venerdì 13 settembre 2013

GALETTE AI CIPOLLOTTI E FORMAGGIO


Questo libro mi è decisamente simpatico.
Eh si, perchè River Cottage Veg Every di Hugh Fearnley-Whittingstall non è spocchioso come un libro che si propone di farci mangiare più verdure potrebbe essere.
Non si atteggia a grillo parlante della salute.
Non bandisce ingredienti, o ne usa solo altri.
Non lancia anatemi.
Niente di tutto questo.
Si, ti dice, mangia più verdure che fanno bene.
Ma non devi lessarle, bollirle, o mangiarle tutte rigorosamente crude o al massimo al vapore.
No, le prendi e le condisci con olio, formaggi.
Le metti sopra la pasta sfoglia, che ti viene concesso di acquistare surgelata.
E suggerito di prendere quella già stesa ;)
Non abbiatene una impressione sbagliata: il libro è pieno di ricette sanissime, e piene dei sapori e profumi che la natura regala.
Però qui le verdure non sono una punizione per chi è a dieta, o lo strumento di chissà quale religione.
Solo uno dei tanti cibi che la natura regala.
E come tale vanno godute.
La galette in questione mi è piaciuta subito.
Certo, direte, saranno tre ingredienti in croce!
Una furbata che come l'autore stesso afferma può risolvere una cena.
E per una cena improvvisata dopo dodici ore fuori casa è stata utilizzata.
Profumo meraviglioso, sapore ancor di più.
Fa bella figura, ed è di certo originale.
I cipollotti diventano morbidi e dolci, il formaggio a stemperare.
La sfoglia un guscio sottile, un supporto gustoso.
Decisamente uno sprint in più alla solita torta salata ;)



SPRING ONION GALETTE

375g di pasta sfoglia
500g, circa, di cipollotti
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
50g di Parmigiano grattugiato, oppure Cheddar o formaggio di capra stagionato
poco sale e pepe


Stendere la pasta sfoglia ad uno spessore di circa 4-5 mm e adagiarla su una teglia leggermente unta.
Pulire i cipollotti tagliando un pezzetto della parte con la radice  e un altro pezzo dalla parte verde, lascianone comunque qualche centimetro attaccato.
Togliere lo strato esterno se appare un po' appassito quindi  metterli in una ciotola interi, tagliando a metà  per il lungo solo quelli più grossi.
Condirli quindi con sale, pepe, l'olio e il formaggio scelto girando bene.
Adagiarli sulla sfoglia lasciando un paio di centimetri ai bordi e cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 25 minuti.
Servire calda, o appena tiepida ( ma fredda è buonissima ;)

La ricetta è assolutamente perfetta, e difficile che non sia così vista l'essenzialità degli ingredienti e dell'esecuzione. Il risultato è superiore alle aspettative sia nel sapore, più elaborato del previsto, sia nel...look: in effetti si presenta molto bene.
Il giudizio è assolutamente positivo, e la ricetta decisamente

PROMOSSA



49 commenti:

  1. Sembra davvero un libro interessante Stefy e la tua proposta anche se di pochi ingredienti è decisamente appetitosa!!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  2. E a noi, come tu ci hai insegnato, le ricette furbe piacciono un monte!
    Che dire di uno che usa delle carote al posto delle dita: che è un simpaticone!
    Un abbraccio....lo sai che questa ricetta mi era sfuggita? Grazie a Dio esiste lo Starbooks!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre meglio di uno che usa delle dita al posto delle carote.
      ok, mi taccio :-)

      Elimina
    2. d'altronde, quello nn sarebbe Veg. al massimo, Cann ;-)

      Elimina
    3. E non oso pensare a quanto passerebbe prima di doverlo recensire qui :D

      Elimina
  3. Verdure sempre perché mi piacciono e le uso senza ritegno anche nella pasta sfoglia comprata o saltate in padella con il burro (e quanto sono buone). Quindi ricetta approvata a pieni voti!

    RispondiElimina
  4. non lo dovrei dire, ma la sfoglia pronta è sempre in freezer da me :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io, invece, nel freezer non ce l'ho.
      La tengo nel frigo :-)

      Elimina
  5. Ed ecco un'altra ricetta che mi ispira alla grande, sia per la semplicità di realizzazione, sia per il perfetto equilibrio tra gli ingredienti.
    La sfoglia comprata ci sta, eccome; encomiabile l'atteggiamento sereno e assolutamente non talebano, che distanzia questo libro da altri dello stesso genere. Di solito quando vedo libri che sbandierano il vegetarianismo o il veganismo come vessilli di una crociata, mi viene l'orticaria; questo libro al contrario la fa passare e invoglia a provare tutte le ricette, da tanto sono fresche, sfiziose e fattibili.
    E la tua ricetta ne è un'ulteriore prova. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, vale per i libri e pure per le persone...

      Elimina
  6. ecco cosa ci sarà nel mio forno stasera!!! Grazie!

    RispondiElimina
  7. Ecco un'altra idea "last minute", in 30 minuti preparato, cucinato e mangiato!! COme mi piace questa cosa...
    A casa mia le verdure sono onnipresenti e per fortuna i miei figli mangiano di tutto :-)

    Ma dimmi una cosa...sei riuscita a trovare i cipollotti?? Avrei mica corrotto qualcuno???
    Qui il mistero si infittisce...^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA lo sai che qui i cipollotti si trovano sempre, e tantissimi, al supermercato? Sono molto usati nella cucina locale, quindi almeno questi non mancano!

      Elimina
  8. Che dire.... più semplici sono, più buone sono!
    Le mie preferite!!!

    RispondiElimina
  9. adoro le verdure e le torte salate....e sulla simpatia di questo libro sono assolutamente d'accordo...ricette furbe??? ma noi le A DO RIA MO!!! ;-)

    RispondiElimina
  10. Con pochi e semplici ingredienti si possono ottenere delle vere delizie; ma chi l'ha detto che le verdure sono una punizione?
    Così o con qualche altra furbata si trasformano in piatti golosi e sorprendenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Punizione non certo per me che ne mangio a palate e mi piacciono, ma è l'atteggiamento che noto spesso...

      Elimina
  11. Idea furbissima e ottima per una cena last minute. Segnata!

    RispondiElimina
  12. Amo le ricette furbe e questa è furbissima proprio come piacciono a me.
    Baci
    Enrica

    RispondiElimina
  13. veloce e siziosa e poi un rotolo di sfoglia in frigo c'è sempre!
    baci e buon we
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, il più è fatto se ce l'hai a casa ...;)

      Elimina
  14. Una dimostrazione eccellente del fatto che in cucina vale più di ogni altra cosa la fantasia, quello che sicuramente c‘è alla base di questa ricetta che con tre ingredienti consente di creare un bellissimo piatto. Semplice ma bisognava pensarlo. E l‘autore di questo libro l‘ha fatto :) e tu bravissima che ce l‘hai proposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, a dire "dopo" che è semplice siamo capaci tutti...invece è una vera genialata, viene fuori una torta salata davvero buonissima e originale!

      Elimina
  15. La faccio sicuro!
    Oggi comincio col comprare le mentine per il post prandium.
    Baci

    RispondiElimina
  16. Perfetta e veloce! Bello lo starbooks!

    RispondiElimina
  17. eccoti Stefi: caschi giusto a fa-giu-o-looggi:-)
    allora, in Asia lo spring onion è utilizzatissimo.
    ma io non so mai se tradurlo con cipollotto (anche se per me non è proprio il cipollotto nostro, perchè è più sottile e magro) o erba cipollina (che però qui la trovo proprio come rami di erba e quindi troppo verde e troppo sottile).
    i miei l'hanno sempre chiamata erba cipollina, ma il tuo post mi conferma il contrario.
    anche in Arabia, ci sono i spring onion sottili e più piccoli?
    nel dubbio, proverò la ricetta con i cipollotti nostri. amo la sfoglia e quasi quasi vada per il cheddar :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spring onion per me è sempre questo in foto, per capirci...mentre l'erba di cui parli la chiamo chives.
      Concordo però che i cipollotti italiani siano molto più cicciosi di quelli che ad esempio trovo qui che sono credo quelli di cui parli tu.
      Un bacione!

      Elimina
    2. Grazie Stefi! Ora mi è tutto chiaro! Un bacio anche a te <3

      Elimina
  18. idea veramente carina. i cipollotti buonissimi. l'idea del formaggio di più.

    e anche a me piacerebbe usare la pasta sfoglia surgelata... se ne trovasi di decente. mannaggia!
    io risolvo con la finta sfoglia, quella con la ricotta intendo. ma è un po' pazzerella. a volte sfoglia, a volte no. però di sapore è buona, quindi mi accontento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la faccio spesso, ma non con la ricotta che qui non si trova ma con il philadelphia. Ma poi c'è sempre quel rotolo salvifico in freezer :D

      Elimina
  19. Ottima ricetta, amo la sfoglia e anche i cipollotti. La faccio! :)

    RispondiElimina
  20. Come potrebbe non piacermi questa ricetta...? Infatti mi piace un sacco, e dopo la torta con i cipollotti e il formaggio, è il turno della Galette ;-)

    RispondiElimina
  21. Mamma, i sapori devono essere buonissimi assieme... del resto le tue ricette starbooks te le rubo sempre, partendo dal gelato al limone e passando per il salmone della Pascal ;-)

    RispondiElimina
  22. ottima!!!!! piena di gusto e profumo!!!!! un bacione!!!

    RispondiElimina
  23. Bello: veloce, gustosa e pure piacevole nel "look"! Grande idea Stefi !

    RispondiElimina
  24. buona, adoro il cipollotti con il loro sapore delicato

    RispondiElimina
  25. geniale, Stefy, è geniale questa ricetta!!!
    per vari motivi:
    pochissimi ingredienti..
    la pasta sfoglia risolve tante cene ;)
    i cipollotti in casa nostra sono molto amati!!
    DEVO FARLA :D

    baciotti

    RispondiElimina