lunedì 25 settembre 2017

ZUCCHINI AND CHOCOLATE LOAVES

Nessuna tra le persone che ha assaggiato questi dolci è riuscita a capire cosa ci fosse dentro, ma tutte hanno fatto il bis e mia figlia ne ha sterminato almeno uno intero da sola.
La voglia di provare questa ricetta è nata da un cake preparato da una mia amica americana che me ne servì una fetta nel periodo di Halloween diversi anni fa, ed io ebbi la stessa identica reazione dei miei assaggiatori: entusiasmo alle stelle.
La sua ricetta prevedeva frutta secca, in particolare noci croccanti.
Questa invece, si fa più intrepida e sceglie il cioccolato fondente.
Con un impatto capace di "comprare" anche i palati più sospettosi.
Non prevede ingredienti strani o introvabili e considerando che si possono al momento, utilizzare ancora delle ottime zucchine, vi consiglio vivamente di lanciarvi: ne resterete sorpresi.
Ingredienti per 3 stampi da 7x14 cm o uno stampo grande da 25 x 14 

130 g di olio di girasole più un pochino per gli stampi
120 g di farina di farro
120 g di farina 00
2 cucchiaini e 3/4 di lievito per dolci
1 cucchiaino di sale (io fleur de sel)
3/4 di cucchiaino di cannella in polvere
3 uova grandi a temperatura ambiente
140 g di salsa di mele non zuccherata
237 g di zucchero di canna naturale
450 g di zucchine grattugiate
2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia
112 g di cioccolato fondente tritato finemente

Preriscaldate il forno a 175°.
Ungete 3 stampi da cake con carta da forno ( io ho usato 4 stampi leggermente più piccoli). Ungete anche la carta.

In un'ampia ciotola miscelate entrambe le farine, il lievito,  il sale, la cannella.
In un'altra ciotola mischiate bene l'olio, le uova, la salsa di mele, lo zucchero, gli zucchini e la vaniglia. Versate il composto nelle farine e mescolate giusto fino a quando gli ingredienti saranno combinati.
Aggiungete adesso la cioccolata tritata nel composto incorporando velocemente.
Versate il composto dividendolo fra gli stampi che riempirete solo fino a 3/4.

Fate cuocere, ruotando gli stampi a meta cottura, fino a che uno stecchino inserito non uscirà asciutto, c.ca 45 minuti. Lasciate raffreddare completamente su una griglia poi sformate i pani.
(i dolci si conservano a temperatura ambiente fino a 2 giorni, ben avvolti nella pellicola. )

NOTE PERSONALI

  • Grattugiate le zucchine con una grattugia a fori grossi, quindi mettetele in un panno pulito e strizzatele accuratamente. Questo è fondamentale al fine di ottenere un dolce perfetto e la Martha si raccomanda vivamente. L'umidità comunque rilasciata dai vegetali è notevole e conferisce alla texture finale una consistenza simile a quella di un budino, con una superficie friabile e soffice. 
  • La realizzazione è di una semplicità elementare. Quando arriverete a mescolare gli ingredienti secchi con quelli liquidi, non lavorateli troppo esattamente come si fa per i muffin, al fine di non ottenere delle mappazze dure e immangiabili. Quando le farine saranno appena incorporate, fine della faSe impasto e via alla cottura (c.ca 8/10 mescolate).
  • Non dimenticate e non lesinate con la cannella perché il suo aroma inebriante rende questi cake assolutamente speciali. 
  • La ricetta è spiegata alla perfezione, le quantità ed i tempi di cottura praticamente perfetti. L'insieme è leggero, deliziosamente umido, il cioccolato lo rende super goloso ma nel complesso il tutto grida: semplicità. 
  • Strepitosi serviti con il te. 
Non posso che dire: PROMOSSA A PIENI VOTI

27 commenti:

  1. Mi ispira parecchio. L'unica domanda è: la salsa di mele ha una sua apposita ricetta o è una cosa che si compra? Perché non l'ho mai vista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Perla, io ho comprato la salsa, che propriamente è una composta molto cremosa, in un negozio bio. L'ho trovata senza zucchero, davvero buona e perfetta per essere incorporata nell'impasto. Credo che si possa fare anche in casa volendo. Un bacione.

      Elimina
    2. Chiedo perdono per l'autoreferenzialità ma in caso si avesse difficoltà a trovarla si può facilmente fare in casa :) http://www.arabafeliceincucina.com/2013/10/salsa-di-mele-o-applesauce.html

      Elimina
    3. Per le più pigre, ultimamemente lho vista all'esselunga dove le amarene e la ftutta sciroppata

      Elimina
  2. Amo questo genere di dolce e le zucchine regalano una morbidezza incredibile...e nessuno capisce che ci sono ehehhehehe :D
    Grazie Patty <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto esattamente. E' difficilissimo da capire. :)

      Elimina
  3. In questo caso,le farine alternative danno quel quid in più che rende il dolce irresistibile. Le mie amiche americane fanno la classica "chocolate and zucchini cake", ma questa mi ispira molto di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La farina di farro è vincente e conferisce un gusto un po' rustico ma piacevolissimo.

      Elimina
  4. Una mia ex collega portava in ufficio una torta di zucchini cotta in pentola, ricetta esclusiva di sua mamma... questi mini cake mi portano molto indietro nel tempo e la tua versione col cioccolato mi piace molto di più. Grazie Patty :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei curiosa di conoscere la ricetta della tua collega.
      Un bacione.

      Elimina
    2. All'epoca non me l'ha voluta dare...era un segreto...non so perché . Si impegnava a portarmela già fatta ;) Ora son mesi che cerco di avere la ricetta della pastiera da una mia conoscente, segreto della nonna ( questa versione è più cremosa...la più buona mai mangiata). Niente... :(

      Elimina
  5. Ricordi di dolci con le zucchine ne ho solo per "sentito dire", ma non ne ho mai assaggiato nè preparato uno! Che sia finalmente la volta buona? :D
    Grazie Patty!

    RispondiElimina
  6. Grazie, se mi assicuri che il sapore delle zucchine non si sente potrei anche superare l'avversione per questo ortaggio e provare, ho anche la farina di farro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si riconosce, garantito al limone! 😁😁😁

      Elimina
  7. Saranno almeno 15 anni che so dell'esistenza delle torte con le zucchine, ma da qui a farmi venire la voglia di provarle, ce ne è passato.
    Com'è che questa voglia me l'hai fatta venire proprio tu? Sarà la tua competenza stellare, la tua bravura, il tuo palato, il fatto che tu sei una garanzia? O sarà la Martha, altra garanzia pure lei? Fatto sta che adesso mi è venuta voglia...
    Un abbraccio fortissimo Pat! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Martha è una garanzia, quella donna ne sa una più del diavolo!
      Un bel bacione.

      Elimina
  8. SCUSAMI, MA NON HO CAPITO IN QUALE PASSAGGIO METTI IL CIOCCOLATO TRITATO: NELL' IMPASTO ASCIUTTO O IN QUELLO LIQUIDO?iO HO LETTO E RILETTO LA RICETTA, LE NOTE E I COMMENTI, MA DEL CIOCCOLATO NELL'ESECUZIONE NON C'è TRACCIA ;)! GRAZIE ANTICIPATE SE PUOI PRECISARLO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione. Infatti mi sono resa conto che quella riga importante è rimasta nella tastiera al momento della traduzione. Mi scuso tanto con i lettori.
      Ho integrato il testo. La cioccolata va inserita dopo avere incorporato gli ingredienti liquidi con i secchi, quindi soltanto in fondo alla lavorazione, sempre senza impastare troppo.
      Grazie per la tua segnalazione e spero che il dolce ti piacerà.
      Buona giornata.

      Elimina
  9. Grazie mille Patrizia! Nel dubbio ( ero in lavorazione della tua ricetta quando ti ho scritto; ossia il forno stava preriscaldando e avevo preparato in 2 ciotole diverse gli impasti e erano pronti ad essere uniti)ho versato l'impasto finale nello stampo unico e aggiunto il cioccolato uniformemente prima di infornare in superfice: avevo delle gocce di fondente di ottima qualità da terminare e nel peso da te indicato ...e ho pensato che così non lavoravo troppo il tutto e che comunque un po' sarebbe" sprofondato". Il risultato è stato che era comunque carino da vedere , una sorta di superfice "ghiaiosa&golosa"e, il tuo dolce è BUONISSIMO!!Al" TEST AL BUIO "con ben 5 amici , non sai la soddisfazione...NESSUNO indovinava l'ingrediente segreto , ma TUTTI grafulavano con palese goduria ;))!!! Lo rifarò sen'altro con la tua spiegazione , e inoltre scusami tanto il maiuscolo del primo messaggio, che mi è sfuggito ... non ho avuto il tempo di correggermi alle prese com'ero con il tutto!Consiglio di provare a farlo, è semplice, molto ben spiegato : un'ottima ricetta! Buon proseguimento.

    RispondiElimina
  10. Ho dimenticato di citare e ringraziare anche Stefania Orlando aka Arabafelice perchè la Applesauce usata per la ricetta è la sua( versione/ricetta)!Dopo averla scoperta (come blogger da qualche anno , sia con questa e con molte altre sue fantastiche proposte
    )la faccio, la utilizzo, la mangio regolarmente da un paio d'anni !

    RispondiElimina
  11. Cara "sconosciuta" (vorrei chiamarti per nome), questi sono i commenti che ci danno maggiore soddisfazione. Le vostre prove che confermano le nostre impressioni. Sono strafelice, davvero. Grazie grazie per seguirci con affetto. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Mi chiamo Ambra. Grazie della tua simpatia &gentilezze. Voi tutte del gruppo Starbooks siete mitiche!!!Ogni proposta è un grande stimolo e un gioioso apprendimento!Abbraccio ricambiato!A presto con le vostre news!

    RispondiElimina
  13. Help!! Ho un dubbio: ho grattugiato 470g di zucchine. Una volta strizzate pesano 310g... come mi devo regolare? Non pensavo perdessero tanto peso, ora non so se aggiungerne o lasciare così. Aspetto un po' poi vado a istinto, lo so che è domenica :-). comunque grazie. Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, scusami ma leggo solo ora il tuo commento ed immagino sia tardi. Il peso delle zucchine è quello che resterà dopo averle strizzate. Tu devi partire da 470 g ed utilizzare quelle zucchine dopo averle strizzate. Spero che tu abbia seguito il tuo istinto e che la ricetta sia riuscita. Se fosse stato il contrario, la ricetta lo avrebbe indicato.
      Grazie mille e facci sapere. Un abbraccio.

      Elimina
  14. Grazie mille! Ho fatto proprio così e la ricetta credo sia riuscita decentemente, l'aspetto non è esattamente come quello delle foto ma al gusto è decisamente gradevole. Non avendo termini di paragone sono contenta così :-) anche i colleghi d'ufficio ringraziano
    Vorrei cogliere l'occasione per ringraziarvi per aver creato un blog così geniale. Attingo a piene mani da ciò che pubblicate, mi diverto e faccio felici famigliari e colleghi. Continuate così, mi raccomando ;-)
    Alla prossima. Antonella

    RispondiElimina