mercoledì 19 giugno 2013

GELATO ALLE PESCHE E YOGURT


Eccomi al secondo gelato hand made della mia vita. È sempre una sorpresa scoprire che ,magicamente, potrò mangiare un gelato uguale, ehm ,simile a quelli acquistati : grazie starbooks!
La scelta è caduta su un gusto alla frutta , prettamente estivo e profumato :

Peach frozen yogurt

Ingredienti:
675 gr.pesche (circa 5) io ho utilizzato le pesche “saturnia” circa 8
125 ml acqua 
150 gr di zucchero
240 yogurt bianco intero naturale (ho usato lo yogurt  greco che avevo in casa)
Poche gocce di succo di limone

Sbucciare le pesche , rimuovere il nocciolo e tagliarle a pezzi.
Cuocerle nell’acqua su fuoco medio con coperchio, girando ogni tanto finchè saranno morbide e ben cotte circa 10 minuti.
Togliere dal fuoco , aggiungere lo zucchero e far raffreddare in frigo.
Quando è freddo ridurre il composto di pesche in purea con un robot unendo lo yogurt.
Deve essere liscio ma con ancora qualche pezzo di pesca .
Unire qualche goccia di limone ,quindi mettere nella gelatiera.

La mia basic gelatiera era pronta ed ho versato il composto da gelataia navigata (ehm all’attivo un solo gelato ma riuscito molto bene! ).
Ho fatto andare la gelatiera per mezz’ora ma ,per questo gelato, è risultato troppo. Il composto aveva già raggiunto la  giusta  consistenza “pannosa”  già dopo 15/20  minuti ma io timorosa del troppo poco tempo di azione ho voluto prolungare il tutto.
Ho estratto il gelato, messo in vaschetta con carta forno sulla superficie (grazie mapi) e risposto in freezer.
Una volta tirato fuori dal frigorifero il gelato è risultato troppo duro  ma non solo a causa dell’ulteriore congelamento, credo anche per averlo lavorato troppo nella gelatiera che l’ha reso troppo “rigido”.
L’ho tenuto a temperatura ambiente un po’ ma non troppo (rischio di scioglimento in agguato!) e l’ho servito.
Il composto non era morbido come il gelato che avevo precedentemente fatto, e la consistenza era abbastanza “ghiacciatina” e con questo intendo che si avvertivano parecchio il microghiaccioli che rendevano il tutto poco…armonico.
Il sapore a me non è piaciuto forse disturbato dal non essere cremoso come io amo io il gelato.
È stato però assaggiato da altri (dolcemetà e suoi figli  e  alexachung (ex marie antoinette) : a loro è piaciuto forse di più dell’altro…mah? De gustibus…

A parte i gusti personali credo che l’acqua nella quale si sono cotte le pesche poteva non essere inglobata nella preparazione dando solo allo yogurt il compito di unire gli altri ingredienti.
Ma queste sono considerazioni personali come sono solita fare quando cucino. La mia è una cucina creativa e molto “di cuore” e spesso, in barba alle regole , invento soluzioni estemporanee…come questa : io avrei tolto l’acqua, oppure l’avrei ridotta,  ma , dichiaro che questo mio pensiero non si basa su nessuna legge chimica e su nessun dictat di qualche guru culinario :-)
Attendo quindi con ansia anche i vostri pareri perché , come ho già detto nel mio precendente post, lo starbooks mette alla prova non solo autori blasonati ma anche (anzi, sempre) la sottoscritta che ,felice di imparare, affronta queste nuove alchimie come una maga curiosa…
Mi sento comunque di promuovere David anche questa volta , fosse solo per la soddisfazione di preparare da sè un gelato ...e mai avrei pensato di poterlo fare !






16 commenti:

  1. A giudicare dalla foto si direbbe che sia abbastanza cremoso. Per quanto riguarda il sapore, giustamente come dici tu è questione di gusti, pesche e yogurt credo che a me piacerebbe molto. Infine, se vuoi un mio parere, che non vale molto perchè di gelati ne so assai poco, è che non capisco perchè le pesche si dovessero cuocere nell'acqua. Io le avrei semplicemente cotte da sole per poi aggiungerle al resto, forse è questo passaggio che come hai detto anche tu ha reso il gelato poco cremoso e un po' ghiacciatino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch io la penso come te e così avrei fatto: cuocere le pesche senza acqua o solo un pochino...lo rifarò ....un abbraccio

      Elimina
  2. Ma io correrei subito in cucina a farlo, ma non hai messo la quantità di zucchero :-D
    Certo pero' un po' il tuo risultato mi frena, perchè se non ti è venuto bello cremoso con la gelatiera che speranze posso avere io senza?
    Con la mia modesta esperienza, ieri ho fatto un gelato al pistacchio da urlo, io aggiungerei qualcosa che evita il ghiacciarsi del composto, o alcool o farina di semi di carrube ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione mi sono persa le dosi dello zucchero!!! Che stordita !!! Stasera correggerò il post con iPad non riesco :-( ....comunque sono 150 gr di zucchero....secondo me potrebbe essere sufficiente non aggiungere acqua per cuocere le pesche ..proverò ...gelato al pistacchio ???? Lo adoro !!!!

      Elimina
  3. allora lo provo senza acqua e ti so dire, perché sì, anche secondo me, così a naso, l'acqua disturba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem come te! :-) farò anch io così...è vi farò sapere se sarà stata un buona idea!!! Un caro abbraccio Lara

      Elimina
  4. Mi ispira molto la ricetta ma seguirò le tue indicazioni ;-) bravissima Roby!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Stefania, lo rifarò anch io perché le pesche mi piacciono tantissimo e ci sono rimasta male nel non ritrovare il gusto che speravo...è la prox volta diminuirò un pochino lo zucchero... Baciiii

      Elimina
  5. Hai analizzato bene la ricetta, Roby: già in un frozen yogurt l'equilibrio acqua-grassi risulta sbilanciato a favore della prima; se ci aggiungiamo dell'altra acqua per far cuocere le pesche, l'esito è fatalmente "ghiacciolato" (e nel gelato è un difetto!!!!).

    Tra l'altro tu hai fatto benissimo a usare uno yogurt greco al posto dello yogurt normale consigliato da Lebovitz nella ricetta, proprio perché è più grasso.

    Concordo con te che senza l'acqua e con una cottura brevissima delle pesche il risultato sarebbe stato migliore.

    Se fosse capitata a me questa ricetta l'avrei bocciata senza remore, ma si sa: io sono la prof cattiva dello Starbooks... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara mapi pensa che volevo aggiungere allo yogurt greco un cucchiaio di crème fraiche....solo che non ho osato!!! Non l ho bocciato perché chi l ha assaggiato non ha assolutamente percepito qualcosa che stonava ma anzi!!! Ritengo quindi che il mio giudizio sia influenzato dai miei gusti personali che sono " cremosi" e non " granitosi" ... Ehm...sono sicura che hai capito cosa intendo, vero???? Un abbraccio

      Elimina
    2. Toh, che caso... ieri sera sono magicamente comparse delle pesche nella mia fruttiera e uno yogurt greco intero nel mio frigo... ^_^ Questo lo devo fare!!!! ;-)

      Elimina
  6. Ti capisco cara Roby, altroché se ti capisco! ;-)

    RispondiElimina
  7. adoro le pesche saturnine!
    va bene un commento cosi' per una che il gelato proprio non se lo fila per niente? ;)))
    bravissima robi, i tuoi post sono fantastici, sempre!

    RispondiElimina
  8. tesoro, ti sei lanciata anche coi gelati...ma chi ti ferma piu'???!
    Questo deve essere squisito......
    ti abbraccio amica mia!

    RispondiElimina
  9. La combinazione pesche e yogurt mi piace tanto, peró aspetto il nuovo tentativo con le tue correzioni ;-)

    RispondiElimina