venerdì 29 novembre 2019

DELIA'S HAPPY CHRISTMAS: TIRIAMO LE SOMME?







Qualche anno fa, quando la squadra dello Starbooks era ai massimi storici, avevamo avuto l'idea di aprire una rubrica dedicata ai classici della cucina. 
A suggerirla erano state le richieste di tanti lettori che ci chiedevano titoli infallibili ed esaustivi, meglio ancora se datati e quindi presenti in quelle storie che non fanno notizia ma che costituiscono la spina dorsale delle nostre cucine. In teoria, doveva essere un successo, in pratica fu uno dei momenti più tragici della nostra storia, a partire da flop colossali e per finire con Stefania trasformata in torcia umana. 
Da allora, i classici sono rimasti nel cassetto ed anche se ne facciamo grande uso, abbiamo sempre preferito glissare sull'argomento, ricorrendo al sempre valido "abbiamo già dato" ogni volta che qualche lettore tornava all'attacco.
Tuttavia, al pari di ogni regola, anche quella che ci vuole impegnati a mettere alla prova un libro ogni mese ha le sue eccezioni. Pochissime, per la verità, ma quando capita è giusto che si ammetta che il gioco del promosso/ bocciato perde tutto il suo spessore per trasformarsi in un canto di lode al testo e al suo autore: è successo con Ottolenghi, è successo con la Henry, succede ora con questo straordinario classico di Natale di Delia Smith che per molti di noi è il vero e solo vademecum per le feste: a renderlo unico, oltre che le ricette, è l'ispirazione raffinata ed elegante, che proietta la cucina di casa nella dimensione più alta della cucina delle feste, restituendo all una e alle altre una dignità antica, dimenticata, rimpianta.
Attraverso le ricette di Delia Smith abbiamo ritrovato lo spirito dei nostri Natali passati, quelli che si aspettavano con trepidazione e si organizzavsno nel clima delle grandi manovre, dai tortellini alla lasagna, dal panettone al pandoro. 
Nella cucina di Delia, la frutta macera piano nell'alcool, i ripieni di insaporiscono nelle marinature, mentre le carni sfrigolano nel loro grasso, pronte a godere dello speciale trionfo di un tacchino farcito o di un prosciutto profumato.
 il Natale che tutti vorremmo e che Delia's Christmas rende possibile, con quel tocco magico con cui la Smith trasforma ogni portata in piatti indimenticabili e unici, lo stesso che l'ha resa la vera icona della cucina inglese e che da mezzo secolo continua a stupirci e a emozionarci. Lunga vita a Delia Smith, insomma- e un caloroso buon Natale a tutti voi. 
Ci vediamo a gennaio, con i prossimi libri.