mercoledì 15 giugno 2016

TORTILLITAS DE CAMARONES



C'è qualcosa che fritto non diventi irresistibile?
No, assolutamente.
Se poi ad essere fritti sono gamberi avvolti in una pastella deliziosa e croccante, bingo.
Ma non gamberi normali: qui parliamo della varietà Camarones che si trova quasi esclusivamente nel sud della Spagna ed ha la caratteristica di dimensioni minuscole.
Servite come tapa, le tortillitas accompagneranno egregiamente una birra ghiacciata.
Qui nel deserto, accompagnate come di rigore da una bionda analcolica, hanno fatto faville.
Laconico il mio augusto consorte che alla fatidica domanda su come fossero le frittelle  ha esclamato: poche.
Voi quindi sappiatevi regolare di conseguenza :)



TORTILLITAS DE CAMARONES

75 g di farina comune
75 g di farina di ceci
un cucchiaino di sale
un pizzico di pepe
200 ml di acqua fredda
3 cipollotti finemente tritati
2 cucchiai di prezzemolo tritato
100 g di gamberetti da circa un centimetro
olio di semi per friggere


Mescolare le due farine con il sale ed il pepe quindi aggiungere l'acqua fredda poco per volta fino ad ottenere un composto simile a quello dei pancake.
Unire i cipollotti, ilprezzemolo ed i gamberi e girare di nuovo.
Versare almeno 2cm di olio in una padella larga, e farlo scaldare fino a 190 gradi. In mancanza di termometro versare una piccola quantità di composto e se viene in superficie sfrigolando vigorosamente l'olio è pronto.
Cuocere il composto a cucchiaiate, circa un minuto per parte, finchè ben dorato.
Scolare su carta da cucina e servire subito con una birra ghiacciata.


NOTE

-se non si dovessero reperire i gamberi minuscoli indicati nella ricetta basta tagliuzzare dei gamberetti normali.

- la ricetta non presenta alcuna difficoltà nella preparazione, anche la quantità di acqua è perfetta per le polveri indicate.

- unico punto a cui porre attenzione, la cottura: la frittura richiede un minimo di attenzione per poter gustare una frittella croccante invece che uan specie di piadina moscia. Assicuratevi che l'olio sia a temperatura e che sia abbondante. Fatele dorare molto bene, non lasciatele pallide.

- la farina di ceci dà un tocco irresistibile alle frittelle, che nonostante possano essere realizzate anche con sola farina comune perderebbero il loro tocco di orginalità.

- unico appunto che con le dosi date non si ottengano moltissime tortillitas. Ma facile risolvere il problema....

La ricetta è quindi 
assolutamente PROMOSSA 

24 commenti:

  1. Proprio domenica ho mangiato delle frittelle di bianchetti con la farina di ceci. Prevedo che sarà il tormentone dei prossimi mesi, visto che il risultato è davvero interessante e gustoso!
    Questi li mettiamo in nota per il prossimo aperitivo, sembrano davvero sfiziosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già diventati tormentone da me e non prevedo che ce ne stancheremo a breve!

      Elimina
  2. Queste tortillitas faranno faville anche dalle mie parti, non ho dubbi :)))

    RispondiElimina
  3. #ArabaMaghellaFelice sto ululando... tra un po prevedo una trasformazione in licantropo e anche senza la luna... mi bastano queste frittelle... concordo con tuo marito, troppo poche!!!
    Vabbè torniamo seri, mai provato le frittelle con la farina di ceci... e cosa aspettavo? Bè aspettavo Omar e anche te Stefy <3 olèèèè

    RispondiElimina
  4. L'idea della farina di ceci....
    Da segnare!

    RispondiElimina
  5. La farina di ceci rende unici i gamberi fritti mi é capitato di farli l'anno scorso... x caso. Secondo te se li faccio a parte le classiche salse cosa potrei abbinarci come intingolo extra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche una salsina di yogurt, senape, sale e limone starebbe benissimo!

      Elimina
  6. mi unisco agli ululati e ci aggiungo pure quelli che faro' sulla bilancia. e comunque, la prossima volta scrivi che senza i Camarones non vengono. Perche' senno' e' istigazione a tutto ;)

    RispondiElimina
  7. Le frittelle realizzate con la farina di ceci le ho già provate a causa dei miei problemi fisici, e sono un'ottima alternativa, anzi secondo me superano quelle tradizionali.
    Ho già provato con le verdure ed alcuno tipi di filettini di pesce ma i gamberetti mi mancano, quindi da provare!
    Il commento dell'augusto consorte è fantastico...poche...che altro si può dire?!?!?!
    Ahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè che sono tapas e dovresti avere mille cose in tavola...ma queste vanno minimo quadruplicate!

      Elimina
  8. Non vedo l'ora di trovare l'occasione per prepararle :) ma concordo con l'osservazione del tuo augusto consorte, almeno dosi doppie ;)

    RispondiElimina
  9. Commentavo poco fa ad AleOnly che io non sono una grande amante dei fritti.
    Epperò le eccezioni ci sono, eccome se ci sono!!! :-)))
    Da provare, assolutamente. A dosi raddoppiate o, perché no, triplicate. Perché si sa, io con il disamore per i fritti sono l'eccezione, in famiglia la regola è un'altra. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la prima che conosco. Ma con queste potresti redimerti...

      Elimina
  10. Omamma....la presenza della farina di ceci mista all'idea dei gamberi nella pastella rende questa frittella interessante come un pensiero proibito. E non ti dico cosa sto pensando adesso.
    Sono fantastiche. Me le segno!
    Un bacione cara Stefi.

    RispondiElimina
  11. he he he gli uomini sono sintetici ma d'effetto come sono? Poche, vuole dire buonissime fanne di più :-)))

    RispondiElimina