sabato 23 giugno 2018

STRAWBERRY JELLY CHEESECAKE PER STARBOOKS REDONE DI GIUGNO 2018







 Riceviamo da Giulia, lettrice senza blog, un bel dolce freddo per il Redone di questo mese che pubblichiamo volentieri:



 Con l’arrivo dell’estate purtroppo non posso più usare il forno…è vecchio poverino e scalda tanto…troppo (fra un po’ fonde la cucina), perciò cerco di fare dolci che non ne richiedano l’uso, o almeno ci provo.
Ecco perché ho scelto di provare questa cheesecake, che mi attirava un sacco

Ingredienti per 12 persone
Tempo di preparazione 30 minuti più il riposo in frigo
Attrezzatura: robot da cucina con le lame o frullatore, teglia da 25 cm di diametro con fondo amovibile imburrata e foderata con carta forno ( fondo e bordo )

Per la base
300 gr di biscotti digestive (o graham crackers)
2 cucchiai da 15 ml ciascuno (totale 30 ml ) di cacao in polvere setacciato
100 gr di burro

Per il cheesecake
600 gr di fragole mature
100 gr di zucchero semolato superfino tipo zefiro
1 cucchiaio da 15 ml di gelatina in polvere (per me 4 fogli di gelatina)
1 pacchetto da 135 gr di gelatina alla fragola in cubi
300 gr di formaggio fresco cremoso tipo Philadelphia
 
150 ml di doppia panna ( per me panna fresca comune )

Per la ganache di copertura
150 gr di cioccolato fondente ( per me al 70%)
80 ml di doppia panna (per me panna fresca comune )
1 cucchiaio da 15 ml di burro


Per la base, ridurre le digestive in briciole finissime nel robot da cucina o nel frullatore, in mancanza di questi, mettere i biscotti in un sacchetto di plastica per alimenti e colpirli con forza con un matterello. Aggiungere il cacao in polvere setacciato. Fare fondere il burro in un pentolino e aggiungere il mix di briciole di biscotto e cacao, amalgamare con cura e mettere tutto nella tortiera preparata. Pressate bene con il dorso di un cucchiaio e mettete in frigo mentre preparate la farcia.

Lavare e togliere il picciolo alle fragole, tagliarle a metà e metterle in una casseruola con lo zucchero e 80 ml di acqua. Lasciare bollire per 5 minuti o fino a quando le fragole non saranno morbidissime. Passarle attraverso un colino a maglie fitte, schiacciando bene la polpa col dorso di un cucchiaio, fino a quando non sarà rimasto nel colino solo un residuo di polpa compatta. Togliere ogni residuo di purea di frutta dall' altro lato e aggiungerla a quella filtrata, buttare il residuo compatto rimasto nel colino. Unire la gelatina in polvere alla purea calda e mescolare finché non si sarà sciolta.

Dividere la gelatina di fragole in cubi e metterla in una ciotola resistente al calore. Versare sopra 100 ml di acqua bollente e mescolare finché non si sarà sciolta. Aggiungere il composto alla purea di fragole e fare raffreddare.

In una ciotola mescolare panna e formaggio cremoso, unire la purea di fragole e gelatina, e amalgamare finché non sarà tutto denso e cremoso.
Versare la farcia ottenuta sulla base e mettere in frigo a rassodare per 1 ora.

Per la ganache, spezzettare il cioccolato fondente e metterlo in una ciotola resistente al calore con il burro e la panna. Posizionare il tutto su una pentola di acqua bollente ( bagnomaria ) e fare fondere il tutto. Mescolare per bene fino a ottenere una ganache densa e lucida. Versarla sulla farcia ormai rassodata e rimettere in frigo per almeno 2 ore o per tutta la notte.

Per servire, sformare il cheesecake ( all'occorrenza con l'aiuto di un coltello) e posizionarlo sul piatto di servizio. Può esser conservato in frigo per un massimo di 3 giorni.
Per semplificare la ricetta si può omettere la ganache e decorare il cheesecake con fragole fresche e riccioli di cioccolato fondente.
 
Note personali

1.  Non avendo trovato la gelatina in polvere ho usato i fogli di gelatina, che ho ammollato in acqua fredda per 10 minuti e poi aggiunto alla purea di fragole ancora calda.
2.  Di solito quando preparo una cheesecake ed è richiesto un fondo cioccolatoso utilizzo dei biscotti al cacao, l’aggiunta del cacao ai comuni biscotti secchi mi ha piacevolmente sorpreso, anche se per gusto personale ne ho messo un po’ di più di quanto dice l’autrice.
 
1.  Unico appunto che mi sento di fare è sulla quantità di ganache che ricopre la torta, l’avrei preferita un po’ più sottile...per tutto il resto per me la ricetta è

PROMOSSA!


Giulia