venerdì 15 maggio 2015

QUINOA AND CHICKPEA BURGERS

burger ceci e quinoa

Questo libro ci ammannisce molte ricette fresche e leggere, proprio come recita il titolo, ed è perfetto per chi, come me, in questo periodo non ha nemmeno il tempo per respirare.

Questi burger di quinoa e ceci mi hanno piacevolmente stupito, ed hanno decisamente fatto centro a casa mia, nel senso che sono piaciuti pure alla prole che di solito è molto sospettosa nei confronti di queste demoniache novità che la mamma insiste sempre a preparare. In particolare il pargolo adotta pratica la resistenza passiva e non violenta (anche se a dire il vero i mugugni si sentono eccome...) verso tutte queste diavolerie, che per lui hanno pure l'aggravante di essere senza glutine e quindi confermano a suo dire l'assoluto favoritismo della sottoscritta nei confronti della figlia grande :-)
A questo giro mi sono imposta, e ho preteso che li assaggiasse. Risultato? "Ma non ce ne sono più?"

Bisogna dire che gliel'avevo presentati in modo piuttosto scenografico, convenite?

Io non sono esperta di burger vegetariani, quindi non so come dovrebbero venire, ma devo dire che il sapore era davvero buono, e l'effetto complessivo molto piacevole.

Unico difetto non aver trovato degli avocado degni di questo nome, per cui il sapore dell'avocado non si sentiva per niente. Sarà per la prossima volta, che ci sarà sicuramente.

burger ceci e quinoa

Quinoa and chickpea burgers - Burger di ceci e quinoaTratto dal libro "Fresh and Light" di Donna Hay

½ tazza (100 g) di quinoa bianca
1 tazza (250 ml) di brodo vegetale
2 piccole fette di pane integrale  (¶)
1 barattolo da 400 g di ceci, scolati e sciacquati
1 uovo
¼ di tazza di coriandolo tritato
1 cucchiaino di cumino in polvere (¶)
1 piccolo peperoncino rosso, tritato
sale marino e pepe di mulinello
olio vegetale per ungere i burger
4 piccole schiacciate  (¶)
insalata, fettine di avocado e di pomodori
maionese al lime e al coriandolo  (¶)

Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere presentare sulla confezione la scritta SENZA GLUTINE il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.
 
Mettere la quinoa e il brodo vegetale in una pentola e far prendere il bollore. Coprire, ridurre la fiamma al minimo e cuocere per 15 minuti o finché tutto il brodo è stato assorbito. Tenere da parte facendo raffreddare un po'.
Mettere il pane in un robot da cucina e sbriciolarlo finemente. Unire i ceci, la quinoa, l'uovo, il coriandolo, il cumino, il peperoncino, sale e pepe e azionare in modalità pulsata finché è tutto tritato finemente. Dividere il composto in quattro parti, formare delle palline e schiacciarle a forma di burger. Spennellare ogni burger di olio e cuocerli in una padella anti-aderente a fiamma medio-alta per 4 minuti per parte, o finché sono dorati da ambo i lati.
Dividere le schiacciatine nei piatti individuali, farcire con insalata, burger, fettine di pomodoro e avocado, e cospargere con la maionese al lime e al coriandolo.

NOTE

- La maionese al lime e coriandolo avrebbe dovuto essere, nelle intenzioni dell'autrice, una maionese vegan fatta con il silk tofu. Il problema è che non sono ancora riuscita a trovare del tofu certificato senza glutine: in prontuario ce n'è uno, che però a Firenze pare introvabile, e tutti i tofu che trovo riportano l'inquietante scritta "Potrebbe contenere tracce di glutine" quindi soprassiedo sempre.
Io ho quindi preso della normalissima maionese, ho aggiunto del prezzemolo tritato e del succo di lime. Il risultato è stato una maionese fresca e aromatica che secondo me ci stava piuttosto bene.

- Coriandolo. Io non lo sopporto, tanto mi piace il coriandolo in semi tanto mi dispiace quello in foglie. Quindi l'ho sostituito con il prezzemolo, spero che non me ne vogliate.

- Come pane invece delle schiacciate ho usato delle fette di un filoncino che avevo fatto io il giorno prima. Andava benissimo.

- Dimensioni: io ne ho fatta mezza dose, temendo che la prole non gradisse, e mi sono venuti quattro burger piccolini ma non minuscoli. Immagino che con la dose intera vengano dei burger king size.

La ricetta è facile, veloce, e viene con le dosi indicate.
Mi sento quindi di considerarla a tutti gli effetti

PROMOSSA

24 commenti:

  1. Sono sempre alla ricerca di nuove ricette con la quinoa, per poterla proporre al marito che storce il naso quando la vede ;) . Questi burgers sono sfiziosissimi :D li proverò di sicuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno un buon sapore. Qui sono piaciuti a tutti. Compreso il piccolo, che se gli dico "Quinoa!" mi risponde "Vate retro Satana!"

      Elimina
  2. Amo i burger vegetariani e ne faccio spesso un tipo di riso e ceci che ha vinto anche ogni resistenza del consorte. Questi sono i prossimi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saranno abbastanza simili, immagino. Anche se la quinoa ha un quid in più.
      Volevo provare a tritare solo i ceci e non la quinoa, la prossima volta. per vedere l'effetto che fa.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Quella è l'estetica, ma il gusto ti assicuro che vale

      Elimina
  4. Sembrano super squisiti! Devo assolutamente provarli, ma siccome vorrei provarli vegani, avete qualche idea sul come potrei sostituire l'uovo?:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. potresti togliere l'uovo e aggiungere un po' d'olio al composto? non so, mi ero fatta la stessa domanda anch'io

      Elimina
  5. Che belli, è da tanto che voglio fare i burger di quinoa! La prima volta che ho fatto il ceci burger temevo il divorzio, invece il maritozzo alias uomo delle caverne si è leccato pure la padella. Vedremo se stavolta sarò altrettanto fortunata :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prova, poi vediamo se superano la prova marito così come i miei hanno superato la prova prole :-)

      Elimina
  6. Che belli, li farò prossimamente per smaltire la quinoa che ho in dispensa da troppo tempo, l'ho comprata grazie ai consigli di Marco Bianchi ma non mi piace per niente, pero' in questa ricetta ne vanno solo 100 gr magari mi piace :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so stella, certo se non ti piace la quinoa è un rischio.
      però il sapore dominante è quello dei ceci, quindi... vedi tu insomma!

      Elimina
    2. Ciao, li ho fatti ieri sera, mmmmmm, ho deciso che la quinoa non la compro più, ne erano rimasti soltanto 80 gr nel barattolo e non mi sono piaciuti granché, certo questi burgher sono molto più buoni rispetto a quelli che avevo fatto di Marco Bianchi, che richiedeva 250 g di quinoa con solo una zucchina e una carota. Però la ricetta è perfetta :-D

      Elimina
  7. Mamma che gola, da quant'è che non mangio un paninozzo così per la miseria!
    Adoro i ceci con l'avocado, poi, a volte faccio anche l'hummus che è super!

    Ah, e per il tofu silk, cerca questo: http://www.clearspring.co.uk/products/organic-japanese-tofu.
    Io lo trovo all'erboristeria Albero Verde al Galluzzo a volte.
    Vale la pena cercarlo perchè ti assicuro che mayo col tofu silk è una rivelazione, viene similissima all'originale ( o almeno, all'originale fatta con olio e latte di soia, che per me ormai è quella la "classica" ^_^) ma senza i litri di olio!

    P.s. anch'io il coriandolo fresco non lo sopporto! Secondo me sa di cimice! :'D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'hummus di ceci e avocado insieme? confesso di non averlo mai sperimentato, ma mi sa che lo proverò presto... mi incuriosisce parecchio.
      ma tu sei di firenze? immagino di si, nominando il galluzzo...
      cercherò questo silk tofu mi hai fatto venire davvero voglia

      Elimina
    2. Essì! Sto a Tavarnuzze :D

      Elimina
  8. e anche questa ricetta mi piace, ho già fatto varie volte l'hamburger di ceci ma mai con la quinoa che finora non ho mai assaggiato... ho idea che sia arrivato il momento... sono sicura che anche questo hamburger vegetariano sarà un successo, Grazie "GaiaManined'Oro" per averlo scelto e fatto anche sublimamente...
    Messaggio per Peanut: anche io adoro l'hummus con l'avocado e su crostini integrali direi che è la morte sua, e che dire del coriandolo che sa di cimice? sono anni che lo asserisco pure io... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cosa assurdo del coriandolo è che invece i semi mi piacciono moltissimo... mah...

      Elimina
    2. io non ho mai assaggiato i semi di coriandolo ma ho intenzione di farlo appena avrò l'occasione di acquistarli, non sei l'unica che dice che di apprezzarne i semi e non quello fresco... ti consiglio l'assaggio dell'hummus spalmato su uno dei tuoi fantastici pani integrali gluten free e ricoperto di fettine di avocado... e bon appetittttttt <3

      Elimina
  9. Mai provato quinoa! Te la ricordi la pubblicità di Mai provato Hurra! Ecco, io ho la stessa espressione basita. Ho fatto hamburger vegetariani con lenticchie e miglio ed ho una conferzione di quinoa che aspetta di essere testata. Infatti le ricette che ho scelto la prevedono. L'insieme mi piace molto anche perché la presenza dell'avocado mi ingolosisce assai, da buona golosa di robe grasse e truculente (e l'avocado sostituisce alla grande il bacon :D :D :D ) e l'aspetto è accattivante. Bella Gaia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. all'equivalenza bacon = avocado non avevo pensato ma in effetti il ruolo è quello.
      l'aspetto era bellissimo, un tripudio di colori che avrebbe reso invitante qualsiasi cosa.
      e poi era invitante davvero!

      Elimina
  10. Ho provato la quinoa una volta sola, di recente, e mi è piaciuta. Siccome mi piacciono pure i ceci, presto questi burger saranno miei. :-)
    Concordo con te sul coriandolo e immagino che goduria quella maionese, soprattutto se normale e non fatta col tofu!

    RispondiElimina