martedì 24 settembre 2019

CARROT, FENNEL SEED AND RED LENTIL SOUP WITH LABNEH AND SESAME OIL





Nell'introduzione di questa ricetta, Sabrina Ghayour dice una cosa che mi trova completamente d'accordo e cioè che le zuppe non devono solo scaldare, ma avere anche una complessità di aromi e consistenze. Insomma, quella che mi aspettavo era una zuppa non banale e con un'armonia di sapori unica. Come sarà andata?




CARROT, FENNEL SEED AND RED LENTIL SOUP 
WITH LABNEH AND SESAME OIL
Ingredienti per 4 persone:
2 cucchiai di semi di finocchio
olio vegetale o ghee (io ho usato olio extravergine di oliva)
50 g di zenzero sbucciato e finemente tritato o grattugiato
1 cipolla tritata
500 g di carote pelate e tagliate in pezzi grossi
2 grossi spicchi di aglio tritati grossolanamente
1 cucchiaino di curcuma
2 litri di acqua in ebollizione
il succo di 1/2 limone (circa 2 cucchiai)
150 g di lenticchie rosse
4 cucchiai di labneh o yogurt greco
4 cucchiaini di olio di sesamo
fiocchi di sale Maldon e pepe nero macinato fresco
un paio di pizzichi di peperoncino in scaglie per guarnire

Ponete una grande casseruola su fuoco medio e tostate i semi di finocchio per due minuti. Aggiungete un filo di olio o ghee, lo zenzero e la cipolla. Rosolate tutto finché la cipolla non inizierà ad ammorbidirsi, senza farla dorare troppo. Aggiungete le carote e saltatele finché non iniziano ad ammorbidirsi.
Unite ora l'aglio, la curcuma e un generoso pizzico di sale e pepe. Mescolate bene. Versate l'acqua nella casseruola e fate sobbollire senza coperchio per 45 minuti. Trascorso questo tempo fate intiepidire la zuppa quindi frullatela con un minipimer o trasferendola in un frullatore. Rimettete la zuppa in pentola e, se necessario, regolate di sale e pepe. Unite quindi il succo di limone.
Rimettete la pentola sul fuoco a fiamma media e unite le lenticchie rosse. Fate sobbollire e cuocete mescolando di tanto in tanto per 30-40 minuti o finché le lenticchie sono morbide. Se la zuppa dovesse essere troppo densa, frullatene la metà, sempre con minipimer o in un frullatore.
Suddividete la zuppa in quattro ciotole. Completate con un cucchiaio di labneh e un cucchiaino di olio di sesamo. Finite con un pizzico di peperoncino e servite.

NOTE
- A prima vista, la zuppa - già dal titolo - potrebbe quasi sembrare un'accozzaglia di ingredienti. In realtà hanno (quasi) tutti il loro perché.
- Le carote e le lenticchie rosse con i semi di finocchio sono stati una bella scoperta. Mi sarei aspettata, che so, l'aggiunta di un pizzico di cumino o coriandolo, che secondo me ci sarebbero stati benissimo, invece la nostra ha optato per la curcuma, che si è comunque rivelata un'ottima scelta.
- Le diverse consistenze, nella zuppa, ci sono fino a un certo punto, ma nel complesso la texture è piacevole.
- La presenza del labneh o dello yogurt greco è secondo me indispensabile per fondere insieme tutti i sapori e dare, insieme al limone, la giusta acidità al piatto.
- La cosa che mi ha quasi infastidito è stato l'olio di semi di sesamo, visto che onestamente non aggiunge nulla. Anzi, non ci sta neanche troppo bene, visto che va quasi a disturbare la tanto decantata armonia di sapori. Troppo forte, troppo tostato. Insomma, un'aggiunta che l'autrice poteva benissimo evitare, secondo me. 

Detto questo, la zuppa è comunque buona e piacevole da mangiare, per cui la ricetta è 

PROMOSSA

Alessandra Corona - La Cucina di zia Ale

14 commenti:

  1. Invogliante questa soup e sono d'accordo con te, si può fare a meno dell'olio di sesamo, tutto il resto però mi ingolosisce, quindi Grazie per aver scelto questa ricetta 😍🙏

    RispondiElimina
  2. Grazie, una bella zuppa, insolita ed appagante. Lo zenzero non lo amo particolarmente, ma sulla tua parola, ripeterò questa ricetta, senza olio di semi di sesamo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prova con un pochino meno zenzero, ma ti assicuro che si amalgama bene al resto :)

      Elimina
  3. forse con questa zuppa mi stai convincendo, cara zia nana....
    ;)

    RispondiElimina
  4. La base di questa zuppa, ovvero le lenticchie rosse, il laban, le spezie usate sono tipiche di una zuppa che si usa moltissimo qui in Arabia. QUesta variante la provo, dato che l'altra la faccio una volta a settimana. Proverò con e senza olio di sesamo, credo che l'effetto dipenda molto anche dalla marca di olio usata. E' bellissima, Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la tua, allora :D
      Sull'olio di sesamo può darsi, forse il mio era troppo forte? Prova anche tu e mi dirai.

      Elimina
  5. Ho imparato solo in età adulta ad amare le zuppe. E questa che hai preparato tu, per il post di oggi, ha un aspetto stupendo! La proverò presto ;)
    Grazie, Ale!

    RispondiElimina
  6. Fatta ieri sera, l'abbinamento dei sapori è molto interessante, ma la cottura mi è sembrata assurda, ho cotto carote e lenticchie insieme (e in pentola a pressione) e poi ho frullato il tutto, che tanto le lenticchie rosse dopo 30-40 minuti sono comunque disintegrate, no? Anche le carote, perché tagliarle a pezzi grossi? A pezzi piccoli cuociono prima (e, nota personale, a me piace un sacco maneggiare il coltello :D).
    Comunque sapore ottimo, ho provato una mezza porzione con un buon olio di sesamo e concordo, è di troppo. Grazie per il vostro impegno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse la "doppia" cottura è per far amalgamare ancora meglio i sapori? Dovremmo chiederlo all'autrice :D
      Comunque, felice che ti sia piaciuta, grazie :))

      Elimina
  7. Preparata ieri sera, che dire, davvero speciale, oggi la stampo perchè voglio averla sempre a portata di mano :-D

    RispondiElimina
  8. Questa la faccio entro la fine della settimana!!!! GRAZIE ALE!!!!

    RispondiElimina