venerdì 18 maggio 2018

SALMOREJO AVEC BEIGNETS ANDALOUS D'AUBERGINES FRITES

Immagine tratta dal libro, di Amélie Roche
Il tempo negli ultimi mesi è stato decisamente pazzo: Burian in marzo, caldo in aprile, rovesci temporaleschi in maggio con conseguente calo delle temperature. Tutto questo non fa che acuire la mia voglia di indossare i sandali, alleggerire il guardaroba e pure il menù.
Non potendo ancora portare gli abiti leggeri che vorrei, mi sono rivolta alla cucina per soddisfare la mia voglia di estate. 😇

Il piatto estivo che mi preparo più spesso è indubbiamente il Gazpacho: rinfrescante, nutriente e ricco di vitamine e sali minerali, compare sulla mia tavola almeno 3 volte alla settimana durante la bella stagione.
La cucina spagnola però non offre solo il Gazpacho: c'è anche il suo gemello diverso, il Salmorejo, che non prevede i peperoni ed è più denso, ma non per questo meno gustoso.
Tradizionalmente viene servito con pezzetti di jamòn serrano e albume di uovo sodo; Bernard Laurance lo accompagna anche con deliziosi spicchi di melanzana impanata e fritta.


Per 4 persone:

6 pomodori maturi
2 piccoli spicchi d'aglio
2 cucchiai di aceto bianco
180 ml di olio extravergine di oliva
2 o 3 fette di pancarré senza crosta
sale
2 uova
2 fette di jamòn serrano o prosciutto crudo

2 piccole melanzane lunghe (sono meno amare)
1 o 2 uova
Pangrattato
Olio d'oliva
Sale

Far rassodare le uova tuffandole per 10 minuti in acqua a bollore, quindi farle raffreddare sotto il getto dell'acqua fredda.
Ammollare il pancarrè in acqua.
Scegliere dei bei pomodori maturi: sono loro che daranno al salmorejo il suo gusto delizioso! Lavarli e togliere la parte con il picciolo, quindi metterli ancora interi nel robot da cucina insieme all'aglio, all'aceto e all'olio d'oliva.
Avviare l'apparecchio, unire il pane strizzato e frullare fino a ottenere una crema densa. Salare, assaggiare e aggiustare il condimento: a gusto aggiungere altro sale, aceto, olio o aglio, l'importante è ottenere una consistenza molto densa.
Passare il salmorejo in frigo per almeno 2 ore prima di servirlo.

Poco prima di servire lavare le melanzane, sbucciarle con un pelapatate e tagliarle in quarti nel senso della lunghezza, quindi tagliare ciascun quarto a metà, ottenendo in tutto 16 spicchi delle stesse dimensioni.
Sbattere le uova e immergervi gli spicchi di melanzana, quindi passarli nel pangrattato ricoprendoli uniformemente e friggerli in olio profondo fino a quando siano ben dorati. Scolarli su un doppio foglio di carta da cucina e salarli.

Tagliare a pezzetti il prosciutto crudo e tritare gli albumi delle uova sode; versare il salmorejo nelle fondine, condire con un filo di olio extravergine di oliva, cospargere la superficie con l'albume di uovo sodo e il prosciutto crudo e servire ben freddo, accompagnandolo con gli spicchi di melanzane fritte ben caldi.

OSSERVAZIONI

Mi è piaciuto moltissimo questo piatto: che pomodori e melanzane siano un'accoppiata vincente lo sapevo già, ma l'accostamento della melanzana fritta ben calda con la zuppa ben fredda mi ha piacevolmente sorpresa: se cercavo un'alternativa golosa al gazpacho per le mie cene estive, l'ho trovata.

La ricetta è estremamente semplice e spiegata in dettaglio: impossibile che non riesca.

L'unica cosa che ho fatto diversamente è stato... tagliare i pomodori in quarti prima di metterli nel robot da cucina: ho preferito così, ma è solo un dettaglio.

Il giorno dopo, quando i sapori si sono ben amalgamati, la zuppa è ancora migliore.

Per me quindi questa ricetta è

PROMOSSA



13 commenti:

  1. Brava, Mapi! sai che c'é una versione siciliana del "salmorejo", probabilmente dovuta ai lasciti ereditari degli antichi colonizzatori... e si chiama "salmoriglio" (in dialetto, "sammurigghiu"). Dalle mie parti, però, si fa di solito con olio extravergine di oliva, aglio, origano "come se piovesse" e qualche goccia di succo di limone. Magari anche un po' di peperoncino piccante. Lo si usa di più sul pesce spada alla griglia, ma al mio povero papà piaceva tantissimo sulla carne arrosto! ciao !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che conosco lu sammurigghiu (sono siciliana anch'io :-) ), ma non lo avevo associato a questo piatto perché da noi è per l'appunto una marinata. Una mia zia lo spennella servendosi di un mazzetto di origano, quando facciamo le grigliate (e pure noi lo usiamo sulla carne, anche se è nato per il pesce).
      Un beso! :-)

      Elimina
    2. anche sei tu SICULA SEI???? vivaaaaaaaa TOP TOP TOP

      Elimina
  2. Faccio spesso il gazpacho e mi fa piacere aver trovato ora una alternativa altrettanto gustosa: l’abbinamento con le melanzane è sicuramente vincente, dice una grande amante della pasta alla Norma...:) grazie Mapi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata una gradevolissima scoperta. ;-)

      Elimina
  3. Mapi, mi piace tantissimo la tua scelta perché anch’io amo il gazpacho, ma proprio tanto. Mi sono comprata anche un libro monotematico sull’argomento:)
    Trovo l’abbinamento con il fritto vincente, l’ho provato tempo fa con le acciughe e ci stava benissimo, proverò anche il Salmorejo con le melanzane fritte :)D
    Grazie per questa golosissima scelta ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gazpacho e acciughe fritte? Da provare!!! E le proverò pure col salmorejo.
      Grazie Ale!

      Elimina
  4. Con le melanzane fritte...forse...dico forse....riesco a farlo mangiare a Ram :D Grazie Mapi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Magari lui mangia le melanzane, e tu il Salmorejo! ^_^

      Elimina
  5. Il gazpacho questo sconosciuto, non l'ho mai fatto e neanche mai mangiato, persino in Spagna non l'ho assaggiato, chissà perchè... 🤔 apparentemente non c'è nessun motivo, ma vuoi vedere che se mi faccio il salmorejo poi aprirò le porte anche al gazpacho??? 😏😊
    Riguardo alle melanzane io quegli spicchi così preparati poi li passerei direttamente in forno, altro che friggerli, la melanzane impanata sia nel pangrattato ma soprattutto nel pancarré sbriciolato, al forno viene croccantissima, un golosissimo finto fritto che spesso mi concedo.
    Vedo che sull'aglio non dici niente e mi pare che a te non piaccia tanto l'aglio crudo, quanto si sentono questi 2 piccoli spicchi??? E' giusto una curiosità per potermi regolare...
    Grazie Mapi per aver fatto una scelta che mi incuriosisce 😍💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò Franca, l'aglio (crudo o cotto) non mi piace da solo (non fatemi mangiare una zuppa d'aglio o dell'aglio marinato, per esempio), ma se è frullato e ben amalgamato agli altri ingredienti, mi piace eccome. Nel salmorejo secondo me danno sapore senza prevalere; puoi cominciare mettendone uno e regolarti secondo i tuoi gusti.

      Mi porto a casa il tuo splendido consiglio sul finto fritto di melanzane: l'idea me gusta assai!!!

      Grazie e un abbraccio.

      Elimina