lunedì 14 giugno 2021

LO STARBOOK DI GIUGNO 2021 E'....

 


MAZI, di Christina Mouratoglu e Adrien Carré 

Mazi è parola greca che significa "insieme" e la scelta di chiamare così il ristorante che, da quasi dieci anni, anima la scena gastronomica di Notting Hill è tutto fuorché casuale. Dietro l'apertura di questo locale, infatti, c'è un progetto ben preciso, ossia quello di svecchiare la ristorazione greca a Londra, gettando alle ortiche stereotipi falsi e triti, per sintonizzarla sulla banda del cambiamento, senza però perdere di vista le sue radici. E quale miglior nome, se non quello che richiama alla convivialità e, ancor prima, a quella ospitalità che i Greci seppero onorare come nessun altro popolo nel passato?- si sono detti Christina Mouratoglu e Adrien Carré all'inizio della loro avventura. 

A dispetto dei rispettivi background, molto diversi fra loro (all'epoca, Christina era una studentessa di Belle Arti, giunta a Londra da Tessalonica e così innamorata della metropoli da non voler più tornare a casa, mentre Adrien aveva lasciato la Francia per  lanciarsi nell'avventura dell'import/export del cibo), i due si trovarono da subito concordi su un punto: consigliare un ristorante greco, a Londra, agli albori del III millennio, era una missione impossibile. Sebbene ci fosse un gran fermento, tutto intorno, con l'apertura di ristoranti che osavano stravolgere e sconvolgere, la proposta greca risultava obsoleta, desolante, piatta. Da qui la scelta di innovare e- surprise surprise!- la scoperta che ogni novità era già scritta nella storia di questa meravigliosa cucina. Sostenibilità? vedi alla voce cucina regionale, un patrimonio inesplorato di piatti dettati dal territorio e dalle stagioni, in una geografia così parcellizzata da non eguagliare neppure il fantomatico km 0. Veganesimo? vedi alla voce quaresima, con la dieta di strettissimo magro seguita dagli Ortodossi prima della Pasqua. Radici comuni? vedi alla voce Mediterraneo e fermati pure lì, visto che per quanto si ricerchi e si scavi, si trovano sempre tesori. Il resto lo hanno fatto l'inventiva dei due manager che, oggi, si ritrovano alla guida di un ristorante affermato e amatissimo, anche dagli stessi Greci. Il libro è , ovviamente, il coronamento di un percorso che ha bruciato parecchie tappe ma- ed ecco il ma.... Passerà la prova di uno Starbooks che guarda all'estate, senza perdere però lo spirito critico che lo contraddistingue?

Ai prossimi giorni l'ardua sentenza! 

Vi aspettiamo 

Alessandra G.

5 commenti:

  1. L'introduzione è sicuramente invitante; aspettiamo la prova dei fornelli per vedere come se la cavano Christina e Adrien!

    RispondiElimina
  2. Bene! Un altro libro che si prospetta interessante. Approfondire la cucina greca e valutarne l'innovazione nel XXI secolo... Solo lo Starbooks può! 😋

    RispondiElimina
  3. Questo mi piace moltissimo!!! non vedo l'ora di scoprire le ricette!

    RispondiElimina