martedì 18 giugno 2019

AUBERGINE KEFTEDES: MELITZANOKEFTEDES




Nel suo libro, Georgina Hayden dedica diverse pagine alle keftedes, ovvero le polpette/frittelle. Di carne, pesce, pomodori, zucchine e melanzane: ce ne sono davvero per tutti i gusti! Io naturalmente le proverei volentieri tutte e credo proprio che pian piano lo farò... intanto ho iniziato da queste di melanzane. 
Semplicissime da preparare, diverse dalle "solite" polpette di melanzane, diventeranno il vostro nuovo jolly per le cene e gli aperitivi tra amici! 

AUBERGINE KEFTEDES: MELITZANOKEFTEDES

Ingredienti per 12-14 keftedes:

2 melanzane
1 cipolla
1/2 mazzetto di prezzemolo
50 g di kafalotyri o pecorino
1 uovo
1 cucchiaino di origano secco
Sale
Pepe
100 g di farina autolievitante
Olio extravergine di oliva

Preriscaldate il forno a 200 gradi. Mettete le melanzane in una teglia e cuocetele per un'ora, girandole 3-4 volte finché non saranno abbrustolite fuori e morbide dentro. Potete fare questa operazione in anticipo e lasciare le melanzane in frigo fino al bisogno (io l'ho fatto e in effetti è stato meglio, così le melanzane si sono raffreddate completamente e dopo è stato più facile prelevare la polpa).
Pelate e tritate finemente la cipolla. Tritate finemente anche il prezzemolo. Mettete entrambi in una ciotola capiente e unite la polpa delle melanzane (senza la buccia), prelevata con l'aiuto di un cucchiaio. 
Unite anche il formaggio grattugiato e mescolate il tutto con una forchetta. Aggiungete l'uovo, l'origano, una bella presa di sale e pepe e la farina.
Coprite con l'olio il fondo di una padella capiente e ponetela su fuoco medio. Friggete il composto a cucchiaiate, per circa 3 minuti per lato, finché le frittelle non saranno dorate.
Scolate le frittelle su un foglio di carta assorbente e servite immediatamente.

NOTE

- Le dosi indicate secondo la Hayden sono per 12-14 keftedes. Forse usa cucchiai più grandi, perché a me con una cucchiaiata colma a polpetta, ne sono venute una ventina. Poco male, ma per dovere di cronaca andava detto.
- Naturalmente come formaggio io ho usato il pecorino. Temevo sarebbe stato troppo forte, invece si amalgama perfettamente alla dolcezza delle melanzane e non risulta affatto eccessivo.
- Inizialmente temevo che la cipolla sarebbe stata troppa. Sbagliavo, e pure di grosso. Anche qui, la cipolla si amalgama perfettamente al resto e non risulta invasiva.
- Le keftedes sono ottime appena fritte, ma vi assicuro che anche tiepide e fredde sono squisite. La prossima volta che le rifarò le servirò con un po' di tzatziki, che per me ne esalterebbe il gusto ancora di più. Chi le ha assaggiate le ha trovate favolose e ha chiesto al volo la ricetta. 

Mi pare ovvio, quindi, che la ricetta è:

PROMOSSA CON LODE


Alessandra Corona, La Cucina di zia Ale

14 commenti:

  1. Ecco una di quelle cose
    Che se
    Cominci non smetti più. Peccato che le melanzane da me non siano granché ma forse riesce a venirmi comunque una roba decente. Grazie Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono talmente saporite che secondo me verrebbero bene anche con melanzane così e così :D
      Grazie Stefy :*

      Elimina
  2. Sai che mi piacerebbe utilizzare questa idea anche mescolando le melanzane con un trito di acciuga...? Ho la fissa del pesce... 😀😀😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non amo le acciughe, quindi non mi pronuncio XD Ma ti dirò che per me stanno bene con tutto, quindi perché no? :P

      Elimina
  3. Le posso cuocere al forno anziché friggere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto molto morbide, non so quale potrebbe essere la resa in forno, onestamente.

      Elimina
  4. Brava, zia Ale, e che buone che devono essere!
    ma che Georgina non me ne voglia, ma quelle di mia mamma sono imbattibili.... e me le faccio fare tra qualche giorno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahahaa! Georgina non si offenderà! Ma fidati che pure queste sanno il fatto loro e secondo me piacerebbero anche a tua mamma ;)

      Elimina
  5. Bellissima ricetta, grazie! Posso chiedere che tipo di melanzane hai usato?

    RispondiElimina
  6. Mai aggiunta la farina e per giunta autolievitante nelle polpette di melanzane e questo mi incuriosisce, non mi resta che provarle.
    Grazie 🙏💖

    RispondiElimina
  7. Mi fanno gola soltanto a vederle. La melanzana poi è talmente versatile che immagino quanta meraviglia sia dentro questo impasto. Un'ottima scelta cara Alessandra.

    RispondiElimina
  8. Ale, sono stupende! A questo punto, credo che preparerò tutti i keftedes del libro!!!

    RispondiElimina
  9. Trovo appetitosa questa ricetta 😋, peccato per la precottura delle melanzane in forno per un'ora! Di questi tempi le temperature lo permettono poco! 😅

    RispondiElimina