mercoledì 25 marzo 2015

RICOTTA FRITTERS DI OTTOLENGHI PER LO STARBOOKS REDONE

Abbiamo ricevuto via mail da Luciana C. questo contributo per lo Starbooks Redone di Marzo!
Grazie mille per la tua partecipazione, Luciana!


Se il mese scorso non avessi partecipato in veste di redoner forse non starei sfogliando Plenty more con gli occhi a cuoricino. Alcune ricette forse non riuscirò mai a testarle perché non saprei dove reperire tutti gli ingredienti . Per queste frittelle di ricotta invece non occorre nulla di strano, anzi , ricotta e caprino qui si trovano ovunque.
Siccome non amo la menta ero indecisa se mettere tutta quella indicata nella ricetta o dimezzare la dose. Mi sono buttata e l’ho messa tutta, fortunatamente l’aroma non è così forte come pensavo, si percepisce appena. Nell’insieme sono deliziose e tutti gli aromi si fondono perfettamente, nessun ingrediente prevale sugli altri.

RICOTTA FRITTERS WITH ORANGE AND HONEY

 


Ingredienti
(Per 6 persone)
  • 470 gr di ricotta
  • 60 gr di caprino fresco o altro formaggio di capra morbido
  • 3 uova
  • 60 ml di latte intero
  • 1 + 1/2 cucchiaio di foglie di menta finemente tritate
  • la scorza grattugiata di 1 arancia
  • 160 gr di farina 00 più altra all’occorrenza
  • 1+ 1/2 cucchiaino di lievito per torte
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 700 ml di olio di girasole per friggere
  • 4 cucchiai di miele leggermente riscaldato da far cadere a pioggerella sulle frittelle
  • zucchero a velo per spolverare
  • sale
Per lo sciroppo di arancia
  • 100 gr di zucchero semolato
  • la scorza di un’arancia tagliata a listarelle sottili

Iniziare preparando lo sciroppo. In un pentolino mettere 100 ml di acqua e lo zucchero semolato su fiamma media e mescolare fino a quando lo zucchero non sarà sciolto. Lasciare sobbollire per 3/4 minuti. Aggiungere le listarelle di arancia e continuare la cottura ancora per 2 minuti. Togliere dal fuoco e lasciare che le listarelle di arancia si raffreddino nello sciroppo.

In una ciotola mettere 350 gr di ricotta con il caprino e le uova. Sbattere fino a quando il composto non sarà abbastanza liscio, aggiungere il latte, la menta , la scorza di arancia grattugiata e mescolare. Mettere da parte.

In un’altra terrina mischiare la farina, il lievito, lo zucchero e 1/4 di cucchiaino di sale.
Aggiungere il mix di ricotta agli ingredienti secchi, formando una pastella, aggiungendo altra farina se necessario, fino a raggiungere la consistenza che, se fatta cadere dal cucchiaio non ci scivoli subito ma opponga una certa resistenza.
Far riposare 10 minuti.



Versare l’olio in un pentolino dal fondo spesso e profondo circa 4 cm e far raggiungere i 180 °.
Far cadere lentamente un cucchiaino da te colmo di pastella nell’olio caldo e cuocere per 3 o 4 minuti, girando di tanto in tanto, fino a quando non saranno marrone dorato; abbassare la fiamma se le frittelle si scuriscono troppo in fretta.
Togliere con una schiumarola e fare assorbire l’unto in eccesso su carta da cucina. Continuare fino a esaurimento della pastella.

Formare mucchietti di frittelle in piattini individuali e far cadere a pioggia il miele fatto scaldare.
Sulla sommità aggiungere una cucchiaiata della ricotta rimasta e spolverare con lo zucchero a velo. Per finire guarnire con parte delle listarelle di arancia e sciroppo e servire subito.


Note:
  • Per comodità lo sciroppo di arancia l’ho preparato la sera prima e, una volta raffreddato, conservato in frigorifero.
  • Gli ingredienti umidi li ho sbattuti con uno sbattitore elettrico.
  • Ho usato farina a marchio Coop e non ho dovuto fare aggiunte, la quantità indicata era perfetta.
  • Ho sostituito l’olio di girasole con quello di arachidi per friggere .
  • Fare attenzione alla temperatura dell’olio perché coloriscono in fretta….molto in fretta e girarle per farle cuocere in modo uniforme
  • Abbiamo testato la ricetta in 4 e le frittelle son piaciute a tutti .

La ricetta è
PROMOSSA

Con questa ricetta Luciana partecipa allo Starbooks Redone di marzo 2015 


Luciana C. (via mail) 

11 commenti:

  1. Devo dire che finora nessuna ricetta di Ottolenghi mi ha delusa e tu confermi questo trend ;)

    RispondiElimina
  2. ma sono stragolose queste frittelline!! e solo ottolenghi poteva pensare di aggiungere la menta :))
    grazie luciana, queste sono da provare assolutamente!

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che voglia di frittelle mi hai fatto venire!!!! Grazie per aver sperimentato questa ricetta: neppure io amo troppo il sapore di menta, avrei avuto la tua stessa perplessità e sono contenta che tu ti sia buttata, così quando sarà il mio turno saprò che non ho niente da temere. ;-)
    Ottolenghi è davvero una garanzia, e benché abbondi un po' troppo col cumino per i miei gusti, :-) le sue ricette mi piacciono da matti. Di Plenty More ne ho sperimentate diverse, ma non ne ho fotografata nessuna al di fuori di quelle fatte per lo SB... ed è un peccato. Ma le rifarò e le fotograferò, così almeno sul mio blog potranno comparire.

    Ottima la tua disamina, come sempre.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  4. ^____^ grazie ragazze....e si....vi confesso che anch'io ne ho provate altre....in due ci siamo spazzolati l'intera dose di smoky polenta chips....erano un chiodo fisso :D Prima però avevo provato la zucca con cardamomo e semi di nigella ( a me è piaciuta molto, mentre a mio marito il cumino è sembrato eccessivo)...Pian piano ne proverò ancora, quel libro è stupendo e senza di voi ora non sarebbe mio ;)...baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...E senza lo Starbooks noi non ti avremmo conosciuta... vedi quante belle cose accadono attorno ai libri di cucina? :-D

      Elimina
    2. Vero :D ne sono davvero felice

      Elimina
  5. Che bella ricetta!!!! Mi era letteralmente sfuggita :D

    Grazie Luciana di averla proposta! Mi piace la condivisione del Redone perché fa scoprire pezzi nuovi dei libri che ho!

    RispondiElimina
  6. Fede :DDDDD io per esempio non mi fido delle ricette senza foto...sbagliato ...le ragazze ne avevano proposte di golosissime ....e io, sfogliando il libro, non le avevo nemmeno degnate di uno sguardo ;)
    Grazie a te :D

    RispondiElimina
  7. grazie luciana per questa ricetta, davvero golosissima!
    e a me era pure sfuggita!
    il redone serve anche a questo, a far scoprire a noi starbooker le meraviglie dei libri che scegliamo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi ^____^ io 3 libri li ho acquistati proprio perché ho visto le vostre realizzazioni ....un abbraccio ;)
      PS: un paio invece sono nella lista dei desideri ;)

      Elimina