne ho trovate non trattate.
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, e si che sono una persona che non tende ad accumulare, ma con le riviste è un altro discorso :)

      Elimina
  14. seeee una settimana, manco 24 ore durano, li copio, adoro la farina di mais!! ^_^

    RispondiElimina
  15. La tentazione è forte molto forte...!!! Non so se riuscirò a resistere, e non credo neanche di voler resistere ;)

    RispondiElimina
  16. bellissima (e buonissima) ricetta, complimenti:)
    baci
    Rosy

    RispondiElimina
  17. Io oramai ho la libreria che invece di essere piena di libri è piena di riviste di cucina. Fra un po' la dolce metà o mi uccide o me le butta di nascosto ;-)
    Ricettina davvero sfiziosa, io poi davanti ai biscotti perdo ogni inibizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il mio le buttasse di nascosto io butterei platealmente tutte le sue di aviazione e ingegneria. QUindi non si azzarda :D

      Elimina
  18. perché mi viene in mente Oscar Wilde?
    già scaricata :-)
    grazie!!!!

    RispondiElimina
  19. Come non essere attirati dalla foto di copertina, i colori, l'armonia, la luce.. è bella punto.
    E il bello attira... soprattutto se ti interessa il concetto che c'è dietro e la FURBISSIMA Martha lo sa benissimo o almeno i suoi collaboratori!
    Questi biscotti sembrano interessanti.. salvo e provo..
    Un bacio Stefania!

    Laura
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, e sono felicissima di rientrare esattamente nelle fila di chi ci casca :D

      Elimina
  20. Stefi!! Dimmi una cosa tu hai L'Ipad proprio??
    Perchè io ho il tablet con sistema android.
    Guardando dal sito c'è scritto che la versione è per l'ipad...
    Grazie :)

    RispondiElimina
  21. devo informarmi per come fare a leggerla e scaricarla ...deve essere una rivista spaziale.
    Ah, comunque i biscotti sono da urlo!
    bacioni Stefy!

    RispondiElimina
  22. Anche io con l'inglese ho difficoltà, ma continuo a sbirciare tranquillamente sul tuo blog e mi sento più internazionale anche io!
    Meriteresti un premio per la divulgazione!

    RispondiElimina
  23. Se mi dici che parte delle tue ricette provengono da questa rivista allora è una garanzia! La farina fioretto non è quella da polenta vero?? Sembrano deliziosi,brava Stefania, buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una parte? Se ci fai caso almeno tre quarti ;)
      LA farina fioretto è più fine dei quella da polenta.

      Elimina
  24. io sono proprio malata ...soffro di acquisto compulsivo di riviste :-) in ordine : cucina, arredamento, moda ...dalle italiane alle estere , quando le trovo...ma purtroppo e per fortuna, nella mia vita ho incontrato un'edicolaia molto simpatica che è diventata la mia pusher ufficiale di riviste straniere! una débâcle finanziaria ogni mese, un'emozione unica ogni mese...un'occasione per arricchire ancor di più le mie liberie, i miei pouf, le mie sedie, insomma, ogni angolo della mia casa di riviste che "arredano" con disordinata nonchalance ... e poi la martha ! un mito!!! e tu che da anni sei una sua "portavoce" , mito pure tu!!! ricetta biscotti speedy: segnata! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma appunto, sono un complemento d'arredo :D

      Elimina
  25. Problemi con l'inglese mi hanno sempre fatto desistere dall'acquisto ma dopo averti letto credo che potrei assolutamente concentrarmi un po' nella traduzione ;) Sempre puntuale l'Araba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MAgari è anche un buon modo per far pratica con la lingua :)

      Elimina
  26. Mi chiedo perché le scuole italiane non spendano un centesimo in questa tipologia di acquisti… :/
    Ho sbagliato paese!

    RispondiElimina
  27. Questi biscotti sono da copiare al volo! La rivista e' interessante e si' confermo piena di pubblicità'...la sfoglio ogni volta che la vedo nell'unico posto dove la vendono ed il prezzo "imposto" mi fa desistere! Le ricette più interessanti sicuramente le trovo già' nel tuo blog e adesso anche qui! Ciao ciao Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LA versione per tablet costa pochissimo, invece ;)

      Elimina
    2. Grazie cara della dritta, mi piace sfogliare il cartaceo ma in qst caso farò un'eccezione, così sarà sempre a portata di click :)!!! Ciao Luisa

      Elimina
  28. il mio problema sai qual è? che già non riesco a fare tutte le cose che vedo in giro e mi incuriosiscono, e quelle che vengono segnalate nelle mille newletter di cucina a cui sono iscritta (compresa quella della martha), poi ci sono le tue ricette che le farei tutte...
    insomma, come si fa?

    e poi quei biscottini sono bellissimi, me li immagino squisiti con il pompelmo...
    se non fosse per quei 75 g di farina... ;-) ma si sostituisce facilmente

    RispondiElimina
  29. Interessante recensione e ottima ricetta!
    Ci siamo unite ai tuoi lettori fissi, ci farebbe piacere se ricambiassi.
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti sarà di certo sfuggito che questo è un blog corale, e non il mio ;)
      Grazie dell'invito.

      Elimina
  30. mi piacerebbe leggerne una copia se ogni volta estrapoli queste delizie che mi lasciano al momento l'amaro in bocca perché non posso addentarle......miiiiiiii...ne voglio uno Stefà......

    RispondiElimina
  31. Per le Martha e' e rimarrà un mito. Io amo le donne che si applicano in tante cose. Se poi hanno sempre ovunque successo.. Chapeau! Io avrei bisogno di consigli su come mantenere il prezzemolo.. Il mio muore inesorabilmente ;))
    Ottimi anche questi con farina di mais che mi interessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la Martha saprebbe di certo come aiutarti :D a parte gli scherzi anche io ho molta ammirazione per chi persegue con successo le sue idee, passioni ed ammirazioni.
      E Se ci diventa miliardaria, chapeau.

      Elimina
  32. Cara Araba che a te piacesse la sig.ra Stewart era noto ed é grazie a te che ora piace tantissimo anche a me :-)
    Non ho mai avuto la fortuna di sfogliarla questa rivista, ho conosciuto le sue ricette burrose e golose tramite il tuo blog,ogni tanto leggoil suo e mi domando se in qualche edicola romana potrei trovare la rivista.
    Ci provo!
    Ps questi biscotti sembrano molto croccanti e di sicuro il pompelmo li profuma parecchio!
    Complimenti, un abbraccio!
    Frankie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle edicole romane non credo, almeno io non ho mai avuto questa fortuna. L'ho trovata nelle edicole di Dubai, ma immagino che la versione per tablet sia al momento quella più semplice da recuperare :D

      Elimina
  33. Ragazza, ho fatto anche questi. Perfetti ma... la smetti con queste ricette??? Prima o poi dovrò fare un pò di dietaaaaa!!!!

    RispondiElimina