mercoledì 15 maggio 2019

SRI LANKAN CURRY


Devo fare un’introduzione obbligatoria, prima di passare alla ricetta. 
Quando ho scelto questo curry per lo Starbooks, ovviamente non sapevo ancora della triste tragedia che si è abbattuta sugli srilankesi che, nel giorno di Pasqua, a Colombo, popolavano le chiese e gli hotel. 
Alla loro memoria dedico questa ricetta di Ella Mills, ricetta che fa parte della loro cultura culinaria millenaria, ricca di colori, odori e fragranze uniche e incomparabili. Andiamo allora al “curry” in questione che ho provato per voi.

SRI LANKAN CURRY
Ingredienti per 4 persone

1 patata dolce, sbucciata e tagliata a pezzetti di dimensioni non superiori a 2,5 cm
½ zucca violina,  sbucciata e tagliata a pezzetti di dimensioni non superiori a 2,5 cm
3 cucchiai di olio di cocco
½ cucchiaino di curcuma macinata
½ cucchiaino di cannella in polvere
½ cucchiaino di peperoncino in polvere
1 cucchiaino di curry in polvere
2 peperoni rossi, privati dei semi, tagliati a fette 
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di senape nera
1 cipolla rossa grande, affettata finemente
3 spicchi d'aglio, affettati finemente
2 peperoncini verdi, tagliati a pezzi e tagliati a pezzi piccoli (non più grandi di 5 mm)
una lattina da 400g di latte di cocco
1 cucchiaio di zucchero di cocco o sciroppo d'acero
succo di ½ lime
100 g di spinaci baby
sale

Preriscaldare il forno a 240ºC. Mettere la patata dolce e la zucca in una teglia con un pizzico di sale, 2 cucchiai di olio di cocco, la curcuma, la cannella, il peperoncino in polvere e il curry in polvere. Arrostire in forno per 30-35 minuti, finché il tutto non si ammorbidisce, aggiungendo i peperoni affettati negli ultimi 10 minuti. Una volta pronto, rimuovere e lasciare da parte.
Nel frattempo, mettere una pentola dal fondo spesso, a fuoco medio, con il rimanente olio di cocco. Una volta caldo, aggiungere i semi di cumino e semi di senape nera e cuocere per 30 secondi, fino a quando non iniziano a scoppiettare.
Aggiungere la cipolla rossa, l'aglio e il peperoncino e cuocere per altri 5 minuti prima di aggiungere il latte di cocco e lo zucchero di cocco o lo sciroppo d’acero. Cuocere per altri 15 minuti, aggiungendo il succo di lime negli ultimi 5 minuti.
Aggiungere la zucca, le patate dolci e i peperoni (che erano in forno) e cuocere per altri 5 minuti, mescolando continuamente per assicurarsi che non si attacchi al fondo della padella.
Infine, mescolare con gli spinaci e lasciarli appassire prima di servire.

NOTE

- La ricetta è abbastanza facile. Bisogna solo organizzarsi un po’ con gli ingredienti che sono molteplici. Basta averli sul piano di lavoro e si fa in fretta.
- Una vera e propria sinfonia è stato lo scoppiettare dei semi di cumino e di senape nera che poi, uniti agli altri ingredienti, danno un sapore dolce e speziato, orientaleggiante.
- Il dolce e il piccante si amalgamano perfettamente insieme e l’uno non prevale sull’altro. Sembrerebbe quasi una ricetta dolce (patata, zucca, sciroppo d’acero, latte di cocco, eccetera) ma l’equilibrio salato-piccante è veramente perfetto e si percepiscono nel palato con grande armonia.
- Il colore, poi, del curry è qualcosa che alla fine lascia tutti più contenti.
- I miei invitati hanno fatto il bis e hanno apprezzato molto. 

PROMOSSA A PIENI VOTI

14 commenti:

  1. Pur piacendomi moltissimo questo fa parte dei piatti che posso mangiare solo al ristorante, o se sono invitata da qualche amica indiana: la leggendaria idiosincrasia per le spezie dell'augusto consorte pone un ostacolo insormontabile anche alla sola preparazione, dato che gli dà fastidio anche il profumo.
    Peccato perchè è veramente bellissimo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si fa a convertire al "currismo" l'augusto consorte ?
      hahhahaha

      Elimina
    2. huahuaahuahuauhauhuahhuahuauhauah
      certo, il currismo è una religione fondamentalista ...

      Elimina
  2. Bello e, sicuramente, buono. Adoro le spezie e i peperoni. Grazie Biagio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te! è veramente molto buono e poi questo profluvio di colori fa proprio tutto più bello e armonioso!

      Elimina
  3. Mi tocca andare alla ricerca dei semi di senape nera, non sapevo neanche della loro esistenza, dopodichè pancia mia fatti capanna 😋
    Grazie Biagio ottima scelta 🙏😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao e grazie ! era da tanto tempo che non ci si leggeva!!!

      Elimina
  4. MMMHHHH, molto invitante! Ormai da anni ho la currite acuta. Mi lascia un po' perplessa la cottura, 240° 30-35'? Non è un p' tanto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Lore, proprio così. Perché devono arrostirsi ben bene!
      Fa' il curry e poi mi scrivi !
      ciao ! e grazie mille per essere passata da qui.

      Elimina
  5. Pur adorando il curry, possibilmente "mild" come dicono gli inglesi, mi sono agitata solo leggendo la lista di ingredienti. Io lo so che le spezie vanno trattate come dio comanda, ma io ho la mia bella bustina di curry già pronto (anatema, lo so) e sicuramente proverò il tuo piatto usando questa...altrimenti mi addormento al metà della lista e mi dispiacerebbe.
    Grande Biagio. Un super bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. #morto al sapere che ti addormenti a metá della lista (perché anche a me stava succedendo la stessa cosa... ma poi sono risorto... - periodo pasquale).
      Ciao bella, bacioni!

      Elimina
  6. Questa è una di quelle ricetta che, all'inizio, può spaventare proprio per la lunga lista degli ingredienti, ma il profumo che si sviluppa durante la preparazione, e l'assaggio finale (di solito), mi fanno presto dimenticare del lungo elenco ;)
    Grazie, Biagio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il lungo elenco mi ha spaventato, ma quando comincia lo scoppiettio.... tutto passa...
      grazie a te!!!
      bacioni dal Brasile

      Elimina