mercoledì 11 settembre 2013

TORTA DI LATTUGA, CIPOLLOTTI E FORMAGGIO

La prima ricetta che ho scelto di preparare per lo Starbooks di questo mese è una gustosa torta salata, che l'autore consiglia di servire per un pranzo di inizio estate. La mia è stata gustata in una cena di fine estate...


In verde le mie note

Ingredienti per 4-6 persone

per l'impasto

250g di farina
1 pizzico di sale
125g di burro freddo a cubetti
75 ml circa di latte freddo

per il ripieno

1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
4 cuori di lattuga tagliati in quarti
15g di burro
2 mazzetti di cipollotti (250g) tagliati a fette spesse
100g di Asiago o formaggio di capra duro
2 uova grandi e due tuorli
200 ml di panna (fresca)
200 ml di latte intero
sale e pepe macinato fresco

Per l'impasto, mescolare farina e sale, unire il burro e lavorarlo con le dita (si può utilizzare anche il robot da cucina, con la funzione pulse - a scatti), finché il composto sarà sbriciolato. Unire il latte freddo, poco alla volta, in modo da ottenere un impasto uniforme, poi capovolgerlo e lavorarlo velocemente su un piano di lavoro e formare una palla, che andrà avvolta nella pellicola per alimenti, e fatta riposare in frigorifero per 30 minuti (almeno).
Preriscaldare il forno a 180°C. Stendere la pasta (brisè) su un piano di lavoro infarinato e rivestire una tortiera di 25 cm di diametro, lasciando sporgere la pasta dai bordi dello stampo. Coprire la tortiera (l'interno) con allumino per alimenti (o carta forno), e riempirla con dei fagioli secchi. Cuocere per 15 minuti, eliminare carta e fagioli, bucherellare la pasta con una forchetta,e cuocere per altri 10-15 minuti, finché la pasta inizia a colorire. Eliminare la pasta in eccesso con un coltello appuntito (io me ne sono dimenticata...).
Per preparare il ripieno, rosolare la lattuga in una padella (per me antiaderente) con l'olio. Salare, pepare e cuocere per 5 minuti, mescolando un paio di volte fino a quando le superficie tagliate non sono dorate (io non sono riuscita ad ottenere dei quarti di lattuga, mi si sono aperti... pazienza!). Aggiungere il burro verso fine cottura, lasciandolo sciogliere nella padella, versandolo poi sulla lattuga. Prelevare la lattuga con un mestolo forato e metterla nel guscio di pasta. Abbassare leggermente il fuoco, aggiungere i cipollotti, saltarli per 5 minuti, poi disporli sulla torta intorno ai cuori di lattuga. Grattugiare il formaggio e disporlo sopra al ripieno.
In una ciotola, sbattere leggermente le uova con i tuorli, il latte e la panna. Regolare di sale e pepe, poi versare la miscela sopra al ripieno. Cuocere per 35 minuti circa fino a doratura (a me sono serviti quasi 50 minuti!). Servire la torta tiepida o a temperatura ambiente.

La ricetta è semplice, originale e gustosa. Non ci sono particolari difficoltà, forse qualche imprecisione... Io ho seguito la ricetta del libro in italiano, quindi, le imprecisioni,
potrebbero essere causate dalla traduzione...?

PROMOSSO


                                                                                                 Ale only kitchen

40 commenti:

  1. ...e anche la seconda ricetta del libro mi sfizia! Mi sa che avete fatto un'ottima scelta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembrerebbe proprio di sì... Vedremo cosa ci riserveranno le prossime ricette!
      Grazie

      Elimina
  2. Beh... deve essere ottima questa torta salata. La brisé con il latte probabilmente verrà un po' più morbida di quella classica. Ma mi incuriosisce soprattutto il ripieno, in particolar modo l'utilizzo della lattuga e l'abbinamento con i cipollotti, cosa che la rendono una quiche un po' diversa dal solito. Noto anche che la panna viene allungata con il latte e siccome lo faccio sempre anch'io per alleggerire il ripieno, non posso che condividere.
    E tu, Ale, sempre bravissima :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari, per la pasta è come dici tu ;-) La lattuga cotta, l'avevo già provata come abbinamento a dei ravioli di pesce tempo fa, e mi era piaciuta molto! Anche in questa torta, insieme ai cipollotti, al formaggio (Asiago, nel mio caso) e alla Royale, la lattuga è buonissima...

      Elimina
  3. Mai vista una torta di lattuga...ma sembra interessante!

    RispondiElimina
  4. Eh...le torte salate, il mio debole! Ma che dico debole, debolissimo!! :D
    La metto in lista anche per lo Starbooks Redone quasi quasi... :-P

    Il titolo in italiano è "Vegetariano gourmand" ??
    Sono ancora indecisa se prenderlo in lingua originale o tradotto..più che altro perché a volte mia mamma prende in prestito i miei libri e poi ci rimane male perché non capisce un'acca di inglese :)

    Ciao ciao! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vegetariano Gourmand. Scrivero poco fa di non confondersi con Il Vegetariano gourmet, pubblicato sempre dalla stessa casa editrice, Gribuado. Se acquisti in libreria è impossibile, perchè le differenze saltano all'occhio, ma on line ci si potrebbe confondere. Credo che qualche problema con la traduzione italiana sia stato rilevato: ma non dovrebbero essere errori gravissimi, non fosse altro perchè me li ricorderei... insomma, i presupposti per far contenta la mamma ci sono, dai...

      Elimina
    2. Che bello! Ottima notizia, lo metto in lista per gli acquisti amazzonici di fine mese allora!! :)
      Grazie Alessandra!! :)

      Elimina
    3. Ha già provveduto la Ale a risponderti... Grazie!

      Elimina
    4. L'ho fatta! E' davvero buona, ha un sapore strepitoso!
      L'ultima fetta ce l'ho per pranzo oggi e ci sto pensando da.....stamattina a colazione!!! :D

      Elimina
    5. Mi fa piacere che ti sia piaciuta così tanto!!!

      Elimina
  5. magnifica, potrei sostituire i cipollotti con i porri visto che mio marito non li mangia :-( ma devo assolutamente farla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi certamente provare, Stella. Naturalemte il risultato non sarà lo stesso. I cipollotti caratterizzano parecchio il piatto, con la loro freschezza e quella punta leggermente piccantina. Ci farai sapere com'è andata, magari nel Redone?
      Grazie

      Elimina
  6. Ed io che butto sempre via le foglie di lattuga più dure...ho trovato il sistema per usarle in maniera saggia, anche se nella ricetta si parla di cuori...ma l'autore non me ne vorrà vero?
    Quanto mi piacciono le torte salate...questa è la stagione perfetta!
    Un bacio carissima, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me l'autore non te ne vorrà, visto lo spirito con cui elabora ricette, e vista la tua indiscussa abilità ai fornelli ;-9
      Un abbraccio

      Elimina
  7. Splendida una cosa del genere l'aveva fatta un nostro amico ma con l'indivia ovviamente con nessun altro dei summenzionati ingredienti, aveva aggiunto cipolla di Tropea (eravamo a Sapri(SA) - e acciughe. Era gustosa ma questa è sublime da provare. Grazie.
    PS.
    Mi piacerebbe acquistare questo libro per regalo a mia figlia e leggo che si trova in italiano mi potresti indicare la casa editrice magari se non qui in privato???? Te ne sarei veramente grata ciaooo e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Vegetariano Gourmand. Gribaudo editore. Attenta a non confonderti con Il Vegetariano Gourmet,sempre della stessa casa editrice (quando si dice la Fantasia al potere..): in ongi caso, la copertina dell'edizione italiana è la stessa di quella inglese. Cerca il faccione di Hugh e nn potrai sbagliare :-)

      Elimina
    2. Grazie è stato facile trovarlo con l'indicazione del titolo tradotto. Grazie infinite.

      Elimina
  8. Adorando i cipollotti avevo puntato anche questa! Devo solo trovare la lattuga che ahimè dalle mie parti arriva poco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu riusciresti a trovare la lattuga anche nel deserto... ;-)

      Elimina
  9. sia ieri che oggi, mi scopro interessata ai post come se non avessi mai letto il libro di Fearnely etc etc. So che non è il pulpito più adatto per dirlo, perchè il sospetto che possa essere un po' di parte è dietro l'angolo, ma ho sfogliato il libro con un interesse molto minore rispetto a quello con cui leggo le ricette... colpa mia, che evidentemente quel giorno ero stanca o merito vostro? Ai posteri. Intanto, mi salvo pure questa quiche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero curiosa, e devo dire che gli spunti interessanti ci sono. Vedremo il seguito...

      Elimina
  10. La pasta in eccesso non tolta conferisce ancor di più a questa torta quell' aria campagnola che tanto mi piace! Ottima idea per assaggiare la lattuga cotta, dovrebbe essere delicata ma rinforzata dai cipollotti ! Segnata tra le ricette " to do" grazie Ale !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, anche a me piace tanto "quell'aria campagnola...", rende il tutto più romantico :-)
      Un bacione

      Elimina
  11. Io litigo con la brisée. Una volta mi è venuta di sasso, la volta dopo era impastabile (ma commestibile), vuoi dire che ci devo provare anche questa volta? :-)
    Ricetta invitante...
    ciao Aleee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberta! E' ora di fare pace con la brisé :-) Ma con la frolla fila tutto liscio? Potrebbe essere un problema di farina o di lavorazione.

      P.S. ho visto che te la sei spassata a New York... brava!

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. questa mi piace moltissimo, e piacerebbe assai anche alla creatura amante delle cipolle in ogni loro declinazione. farolla.
    foto invitantissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora devi provare la torta, la cretura ringrazierá :)
      Un abbraccio a tutti!

      Elimina
  14. Proprio bella,e molto interessante la brisée col latte.Anche secondo me la pasta in eccesso "aggiunge",e non detrae dalla preparazione.
    Sono assai stuzzicata,ho gia' diversi libri di questo signore,che questo sia il mio prossimo acquisto?
    Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edith, allora la dimenticanza é un plus, in questo caso...
      P.S. Mi é appena arrivato il libro dell Roden sulla cucina spagnola: sono felice!!!

      Elimina
  15. appena in tempo per l'ora di cena, mi metto subito a lavoro :*

    RispondiElimina
  16. immagino il sapore perche' faccio la pizza con la loattuga al contrario di quello che possano pensare è buonissima provero anceh la crostata salata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica, adesso io voglio provare la pizza con la lattuga!!! Dev'essere proprio buonissima :-)

      Elimina
  17. Io non vado eccessivamente d'aqccordo con le cipolle (di solito dimezzo la quantità indicata nelle ricette e la trito finissimamente), in compenso amo molto porri e cipollotti, e questa quiche s'ha da fare.
    Concordo con Roby sull'aria rustica della torta dalla pasta non rifilata, ma soprattutto leggendo la lista degli ingredienti e guardando quella della Royale alleggerita dal latte, mi è venuta una voglia che non ti dico.
    Grazie Ale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mapi, con questa torta puoi andare tranquilla, e sentirai che bontá ;-)

      Elimina
  18. MA dai con la lattuga...davvero originale! Mi piace, davvero!

    RispondiElimina
  19. Adoro cipolle, cipollotti e simili e per ciò che riguarda i formaggi non sto a dire ad una Valtellinese quanto si possa essere golosi...Questo piatto è una vera delizia!

    RispondiElimina