mercoledì 25 settembre 2013

MELANZANE GRIGLIATE CON MIELE E PEPERONCINO


Eccoci alla seconda prova, per me, di Hugh.
Ed è andata molto positivamente: queste melanzane si sono rivelate buone, anzi, direi ottime. Un piatto decisamente felice, e pure semplicissimo.

Lentamente sto imparando a riconoscere il tocco britannico: una cucina che non avendo il timor sacro della propria bistrattatissima tradizione culinaria, che pur esiste, molto ricca e colta, sa osare, copiare, mescolare, senza timore di offendere chissà quali mostri sacri. 
I britannici prendono a prestito dalle cucine di tutto il mondo, che conoscono più che bene, per merito -se così si può dire- della lunga storia coloniale, e lo fanno in modo rispettoso ma mai ingessato, curiosi e divertiti. I risultati sono solitamente freschi e piacevoli, anche se non sempre ci piacciono. 

Queste melanzane invece mi/ci sono proprio piaciute, e possono essere un modo diversi di proporre le melanzane grigliate che, almeno a casa mia, sono davvero una costante estiva, complice la velocità di preparazione.

Sicuramente fra le tante cose che ho imparato da quando ho un blog di cucina è rispettare la cucina anglo-sassone, sia inglese che americana, che ha molto, moltissimo da insegnare e noi mediterranei. A volte anche come usare i nostri stessi prodotti.

Grilled aubergines with chilli and honey
 
Da: H. Fearnely-Whittingstall –
River Cottage Veg Every Day! – Bloomsbury Publishing - pag. 340.
Ingredienti per 4 persone
(tra parentesi e/o in corsivo e le mie note)
4 melanzane medie (circa 750 g)

1 peperoncino
olio extra-vergine di oliva
alcuni rametti di timo fresco
miele chiaro (io ho usato invece castagno, e non me ne pento)
succo di limone
sale, pepe (macinato al momento)  q.b.

Preriscaldare il grill a media temperatura (io ho usato una bistecchiera, come faccio abitualmente per le melanzane). 
Pelare le melanzane (io no, come si vede dalla foto) e tagliarle a fette alte circa 1 cm. Disporle su una teglia da forno ricoperta di carta-forno, ungerle generosamente di olio e cospargere con sale e pepe. 
Far cuocere finché sono dorate, quindi girarle aggiungendo eventualmente altro olio, sale e pepe. Far cuocere finché non sono ben dorate anche dall'altro lato, e tenere (io qui non le ho fatte al forno, ma appunto sulla bistecchiera, e sono venute ottime lo stesso, io le preferisco anche perché, pur morbide, mantengono una consistenza più sostenuta, che preferisco).

Trasferirle in un piatto da portata, eventualmente dispondendole a strati se non ci stessero tutte (io le ho disposte in uno strato unico, in modo da poterle condire tutte in un colpo solo. A questo punto, visto che non l'avevo fatto prima, ho salato le fette, e le ho cosparse di un giro d'olio).


Cospargere con il peperoncino tritato fine e privato dei semi, e con le foglioline di timo.



Sgocciolarvi sopra un po' di miele e succo di limone (e anche qui io ho fatto diversamente, facendo in un ciotolino a parte un'emulsione con un paio di cucchiai di olio di oliva, succo di limone e miele. Ne è venuta fuori una salsetta abbastanza liquida che ho sparso sulle melanzane, che secondo me così si sono insaporite meglio).


Farle riposare almeno una mezzoretta in modo che si raffreddino e i sapori si mischino, aggiustare di sale e servire con pane, eventualmente come uno degli elementi di un mezze (mezzo = sontuoso pranzo-aperitivo mediorientale).
Mie note:
Ho un po' modificato le modalità di cottura perché -lo confesso- non avevo letto bene la ricetta inglese e ho proceduto con il pilota automatico, come faccio sempre con le melanzane grigliate. Forse avrei potuto grigliarle in forno, ma essendo abituata a farle sulla bistecchiera e non avedo mai sentito proteste in merito sono andata a diritto. 

Devo dire che come metodo mi sembra più pratico (chiederci di accendere il forno d'estate solo per grigliare delle melanzane lo trovo davvero molesto, ma -si sa- Hugh vive in Inghilterra, dove non fa mica caldo come da noi).

L'altra modifica è più sostanziale: invece che versare gli ingredienti liquidi (miele, olio, succo di limone) sulle melanzane separatamente, ne ho fatta un'emulsione. Anche questa mi pare una scelta preferibile, perché facilita il mescolamento dei sapori e rende più semplice versare la salsa sopra le melanzane.


L'effetto complessivo è quello di un contorno fresco e piccante, dove il dolce del miele stempera il piccante dei peperoncini e sopra tutto si sparge la fragranza del timo.
Una ricetta sicuramente PROMOSSA!

10 commenti:

  1. Le ho provate queste melanzane e mi sono piaciute moltissimo. Il tocco del miele fa la differenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero. e ti dirò, mia mamma è allergica al peperoncino, le ho fatte anche senza, ovviamente non sono uguali ma erano buone lo stesso!

      Elimina
  2. le melanzane grigliate con aromi sono una delle cose più buone! bella questa variante!

    RispondiElimina
  3. il miele è sicuramente l'idea vincente di questo piatto! complimenti per la resa e grazie per i tuoi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mia cara!
      quali consigli però? ;)
      I'm svampita :-)

      Elimina
  4. Bellissima variante per le melanzane grigliate, che anche a casa mia vanno alla grande... Grazie per i suggerimenti!

    RispondiElimina
  5. Semplice, eppure deve essere buonissimo.. mi intriga molto l'accostamento dei sapori!

    RispondiElimina
  6. queste le ho preparate anche io, perchè mi piace moltissimo il mix di sapori e confesso che anche io vado di bistecchiera! Ricetta semplice ma ottima Gaia

    RispondiElimina
  7. Che bella idea questa :) Sto seguendo con passione questo starbook. Ci sono tantissime idee interessanti. Tra l'altro queste melanzane capitano a fagiuolo: ho un barattolino di miele al peperoncino che scalcia in credenza perché vuole essere usato :)

    RispondiElimina