giovedì 12 ottobre 2017

CHOCOLATE, BANANA AND PECAN COOKIES


Ho sfogliato Sweet (e continuo a farlo) a lungo prima di decidere quali ricette scegliere per lo Starbooks, certo non perché non trovassi qualcosa di mio gradimento, ma il contrario... ci sono troppe ricette che vorrei provare!!!
La ricetta dei biscotti che ho scelto di provare, si trova fra le prime pagine del libro, e l'utilizzo della banana nell'impasto mi incuriosiva da morire... La glassa che si forma in cottura crea una crosticina irresistibile, soprattutto quando si raggiunge il cuore morbido.
Grazie, Yotam :)

Ottolenghi svela subito il segreto per la perfetta riuscita di questi biscotti: devono essere leggermente poco cotti. L'aggiunta della banana all'impasto è un'idea di Jim Webb, a lungo suo collaboratore. La banana, oltre a tenere i biscotti umidi, dona all'insieme un sapore caratteristico e particolare. Provateli e capirete :)))

Ingredienti per 24 biscotti

110 g di burro a temperatura ambiente, tagliato a cubetti
110 g di zucchero semolato
1 uovo grande, battuto leggermente
125 g di farina bianca
½ cucchiaino da tè di baking powder
20 g di cacao amaro in polvere (tipo olandese)
½ cucchiaino da tè di cannella in polvere
¼ di cucchiaino da tè di sale (fino)
100 g di gocce di cioccolato (al 70%) o 100 g di cioccolato fondente, tagliato in pezzetti di 0,5 cm
50 g di banana ben schiacciata (circa mezza banana piccola)
170 g di noci Pecan (o noci comuni) , tritate finemente 
100 g di zucchero a velo, per ricoprire i biscotti

1. Montare burro e zucchero in un mixer con il gancio a foglia, a velocità medio-alta, finché il composto non sarà morbido e soffice. Incorporare bene le uova, gradualmente, sempre montando. Setacciare la farina con il lievito, la cannella, il cacao e il sale in una ciotola, poi unire al composto di burro e zucchero, con il motore del mixer a bassa velocità, lavorando per 15 secondi circa. Infine unire il cioccolato e la banana. Lavorare il composto, sempre nel mixer, fino ad amalgamare gli ingredienti, poi trasferire in frigorifero per due ore a rassodare.
2. Quando il composto si sarà rassodato, con le mani formare delle palline di 3 cm, circa 20 g di peso l'una. Potrebbe essere necessario lavarsi le mani una o due volte durante questa fase, se il composto dovesse diventare troppo appiccicoso. Mettere le noci in una ciotola di medie dimensioni e lasciarci cadere le palline dopo averle formate. Rotolare le palline in modo da coprirle completamente, premendo leggermente per far aderire bene le noci.
3. Rivestire una teglia da forno con carta forno e appoggiarci i biscotti, senza preoccuparsi di distanziarli, dovranno solo riposare in frigorifero per almeno un'ora.



4. Quando si è pronti per la cottura, preriscaldare il forno a 190°C/170°c se ventilato. Rivestire due teglie con carta forno.
5. Mettere lo zucchero a velo in una ciotola e rotolarvi le palline, premendole per far aderire bene lo zucchero. Trasferire sulla teglia, distanziando le palline di 2-3 cm una dall'altra. Appiattire i biscotti con la mano fino ad un altezza di un cm.
6. Cuocere per 10 minuti. I biscotti dovranno essere morbidi al tocco quando li tirerete fuori dal forno. Lasciarli raffreddare nella teglia di cottura per 10 minuti, poi trasferirli, delicatamente, su una gratella. Li potete servire caldi, e saranno ancora un po' appiccicosi al centro, oppure lasciarli raffreddare completamente.


Questi biscotti danno il meglio se mangiati il giorno stesso in cui si preparano.
Una volta formate le palline, si possono conservare in frigorifero fino a 2 giorni, o in congelatore fino a 3 mesi. Per cuocerli senza congelarli, dovrete aggiungere un minuto al tempo di cottura.

NOTE PERSONALI

- non amo molto le glasse, ma in questa ricetta, il contrasto tra la glassa croccante e il morbido dell'interno del biscotto è vincente, e non smetteresti mai di mangiare questi biscotti

- la formatura delle palline è il passaggio che potrebbe presentare qualche difficoltà, visto che il composto tende ad appiccicarsi, ma è superabile seguendo il consiglio di Ottolenghi di lavarsi le mani.

- con le dosi indicate ho preparato esattamente 24 biscotti

- l'unico punto che non mi è chiaro è quello del congelamento delle palline, se si decide di cuocerle senza scongelarle... lo zucchero va messo prima del congelamento? Credo di sì, altrimenti non credo che potrebbe aderire bene. E poi, cuocendole da congelate, forse sarebbe meglio appiattirle prima. Da congelate non si riuscirebbe. Se avete esperienze in merito, si accettano consigli! Grazie ;)

La ricetta è decisamente:

PROMOSSA



13 commenti:

  1. Quella crosticina di glassa è da bella da morire;) e l'interno morbido ....ok segno da fare anche questi XD ....addio buoni propositi di far la dieta.... Complimenti per la scelta e la realizzazione ;) baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li ho preparati prima della dieta... Luciana, tu mica hai problemi di linea, sei in fortissima, altro che dieta!!! E poi, uno strappo alla regola questi biscotti se lo meritano ;)

      Elimina
    2. Mi faccio tirare con la corda di burro ��

      Elimina
  2. Non impazzisco nemmeno io per le glasse, ma almeno dal punto di vista estetico in questi biscotti mi sembra fondamentale. Se poi tu mi dici che il contrasto con il cuore tenero è vincente, ci credo! :-p
    Ed ecco un altro post-it aggiunto al libro... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mapi, visto che condividi il mio pensiero sulle glasse, vedrai che questi biscotti sono l'eccezione che conferma la regola...
      Un bacione

      Elimina
  3. Io invece che per le glasse vado matta già immagino il contrasto col biscotto e ho l’acquolina in bocca!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefi, ero certa della tua passione per le glasse... Con dei biscotti come questi vai sul sicuro :)))

      Elimina
  4. Che carini questi cookies, mi piace l'idea di usare le noci pecan che preferisco al gusto delle noci comuni e poi l'aggiunta della banana e del cioccolato me li renderà golosi, certo che dovrei prepararli quando avrò ospiti, perché finire 24 biscotti in 2 giorni non è da me, non sono così golosa di dolci 😊 perché se fossero 24 pizzette le finirei in mezza giornata 😉😜😊
    Brava Ale hai fatto dei cookies bellisimi e di sicuro golosissimi 💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le noci pecan mi piacciono da morire e, per fortuna, le trovo facilmente nella vicina Svizzera. Franca, io ho preparato l'intera dose, ma ne ho congelati circa la metà. Non potevo strafogarmi, anche se la mia piccolina mi ha dato una mano nell'assaggio e pure mio marito, anche se non potrebbe...

      Elimina
  5. Questi sono proprio da fare . Da Starbooks ho provato un bel pò di ricette di Ottolenghi grazie a tutte voi che siete delle guru infallibili, dettagliate e instancabili... è solo di 2 giorni fa quella de i funghi Portobello al taleggio fuso,il Redone di settembre di cui ringrazio infinitamente l'autrice: sono un' autentica delizia, probabilmente i migliori funghi ripieni mangiati in vita mia! Il coniuge se ne sarebbe mangiati il doppio, se avessi raddoppiato le dosi!Inoltre veramente veloci &semplici da fare come precisa Veronica ! Ancora grazie 1000!Adesso che i Portobello finalmente sono riuscita a reperirli e so che posso rifarli ancora, li rifarò senz'altro!!Questi biscotti sono un' ammaliante sirena , sopratutto per gli ingredienti che per me sono una droga da sempre( banane-cioccolato -noci + glassa , in cui annegherei )!!!Posso chiedere solo una precisazione per favore?Sicuramente è una domanda un po' scema , ma... le palline formate vanno SOLO nello zucchero a velo? Non serve passarle prima nello zucchero semolato prima di farlo come si fa di solito con i crinkles, perchè l'impasto umido fa da collante?Grazie anticipate se mi regalate ancora un pò del vostro tempo per rispondermi ! Ambra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra e grazie a te!
      Non sai quanto faccia piacere sapere, a noi starbooker, che quello che facciamo con tanta passione e dedizione, venga apprezzato e capito da chi ci legge :)))
      Veniamo alla tua domanda, che non è affatto scema! La risposta te la sei già data tu ;) Dopo aver rotolato le palline nelle noci, vedrai che saranno meno appiccicose, non serve lo zucchero semolato, ma solo quello a velo, che aderirà al composto senza problemi.
      Ti aspettiamo per il Redone ;)

      Elimina
  6. Grazie ancora per la precisazione!!!!Spero di farli tra qualche giorno, poi vi dirò!!Buon lavoro a tutte voi! Ambra.

    RispondiElimina
  7. Una ricetta più invitante e particolare dell'altra, che delizia!

    RispondiElimina