giovedì 22 settembre 2022

TAHINOBISKOTO: TAHINI, ALMOND AND HONEY COOKIES

 


Non so come presentare questi biscotti.
Forse dovrei dire, si presentano da soli. Potremmo chiamarli come degli amaretti greci, se vogliamo, morbidi e un po’ gommosi.
Comunque deliziosi, fini. Stanno bene con i semi di sesamo neri, oppure con una miscela di semini bianchi e neri, ma non fa certo una notevole differenza per il sapore.
Sono ultra mega “blaster” rapidi da fare. Sono costituiti da pochissimi ingredienti. Insomma, senza molti fronzoli, si fanno veramente in un attimo. Ma tante cose si fanno in un attimo… bisognerà vedere qual è il risultato effettivo…


Ingredienti per 12 biscotti 

150 g di farina di mandorle
1 cucchiaino di lievito in polvere
¼ cucchiaino di sale fino
100 g di salsa tahini
90 g di miele
15 g di semi di sesamo, meglio se una miscela di sesamo bianco e nero
 
 
Preriscaldare il forno a 180°C.
Rivestire due teglie con carta da forno. Mescolare insieme le mandorle tritate, il lievito e il sale. Aggiungi la salsa tahini e il miele e amalgamare bene fino a che liscio e omogeneo. Mettere i semi di sesamo in una ciotola o su un piattino. Dividere il composto in 12 piccole parti e formare delle palline con le mani. Rotolare leggermente ogni pallina nei semi di sesamo e adagiarla sulla teglia foderata.
Lasciare qualche centimetro buono tra di loro perché si spanderanno un poco. Premere leggermente su ogni pallina per appiattirla leggermente. Cuocere in forno per 8-10 minuti, o fino a quando i biscotti non saranno leggermente dorati lungo il bordo (nel mio ci sono voluti tra i 12 e i 15 minuti). Lasciar raffreddare sulla teglia per 5 minuti, quindi trasferire su una griglia a raffreddare.

NOTE 

Che dire? Quello che dicevo nell’introduzione è tutto vero: mai visti dei biscotti che si fanno in men che non si dica. E poi sono buonissimi. 
La salsa tahini è uno spettacolo sempre, tanto nel salato come nel dolce, ma qui abbinata al sapore delle mandorle e alla fluidità del miele diventa un toccasana alle papille gustative. 
Non vi posso dire che farli subito, appena potete, senza aspettare il Natale. 
Io li ho fatti e rifatti varie volte, regalati, mangiati, regalati, mangiati. 
 
Va da sé che la ricetta è PROMOSSA A PIENI VOTI. 
Bravissima Georgina per questa deliziosa invenzione!!!
 

10 commenti:

  1. Come hai detto tu, caro Biagio, questi biscotti si presentano da soli. Mi piace il fatto che si preparino in un battibaleno, e ovviamente mi piace il fatto che gli ingredienti contemplino la tahina, che a casa mia non manca mai.
    In pratica, sono da fare, assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mapi, sono di una bontà inaudita... e poi si possono doppiare, triplicare... l'impasto poi è così delizioso che lo mangeresti tutto crudo... buona giornata !

      Elimina
  2. Anche questi me li avevi soffiati!😂 sono splendidi e posso dirlo perché li ho provati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche questi ? ma allora è proprio una questione di (buon) gusto !!!! hahahaha

      Elimina
  3. Ho fatto dei biscotti alla tahina millemila anni fa ed erano una vera droga. Questi non saranno da meno, ne sono certa!
    Grazie Biagio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. millemila anni fa... è come ieri ... questi ti piaceranno come quegli altri!!! ciaoooooo

      Elimina
  4. E però non è possibile! Come resistere? Li metto in cima alla lista: i primi dolci da fare, prima possibile... 😋😋😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono vegan e li fai in un battibaleno... forza, falli per il Redone!!!

      Elimina
  5. Che dire? Se non che sto tirando fuori gli ingredienti alle 7 del mattino? L'ennesima tentazione targata Biagio a cui, ovviamente, non so resistere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema è che si mangerebbe anche l'impasto da crudo ahhahhahaha... buongiorno a te, allora!

      Elimina