mercoledì 11 settembre 2019

BAKLAVA BUNS






In un’intervista per il quotidiano inglese “Evening Standard”, Sabrina Ghayour ha dichiarato che, tra tutte le ricette dolci di Bazaar, questa è quella di cui va più fiera, un ibrido tra la cultura nordeuropea del “bun” e del classico dolce mediorientale.
L’ho provata e il mio giudizio lo trovate alla fine di questa ricetta. 

Ingredienti 
per 12 baklava buns

Per i buns
350 g di farina forte (Manitoba), più dell’altra per infarinare
7 g di lievito di birra disidratato
un buon pizzico di sale 
150 g di yogurt greco 
125 ml di acqua tiepida
2-3 cucchiai di olio d’oliva 

per il ripieno
200 g di burro non salato, a temperatura ambiente 
1 cucchiaino colmo di cannella in polvere
125 g di zucchero demerara 
200 g di pistacchi tagliati grossolanamente 
miele chiaro, per servire 


Per fare i “buns”, mescolare la farina, il lievito e il sale in una ciotola capiente, poi aggiungere lo yogurt, l’acqua tiepida e l’olio d’oliva fino a ottenere un impasto che dovrà risultare soffice e morbido. 
Se sembra troppo appiccicoso, aggiungere un po’ più di farina; se dovesse sembrare troppo secco, aggiungere un po’ più di olio. Modellarlo in una palla, metterlo in una ciotola e coprirlo con un canovaccio pulito e metterlo in un posto tiepido a lievitare per circa per un’ora e mezza.
Preriscaldare il forno a 200 gradi. 
Rivestire due leccarde con della carta forno. 
Mescolare il burro già ammorbidito con la cannella e lasciare da parte. 
Infarinate il tavolo da lavoro e stendete l’impasto fino a ottenere un rettangolo di circa 25 x 50 cm. Cospargere il burro con la cannella su tutta la superficie dell’impasto, lasciando liberi 2,5 cm dai bordi. Spargere lo zucchero su tutta la superficie e aggiungere i pistacchi. 
Arrotolare l’impasto dal lato lungo cominciando da quello più vicino a noi, quanto più stretto si riesca. 
Chiudere bene le estremità per non fare uscire il ripieno.  Con un coltello ben affilato tagliare con attenzione l’impasto in 12 fette rotonde uguali. 
Metterne 6 su ogni leccarda preparata, assicurando che siano ben distanziate l’una dall’altra. Cuocere per 18-20 minuti o finché dorati. 
Una volta cotti, versare il miele a piacere e servire tiepidi.
NOTE 


-La ricetta è ben spiegata, soprattutto per quelli laici come me, in ambito di lievitazione. Nel mio forno si sono cotti in quasi 30 minuti. Ma è già saputo che ogni forno é un argomento specifico…

- A differenza del baklava classico, nella versione di Sabrina Ghayour non troviamo il tradizionale sciroppo di zucchero, ma il miele, che può essere dosato a piacere e conferisce al dolce una variazione molto golosa.

-I Baklava Buns sono assolutamente deliziosi. Un profumo di cannella inonda la cucina. Certo, il burro si fonde e inonda anche la leccarda, dando comunque croccantezza alla parte inferiore del “bun” e lasciando la parte interna un po’ più morbida. Questa miscela di croccantezza e morbidezza è un po' la novità di questo dolce ibrido.

-Li ho portati al lavoro e sono finiti in pochi minuti. Il “crunchy” è l’elemento a sorpresa. I “cinnamon buns” per esempio che avevo già provato in altri luoghi o presi da altri libri erano più soffici. Ma forse è stata tutta colpa mia, perché avrei potuto collocare un canovaccio pulito umido sopra per evitare che seccassero rapidamente. 

La ricetta è comunque
 PROMOSSA


18 commenti:

  1. Ci prendi per la gola anche in questa nuova edizione, con la tua solita bravura. E ovviamente io ogni volta sto lì a sognare ad occhi aperti. Cosa sogno? Una plausibile versione gluten free. Bentornato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Sonia! ma secondo me, con una farina per dolci totalmente gluten-free il sogno si realizza !!! ciao!

      Elimina
  2. Per una grande amante di cinnamon roll e company, nonchè estimatrice di dolci mediorientali, questo ibrido è abbastanza curioso. Sarebbe forse stato "più ibrido" mantenendo il tipico sciroppo del baklava? Nel dubbio, mi riprometto di assaggiare :D grazie Biagio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi lo sa... forse si!!!!
      grazie Stefi!!!! rifalla appena hai un po' di tempo... magari con questa variazione "arabafeliciana". Un abbraccio

      Elimina
  3. Orpo...questa è roba da Redone! 😋🤩

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe bellissimo e saremmo tutti iper mega contenti!!!
      ciao Giulietta!!!

      Elimina
  4. Sei stato temerario nel buttarti con un lievitato ma ormai hai un aiuto prezioso in casa e ti invito a proseguire negli esperimenti.
    Su questa ricetta non ho nessun pregiudizio, anzi trovo che sia una bellissima idea anche se non così originale come l'autrice vuole farcela passare, visto che ormai i cinnamon buns or rolls come vuoi chiamarli, vengono riempiti con la qualunque. Apprezzo comunque il binomio che certamente è golosissimo.
    Tu grande come sempre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Patty. I lievitati sono oramai una delle cose che piú mi piace testare... con tanta pazienza e affetto... come anche tu mi hai insegnato... ciao1!!!!

      Elimina
  5. Al di là del fatto che leccherei lo schermo, concordo con Patti sul fatto che non siano poi cosi originali. A naso, avrei usato la pasta fillo. Ma - detto inter nos- li avessi qui me li farei fuori tutti, senza tante elucubrazioni :) Esecuzione perfetta, complimenti

    RispondiElimina
  6. L'idea non mi dispiace, e la tua scelta ha stimolato la mia curiosità! Si potrebbe provare sia con il miele, che con lo sciroppo del baklava, come scritto da Stefi. Bisognerà sacrificarsi per una prova... ;)
    Grazie, Biagio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fa bene fare un sacrificio ogni tanto!
      un abbraccio e grazie a te, Ale!

      Elimina
  7. Mi accodo alle altre nel dire che la nostra non si è certo inventata chissà cosa, ma non per questo non me ne spazzolerei una teglia. Mentre leggevo, sentivo l'odore di cannella!
    Avrebbe potuto osare di più? Forse.
    Ah, dici che il burro è un po' scappato fuori in cottura... magari la prossima volta lasciali pochi minuti in frigo prima di infornarli o cerca di tenere il burro leggermente meno morbido e vedi se fa lo stesso effetto :)

    Grazie Biagio :-**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, che dirti ? ti ringrazio tanto per la dritta... sono proprio un dilettante! hahahaa... peró la signora Ghayour avrebbe potuto avere l'accortezza di scriverlo... sarebbe stata piú precisa...
      comunque il baklava ibrido era buono per davvero!!!
      ciao!!!! bacioni dal Brasile

      Elimina
  8. Golosi son golosi, appena possibile proverò anche questa versione dei cinnamon buns.
    Grazie Biagio, riesci sempre a ingolosirmi 😋🤤🥰🙏

    RispondiElimina
  9. Ti definisci un laico della lievitazione.... E poi fai dei lievitati magnifici! Belli, appetitosi, certo la ricetta non è molto originale, come rilevato da tutti, ma si prospetta buonissima!😋
    Rimango perplessa sul termine buns, a me sembrano più rolls.... !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buns o rolls... io direi "ibridi" hahahaaha
      un baklava hybrid (ma non suona tanto bene) ...
      comunque, vale la pena provarli perché sono proprio deliziosi !
      Ciaooooooo

      Elimina