lunedì 21 ottobre 2013

A TRIO OF BISCOTTI

Sul libro di Paul Hollywood "Bread" non ci sono solo ricette di pane... si trovano anche ricette di dolci, come i biscotti che ho scelto per oggi, in ben tre versioni differenti, anche se io ne ho preparate solo due, per questa volta. Proverò anche la terza versione perché questi biscotti sono deliziosi! Potrebbero essere un'ottima idea per i regalini di Natale, insieme ad un bottiglia di Vin Santo :-)



Nel libro di Paul, si trovano nella capitolo dei pani continentali (!), insieme alla Ciabatta e alle Mini Baguettes.

Questi croccanti, dolci prelibatezze italiane risalgono al 13 ° secolo. L'impasto viene cotto in un filoncino, poi tagliato a fette e cotto di nuovo, in modo da asciugarlo e renderlo croccante, da qui il nome di biscotti, che significa "cotto due volte(ma questo lo sapevate già, vero?) Ci sono molti modi diversi per insaporire i biscotti. Deliziosi con  il tè o il caffè, e tradizionalmente immersi nel Vin Santo o in un vino dolce. Queste sono tre delle varianti preferite da Paul Hollywood. Io ho preparato la versione con pistacchi e mirtilli rossi, e quella con cioccolato, mandorle e arancia.
 
tra parentesi e/o in corsivo le mie note



Ingredienti per 15-20 biscotti

Per l'impasto base

250 g di farina bianca, più quella per spolverare, più 30 g per la versione al cioccolato

½ cucchiaino da tè di lievito (per dolci)

250 g di zucchero semolato
2-3 uova medie, sbattute

Per la versione ai mirtilli rossi e pistacchio

220 g di pistacchi sgusciati (non salati)
125 g di mirtilli rossi (cranberries)
la scorza di un limone (biologico), grattugiata finemente

Per la versione alle nocciole e datteri

200 g di nocciole sgusciate
125 di datteri snocciolati
la scorza di un limone (biologico), grattugiata finemente

Per la versione al cioccolato, mandorle e arancia

50 g di cioccolato fondente di buona qualità
135 g di mandorle pelate (per un mio errore di traduzione le ho tostate, forse è pure meglio)
50 g di gocce di cioccolato (fondente)
la scorza di un'arancia (biologica), grattugiata finemente
½ cucchiaino da tè di estratto di vaniglia (per me i semi di mezzo baccello)

Riscaldare il forno a 140°C. Se avete un forno statico, che 
è la scelta migliore per questa ricetta, vanno bene 160°C. Foderare una teglia con carta da forno o con un foglio di silicone, anche se la teglia è antiaderente. Mescolare farina, lievito e zucchero in una ciotola. Incorporate le uova sbattute, un po 'alla volta, assicurandosi che ogni aggiunta si sia ben incorporata prima di aggiungere la successiva. Continuate fino ad avere un impasto sodo, Può non essere necessario aggiungere tutte le uova, perché l'impasto non deve essere appiccicoso. Se state facendo i biscotti al cioccolato, aggiungete anche la parte in più di farina, e prestare attenzione alla quantità di uovo che si aggiunge, perché il cioccolato fuso renderà l'impasto più appiccicoso.

Adesso è il momento di aggiungere gli aromi preferiti. Le quantità indicate sono sufficienti per aromatizzare un'intera dose di impasto. 
Per i biscotti al pistacchio e mirtilli rossi, tritare grossolanamente il pistacchio e i mirtilli, ed aggiungerli all'impasto insieme alla scorza di limone (io non li ho tritati, mi piaceva l'idea di sentirli di più al morso...). Mischiare gli ingredienti all'impasto con le mani, finché saranno uniformemente incorporati.

Per i biscotti alle nocciole e datteri, tritare grossolanamente le nocciole, tenendone qualcuna intera. Tritare grossolanamente anche i datteri ed unire tutto all'impasto insieme alla scorza di limone, usando le mani, finché saranno ben amalgamati.,

Per i biscotti al cioccolato, mandorle e arancia, sciogliere il cioccolato in una ciotola a bagnomaria (io nel microonde), poi farlo intiepidire. Tritare grossolanamente le mandorle (in questo caso ho tritato le mandorle, sono decisamente più grandi dei pistacchi!). Unire il cioccolato fuso all'impasto, finché si sarà amalgamato uniformemente, in modo da ottenere un composto sodo. Unire le mandorle, le gocce di cioccolato, la scorza d'arancia e la vaniglia. Unire gli ingredienti all'impasto con le mani finché saranno ben amalgamati.

Dopo aver aggiunto gli aromi,  lavorare l'impasto su una superficie infarinata, delicatamente, poi dividerlo a metà e formare due lunghi rotoli del diametro di circa 4 cm ciascuno. Trasferirli su una teglia foderata con carta forno, distanziandoli 5 cm uno dall'altro, perché l'impasto si allargherà leggermente in cottura. Infornare per 30-35 minuti.

Far raffreddare i rotoli per 10 minuti (anche 15) lasciandoli sulla teglia, in modo che si rassodino un po', poi metterli su un tagliere. Tagliarli diagonalmente in fette di 2-3 cm di spessore, posizionarle sulla teglia (ve ne servirà una in più), con il lato tagliato verso l'alto. 

Rimettere in forno per altri 20-30 minuti o finché i biscotti saranno asciutti al centro, girandoli a metà cottura. Trasferirli su una gratella e lasciarli raffreddare completamente. Questi biscotti si conservano bene in un contenitore a chiusura ermetica.


Ottima ricetta, e di semplice esecuzione, se si fa attenzione alla consistenza dell'impasto durante la lavorazione. E' importante, come sottolinea Paul, aggiungere le uova poco per volta. Quando l'impasto sta insieme, ed è sodo e non appiccicoso, fermatevi. 
Anche per questa ricetta, Paul Hollywood è... PROMOSSO!!!

22 commenti:

  1. Sono bellissimi, specie quelli con il verde dei pistacchi!
    Mi fa piacere sapere che vengono bene dato che mi ispiravano parecchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Via libera, Stefania :-))) Ho giá in mente altre varianti...

      Elimina
  2. Bellissime queste versioni di biscotti... molto interessanti i frutti usati all'interno e mi piacciono assai come regalini natalizi.. li copierò di sicuro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pistacchi e mirtilli rossi sono un abbinamento che non avevo provato prima d'ora.... Stupendo!

      Elimina
  3. Mirtilli e pistacchio senza dubbio!!! Mi piacciono entrambi e il mix di colori mi ha conquistata. Fantastici!!

    RispondiElimina
  4. Una versione più golosa dell'altra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di provare anche la terza ;-)

      Elimina
  5. ma solo io penso già ai regali di natale??? sono bellissimi, Ale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale io sto già raccogliendo ricette e idee per impacchettarli. No, non sei l'unica. E devo anche fare dei regali gluten free, me felice!!!!

      Elimina
    2. Non sei l'unica, Ale ;-) Leggendo la ricetta, li ho trovati perfetti per quello scopo... Si possono preparare con parecchio anticipo e fanno la loro "porca figura" :))))

      Elimina
  6. Ma che spettacolo questa reinterpretazione dei tradizionali cantucci!!!
    Mi tentano assai tutti quanti e, sì, sono perfetti per i regali di Natale!
    Bravissima Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mapi, lo sono! Noi ne abbiamo già mangiati una "discreta" quantità... Ma, se non sbaglio, i cantucci sono un po' diversi.

      Elimina
  7. Sono bellissimi e mi pare quasi di sentire il profumo! :)
    La versione nocciole e datteri mi fa già sognare!!

    Per quanto riguarda i regali di Natale...mmmh....ma bisogna per forza regalarli, posso fare un po' l'egoista e mangiarmeli tutti io quest'anno?? :-P

    Ciao!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede, quelli con le nocciole e i datteri fanno sognare anche me... ma avevo dimenticato di comprare i datteri... Le nocciole, invece, non mancano mai in casa mia :-)))

      Con queste, dosi puoi accontentare il tuo palato e... regalarli ;-)

      Elimina
  8. ma che belli!!! già a d o r o quelli con i pistacchi! bravissima ale !! mi impigrisce un pò l'idea di preparare tutti gli ingredienti però mi sa che varrà la pena !!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, gli ingredienti per aromatizzare i biscotti sono quasi tutti solo da pesare... ce la puoi fare! E poi, pensa che bello mangiarli con una bella tazza di cioccolata calda :-)

      Elimina
  9. Oh quanto mi piacciono quelli con i pistacchi! E quel rosso stupendo dei cranberries. I biscotti sono sicuramente un regalo più che gradito e quando li ho visti sul libro di Paul ho subito avuto voglia di riprodurli. Le combinazioni dei sapori che si possono infilare nei cantucci sono praticamente infinite...possiamo lanciarci in prove temerarie e non sbaglieremmo mai!
    Ti mando un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  10. Vedo che la versione con pistacchi e mirtilli va alla grande! Io ho provato un'attrazione irresistibile appena li ho visti sul libro.
    Patty, avevo letto della differenza/rivalità tra biscottini di Prato e cantucci... Tu che vivi sul territorio, cosa ne pensi?
    Un super abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Ale!!! Che spettacolo questi biscotti! Mi piacciono un sacco! Ma tanto era scontato: quello che piace a te piace anche a me :)! Provero' a farli magari proprio per Natale...da sgranocchiare sulla spiaggia! ahahah! Che strano!!! Ma non vedo l'ora :)!
    Un bacino grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ema! Vedrai quanto ti piaceranno...
      P.S. è da un po' che non ci "rubiamo" le ricette ;-)
      Un bacione

      Elimina
  12. sono bellissimi e hanno dei colori favolosi. mi sembrano una versione un po' antica dei cantucci, belli belli. mi sa che questi devo copiarli assolutamente! qui i biscotti finiscono sempre in un battibaleno

    RispondiElimina