lunedì 21 settembre 2015

CHICKEN, SPINACH AND CHEESE POLPETTE

Gluten free Polpette pollo e spinaci


Confesso che quando abbiamo scelto questo libro ero un po' perplessa, non so nemmeno io dire perché, visto che il pollo è uno dei principali ingredienti della cucina di casa nostra.
Ma come mi sbagliavo! Accidenti, come mi sbagliavo!
In questi giorni ho visto ricette belle, non banali ma precise, che vengono e pure facili. Come lasciarle lì?

Queste polpette non smentiscono il resto. Sono state spazzolated dai figli, che le hanno gradite tantissimo. E anche a me sono molto piaciute.
Temevo l'assenza dell'uovo nell'impasto, e temevo l'assenza dell'uovo e pangrattato fuori. Temevo male. Sono venute perfette, leggere, profumate, gustosissime. E non mancava proprio niente.


Gluten free Polpette pollo e spinaci


POLPETTE DI POLLO E SPINACI


Ingredienti
Per circa 30 polpettine

500 g di macinata di pollo
50 g di pane fresco sbriciolato (per me SENZA GLUTINE)
20 g di parmigiano grattugiato
60 g di Gruyere grattugiato
½ cipolla tritata finemente
2 spicchi d'aglio tritati
200 g di spinaci
le foglioline di 3 rametti di timo
una generosa grattugiata di noce moscata
la scorza grattata di un limone non trattato
sale e pepe

Mettete in una ciotola il macinato di pollo insieme alle briciole di pane e ai formaggi.
Scaldate 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva e fatevi sudare la cipolla, finché è morbida ma non dorata. Unite l'aglio, fate cuocere altri due minuti, quindi fate raffreddare.
Mettere gli spinaci in una pentola con due cucchiaiate d'acqua e fate cuocere a fuoco bassissimo e coperto per quattro minuti. Scolate e fate raffreddare.
Unite la cipolla alla carne, insieme al timo, la scorza grattata del limone, la noce moscata, un pizzicone di sale e una spolverata di pepe.
Strizzate gli spinaci e tritateli finemente. Unite il resto degli ingredienti e mescolate con le mani finché è tutto ben amalgamato.
Con le mani umide formate delle polpette della dimensione di una noce, e fatele raffreddare in frigorifero.
Scaldate un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una padella per friggere e cuocere le polpette in serie a fuoco medio, finché sono rosolate, quindi giratele dall'altro lato.
Ci vorranno circa tre minuti per lato perché siano ben rosolate, ed altri 7 minuti perché cuocciano bene all'interno.
Non devono rimanere rosa.

NOTE
Note non ne ho. L'unica modifica che ho fatto alla ricetta è stata quella di togliere l'aglio, perché qui piace e non piace e visto che doveva essere la cena dei miei figli non potevo permettermi di rischiare. Ma quando le rifarò (perché è certo che le rifarò, magari in versione mignon per una cena) ce lo metterò eccome, l'aglio! 

Questa ricetta è assolutamente
PROMOSSA

Sono davvero squisiti!

17 commenti:

  1. Fantastiche queste polpettine, faccio già delle polpettine senza uova con yogurt greco e farina integrale che sono deliziose, ma il mio timore casomai è proprio verso la scelta di carne, polpette di pollo finora mai fatte ma queste le voglio provare, l'aggiunta di spinaci di sicuro è azzeccatissima ma sinceramente 2 spicchi d'aglio mi sembrano esagerati 1, almeno per me, basta e avanza. Bravissima Gaia sia per la scelta che per il risultato... smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di bravura qui ce n'è poca, sono facilissime!

      Elimina
  2. Sembrano deliziose e mi piace che non ci siano le uova.
    Tanto si è capito che di questo libro le proverò tutte :)

    RispondiElimina
  3. E anche le polpette vanno nella mia to-do list!!! Pure io avrei temuto per l'assenza dei leganti classici nell'impasto di queste polpette, eppure sono venute perfette, e hanno un aspetto golosissimo.
    Eclettica e versatile la nostra Diana Henry: non solo spezie, anche ingredienti più comuni, accostati in modo tale da creare un piatto sfizioso.
    E la nostra Gaia ce lo ha confermato! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono stupita, l'ho scritto anche nel post, di questo libro non ero convinta, e invece ci sta riservando davvero delle belle sorprese...

      Elimina
  4. niente niente male questa versione di polpette!!!

    RispondiElimina
  5. Adorooooo....non c'è una, dico una sola ricetta ad oggi che non mi sia piaciuta. Questo è un altro libro da tenere sul comodino per fare bei sogni.
    E le polpette....che dire, c'è forse qualcuno al mondo a cui non piacciono? Bellissime anche le foto. Un bacio cara Gaia (io come te avrei omesso l'aglio a crudo!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vede che ho un nuovo obiettivo e ho cominciato ad usare ilcavalletto? ;-)

      Elimina
  6. Non vale :D mi piacciono anche queste...ordino il libro !!!

    RispondiElimina
  7. deliziose! Anche io amo le ricette con il pollo!

    RispondiElimina
  8. Hanno un aspetto molto molto invitante queste polpette, grazie per averle provate Gaia, le farò presto anch'io, visto che ultimamente mi è tornata la voglia di cucinare... :) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come stai ale? che bello leggerti!
      la voglia di cucinare non smette mai, ci sono solo dei momenti nella vita che non può essere la nostra priorità, ma una cuoca sopraffina come te...

      Elimina
  9. Gaia, le tue perplessità erano le mie
    E la reazione, la stessa.
    Fra poco aspettatevi quella di mio marito che non ne può più di mangiar pollo tutti i giorni.
    Ma visto che ha avanzato un po' quello di ieri... quasi quasi finisco in gloria con le polpette :-)

    RispondiElimina