venerdì 18 ottobre 2019

TOMATO, GOAT'S CHEESE & OLIVE CLAFOUTIS WITH BASIL



Tanti, tanti anni fa, prima ancora di sapere cosa fosse un clafoutis, avevo già provato sia la versione dolce che salata, ovviamente senza chiamarlo con il suo nome :)
Io ne preparavo una versione salata con patate e formaggio, molto sostanzioso ma buonissimo!
Mia mamma ne preparava uno dolce, con le pesche sciroppate, preso da una rivista di cui conservo (gelosamente) ancora il ritaglio, che lei aveva incollato nel suo raccoglitore di ricette. Mia sorella lo prepara tuttora, ed i ricordi d'infanzia riaffiorano ogni volta! Quanti ricordi ed emozioni riescono a suscitare i profumi...

Diana Henry serve questa preparazione come un piatto unico, accompagnandolo solo con del buon pane.
Io invece l'ho preparato in occasione di un pranzo in famiglia, per festeggiare un compleanno, e l'ho servito come antipasto per diverse persone, visto che poi era prevista una grigliata di carne, l'ultima della stagione.

Questo clafoutis è un piatto ricco di sapore e profumo, che vi conquisterà!


Tomato, Goat's cheese & Olive Clafoutis with basil

Ingredienti per 6 persone

400 g di pomodorini ciliegini e perini (datterini, per me), tagliati a metà o in quarti, in base alle loro dimensioni
1 cucchiaio e ½  di olio extravergine di oliva
sale marino in fiocchi e pepe nere macinato fresco 
4 uova medie, più due tuorli
50 g di farina bianca
200 ml di latte intero
300 ml di doppia panna
30 g di Parmigiano, grattugiato finemente
1 spicchio d'aglio, tritato finemente
30 di olive nere snocciolate, tagliate a pezzi
200 g di formaggio di capra, sbriciolato
10 g di basilico in foglie, spezzettato


Preriscaldare il forno ventilato a 190°C.
Mettere i pomodori in una teglia da forno unire l'olio ed insaporire. Rigirare i pomodori in modo che siano tutti ricoperti con un po' d'olio. Cuocere per 20-30 minuti o finché i pomodori non saranno appassiti. Sfornare e lasciare riposare su un piano di lavoro.
Ridurre la temperatura del forno a 180°C, sempre ventilato.
Mettere le uova, la farina, i tuorli d'uovo, il latte e la panna in un robot da cucina, insaporire e azionare il robot.
Aggiungere il parmigiano e l'aglio, mescolando.
Mettere i pomodori in uno stampo da forno, cospargere con le olive e il formaggio di capra.
Versare la pastella sopra ai pomodori e cuocere per 30 minuti, o finché la crema non si sarà gonfiata, dorata e rassodata al centro. Lasciar riposare il clafoutis per 5 minuti, in modi che si stabilizzi. Si abbasserà un po' ed è normale. Cospargere con il basilico e servire.



Note personali

- ricetta semplice, che sa di famiglia, ma che farebbe la sua bella figura anche servito, in piccole porzioni, in un buffet

- ho utilizzato dei pomodorini comprati del mio fruttivendolo di fiducia, ed erano dolcissimi. Questo per dirvi che i pomodori da utilizzare devono essere gustosi e non insapori

- per condire i pomodori per la cottura in forno, a me sembrava più pratico metterli in una ciotola, versare l'olio e condire con sale e pepe e mischiare tutto, e così' ho fatto. Poi ho trasferito i pomodorini  nella teglia, con la parte tagliata rivolta in alto

- il formaggio di capra che ho utilizzato era quello che trovate a forma di tronchetto, abbastanza sodo ma che si riesce a sbriciolare

- nella ricetta non viene menzionata la dimensione dello stampo da utilizzare, e qui mi è venuta in aiuto Stefania, l'Araba Felice, che mi ha spiegato che, per "gratin dish", in USA e UK di solito si intende uno stampo ovale con capacità di 2 litri circa. Il mio era rettangolare, ma la sostanza non cambia. Fate in modo che  lo stampo sia anche abbastanza alto (5-6 cm), perché il clafoutis si gonfierà molto durante la cottura e con uno stampo basso rischiereste la fuoriuscita del composto...
Il mio era in ceramica e non l'ho oliato, c'era già quel poco olio dei pomodori, ed è andata bene così :)

- il clafoutis ha riscosso notevole successo in famiglia, e ho ricevuto un sacco di complimenti. Ho assaggiato un avanzo il giorno dopo, sia freddo che riscaldato ed era forse ancor più buono (nella versione riscaldata in padella).

Di conseguenza, la ricetta è:

PROMOSSA A PIENI VOTI