mercoledì 11 ottobre 2017

CRANBERRY, OAT AND WHITE CHOCOLATE BISCUITS

Ho un'attrazione irresistibile per i biscotti rustici, pieni di frutta secca e possibilmente grandi.
Credo che per ogni libro di dolci che abbiamo trattato, ne abbia testata almeno una ricetta ed in genere non sono mai rimasta delusa perché amo questo genere di consistenze.
Yotam racconta che questi biscotti venivano preparati nel periodo del Thanksgiving e stravenduti nel suo negozio, ma i clienti hanno continuato con insistenza a chiederli anche dopo e la produzione si è estesa a tutto l'anno. Una ragione ci sarà.
In ogni caso, valutati gli ingredienti, ho pensato che fosse un perfetto biscotto/snack da godersi al volo a metà mattinata oppure da dare a mia figlia come merenda per scuola.
Dalla scuola sono tornate indietro ordinazioni e la scatola di latta in cui li conservavo si è svuotata alla velocità della luce.
Se siete tipi da frolla fine o dolcetto elegante, non storcete il naso e date una chance a questi biscotti: fidatevi.
Ingredienti per c.ca 30 biscotti usando un cutter di 7 cm di diametro
150 g di mandorle intere con la pelle
150 g di farina 00 + extra per infarinare
75 g di farina integrale
150 g di fiocchi d'avena **
1/4 di cucchiaino di sale
225 g di burro a temperatura ambiente tagliato grossolanamente in pezzi da 3/4 cm
100 g di zucchero semolato
la scorza grattugiata di un'arancia grande (non trattata)
125 g di cranberries tagliati a metà (se non sono già tagliati) ammollati in 25 ml di succo d'arancia
250 g di cioccolato bianco.
  1. Preriscaldatate il forno a 180°C/160°gas 4.
  2. Spargete le mandorle su una placca da forno e tostatele per 10 minuti. Toglietele dal forno ed una volta intiepidite abbastanza per essere maneggiate, tritatele grossolanamente in pezzi da 5mm/1cm. Mettete le mandorle in una larga ciotola ed aggiungete le farine, l'avena ed il sale. Mescolate e tenete da parte. 
  3. Aumentate la temperatura del forno a 190°/170° ventilato. Preparate 2 o3 teglie con carta da forno e tenete da parte.
  4. Mettete il burro, lo zucchero, la scorza di arancia nella ciotola di un mixer (io planetearia con foglia), e sbattete a velocità media per c.ca 2 minuti fino a che gli ingredienti non saranno combinati e leggeri. Aggiungete il composto di farina e mandorle al burro e zucchero e continuate ad impastare ad una velocità bassa fino a quando il composto non starà insieme. Aggiungete i cranberries ed il succo d'arancia e impastate per qualche altro secondo per combinare il tutto quindi versate l'impasto su una superficie infarinata. Dategli la forma di una palla utilizzando altra farina se dovesse diventare appiccicosa. 
  5. Tagliate la palla a metà e stendetene una parte in uno spessore di c.ca 5 mm. Usate un cutter di 7 cm di diametro per ricavare dei biscotti tondi. Trasferiteli su una placca da forno foderata e continuate con il rimanente impasto. Cuocete per 18 minuti fino a che non siano leggermente colorati in maniera uniforme. Togliete dal forno e lasciate da parte fino a che non siano completamente freddi. 
  6. Nel frattempo, mettete il cioccolato bianco in una piccola ciotola appoggiata su una casseruola con acqua che sobbolle, mescolando via via fino a che non sarà sciolto. Fate attenzione che la base della ciotola non tocchi l'acqua. Per rivestire i biscotti, usate il retro di un cucchiaino per spandere un cucchiaio di cioccolato fuso su ognuno. Prima di servire, disponeteli su una griglia in modo che il cioccolato si indurisca, il che potrebbe richiedere fino ad un ora.
NOTE PERSONALI

  • State molto attente alla tostatura delle mandorle (usate delle ottime mandorle): 180°C sono molti e 10 minuti potrebbero essere troppi se avete un forno che lavora bene. A me ne sono bastati 8. Vi dico questo perché la tostatura della mandorla si sente ed è un plus di questa ricetta. Le mandorle peraltro subiranno una seconda cottura nell'impasto. La sensazione che ho avuto, appena ho assaggiato un biscotto intiepidito, è stata che il tostato fosse quasi eccessivo. Una volta freddi, ho lasciato riposare i biscotti una notte in una scatola e poi li ho ricoperti. Il sapore era già cambiato: più morbido, più bilanciato, armonioso. E la croccantezza delle mandorle assolutamente irresistibile. 
  • Yotam parla di Jumbo rolled oats, che sarebbero dei fiocchi d'avena molto grandi. Da noi non credo che esistano. Quelli che ho trovato io nel negozio bio, sono più meno 5/6 mm di diametro. 
  • L'aroma dell'arancia dato dalla scorza grattugiata e dal succo usato per ammorbidire i cranberry, è uno degli elementi che giustifica la copertura con il cioccolato bianco. Il cioccolato bianco in questa ricetta è un po' come decidere di mettere un tacco 12 con degli skinny jeans, al posto di un paio di stivaletti Ketsby per andare in discoteca: sarete fighissime ma dopo 5 minuti il mal di piedi vi avrà stroncato. Il cioccolato bianco ci sta da Dio, ma a mio avviso è un di più per i super golosi. La freschezza dell'arancia ne ammorbidisce la dolcezza. Se deciderete di non mettere la cioccolata, la bontà di questi biscotti non ne verrà meno. Al limite, potrete decidere di farne metà e metà. Io comunque, sono riuscita a mangiarmene 3 di seguito (cioccolatosi) senza sensi di colpa. 
  • Chiedo venia sullo styling della foto, che ho voluto riprodurre pedissequamente copiando quella del libro. Questo per farvi capire che questi biscotti vengono esattamente come gli originali e se il sapore è anche solo lontanamente simile a quelli veri, capisco la decisione della produzione annuale.
  • Sono pieni, burrosi, friabili, riservano sorprese ad ogni morso. La masticazione è divertente, mai noiosa, i cranberries hanno la giusta consistenza "morbido/gommosa" che contrapposta alla frolla, ti fa venire voglia di prenderne subito un altro. Mia figlia ne è entusiasta, quei pochi rimasti li ho distribuiti ad amici che mi hanno mandato maledizioni in privato una volta finiti. Insomma, che vi devo dire: fateli subito! 
PROMOSSI 



27 commenti:

  1. Amo follemente tutti i tipi di cookies e questi me ne ricordano un tipo che faccio spesso a Natale. Già so quindi che l'abbinamento è vincente, dovrò assolutamente provarli!
    Grazie per averli proposti, Patti! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto diversi dai molti cookies da me provati nel tempo. Direi che sono più eleganti nell'armonia dell'insieme. Per ora sono in cima alle mie preferenze. Sono certa che ti piaceranno.

      Elimina
  2. Patty..perfetti i biscotti e la foto, non c'è altro da dire...più di così ;) Adoro il cioccolato bianco ma temo che i sensi di colpa poi avrebbero la meglio, quindi quando li farò ( perché ora sono in lista di attesa), seguirò il tuo consiglio e ne coprirò solo il 50%. Stupendi *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova entrambe le versioni. Poi scegli. Ma se devi regarlarli, non ti frenare perché la cioccolata sopra è il tocco che li rende speciali. Un bacione.

      Elimina
    2. Non puoi farmi questo....lo sai che sono golosa XD ...allora tutti col cioccolato !!! Baci :*

      Elimina
  3. questa è proprio una ricetta ottolenghi style. Tradizione e classe, insomma. Credo di averli mangiati, ma dopo il food coma non ho più memorie definite. Per cui, mi toccherà rifarli, di sicuro. E per Natale, abbiamo già cosa regalare! Ti sono riusciti alla perfezione, guarda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha...Ti dico solo che stiamo programmando Londra con tappa obbligata. Food coma anche per me, mi sa!
      Come regalo di Natale sono stupendi!

      Elimina
  4. Non sono tipo da frolla fine o dolcetto elegante; sono però soggetta ad allargamento del girovita e del giro fianchi, perché quando mi trovo sotto mano dolcetti del genere non riesco a fermarmi.
    Un te possino affettuoso te lo posso mandare, insieme a mille bacioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi "tepossinarmi" quanto vuoi, ed in questo caso anche di più. Mapi, io lo so che ti piaceranno assai...e ricordo ancora le tue frolle mangiate a Sinalunga...anche se erano salate, mioddiooooo. Quindi questi ti verranno ad occhi chiusi. Ed ad occhi chiusi te li finirai :D

      Elimina
  5. Questi biscotti finiscono dritti nella lista dei dolci da regalare a Natale, mia sorella me li ha già chiesti 😂, complimenti e grazie! Credo che li proverò in entrambe le versioni, ma so già che adorerò il tacco 12! 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tacco 12 ti sta benissimo! :D
      Provali e poi mi dici. Bacionissimi.

      Elimina
  6. Ti sono venuti uno splendore e quanto siano buoni lo so: li ho comprati a Londra proprio da Ottolenghi :) ho paura a rifarmeli, io e il cioccolato bianco ci adoriamo a vicenda e metà mi finirebbe in pancia prima che sui biscotti...

    RispondiElimina
  7. Cosa mi ha conquistato di questi biscotti più di qualsiasi altro ingrediente???? Ma che domande... il cioccolato bianco!😍 Che A D O R O più di qualsiasi altro cioccolato, ebbene si e sono anche consapevole che questo significa che io di cioccolato non ne capisco una mazza!! 😉😊 Io al cioccolato bianco non so resistere e quindi con il cavolo che lo ometterò 😜😋
    Patty cara grazie per aver scelto questa ricetta che appena mi sarà possibile preparerò, ma devo prima finire tutti i dolci che ultimamente mi girano per casa...😊😋 Un super abbraccione cioccolatoso tutto per te 💖

    RispondiElimina
  8. anche se non ho mai amato il cioccolato bianco, li proverò per valutarli come regalo di natale, per iniziare dimezzando le quantità.
    ti saprò dire.

    RispondiElimina
  9. Questi biscotti entrano subito nella lista di quelli da regalare a Natale. Metterò anche il cioccolato bianco, che amo anche se è "impegnativo"... :)Realizzazione perfetta e la foto mi fa venire voglia di allungare subito la mano per prenderne uno!!!
    Un bacione e grazie!

    RispondiElimina
  10. Li farò domenica, ma...se il cioccolato fosse nero fondente? (Un tacco 10 insomma :)) Secondo te c'entra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isabella, paradossalmente ci vedrei meglio un ottimo cioccolato al latte. Ho paura che il fondente ammazzi il resto dei sapori. Comunque non ti resta che provare e vedere. A presto

      Elimina
    2. Grazie, ti farò sapere :**

      Elimina
  11. Io sono una da frolla fine ma anche grezza. Questi biscotti sono eccezionali Patty. Non posso rifarli oggi pomeriggio perché mi mancano avena e cranberries, mannaggia! Ma me li procurerò a breve!

    RispondiElimina
  12. Ciao,mi piacerebbe tantissimo fare questa ricetta ma non riesco a trovare da nessuna parte i cranberries,dove posso trovarli? Inoltre sono più indicati secchi o freschi per questi biscotti? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rossella, mi sembra strano che tu non riesca a trovare i Cranberries. Devi usare quelli secchi ovviamente ed io li trovo senza difficolta nella grande distribuzione, tipo Coop o Conad. Ci sono tante marche diverse, una fra le tante Fatina. Davvero credo che sia uno dei frutti secchi più facili da reperire. Spero tu riesca a provarli. Un abbraccio.

      Elimina
  13. Patty, li ho fatti! Grande successo di pubblico e di critica. Non ho messo la cioccolata sopra perché quella bianca mi stucca troppo e ho usato i fiocchi di farro al posto di quelli di avena perché li ho trovati belli grossi. Buoni buoni buoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diavola! Devo rifarli al più presto!
      Un bacione.

      Elimina
  14. biscotti da fare per natale, io sono drogata di fiocchi d'avena...

    RispondiElimina
  15. Grazie per questa ricetta, l'ho fatti ieri, e ho notato la tua stessa cosa: appena intiepiditi il sapore tostato (delle noci, nel mio caso, perché ovviamente mi ero dimenticata di comprare le mandorle) si sentiva parecchio (buonissimo, comunque), ma stamattina è già più rotondo. Niente cioccolato bianco per me, volevo qualcosa di più semplice per la colazione. I jumbo oats sono l'avena semplice integrale, a fiocchi interi, sembrano chicchi di grano interi schiacciati. Quella da porridge è detta instant oats e si vede che tutti tagliuzzati, non si vedono i chicchi interi

    RispondiElimina