mercoledì 25 marzo 2020

BUTTERMILK AND OAT CHICKEN SCHNITZEL






Un altro caposaldo della cucina tedesca: gli schnitzel.
Il petto di pollo diventa buonissimo cotto così, e non dite perchè fritta è buona qualunque cosa...
Ingredienti semplicissimi ed un risultato spettacolare in termini di gusto: abbiate solo l'accortezza di marinare il pollo per più delle due ore indicate, meglio se una notte.
Diventa tenerissimo ;)


BUTTERMILK AND OAT CHICKEN SCHNITZEL
per 4 persone

4 petti di pollo senza pelle e senza osso (peso totale circa 450g)
2 spicchi di aglio schiacciati
2 cucchiaini di paprika dolce
2 cucchiaini di maggiorana secca
200 ml di latticello (buttermilk)
3 cucchiai di senape dolce
50g di fiocchi d'avena
50g di mandorle tritate finemente
la punta di un cucchiaino di lievito per torte salate
50g di farina
un cucchiaino di sale
olio di semi di girasole per friggere


 Appoggiare i petti di pollo su un tagliere e batterli con un batticarne o un mattarello finchè saranno circa mezzo cm di spessore e metterlo in un piatto poco profondo.
Mescolare l'aglio, la paprika, la maggiorana, il latticello e la senape in una caraffa e versare il tutto sul pollo, girandolo con una forchetta in modo che sia ben ricoperto.
Coprire con pellicola e far riposare in frigo per minimo un paio d'ore (o fino a 24)
Tirare il pollo fuori dal frigo mezz'ora prima di quando lo si vuole cucinare.
Mescolare avena, farina, lievito e sale e versarli in un piatto.
Scaldare sul fuoco una padella con circa un centimetro di olio, sembra tanto ma gli schnitzel vanno cotti in abbondante olio.
Scolare il pollo dalla marinata ed impanarlo nel mix preparato assicurandosi che sia ben ricoperto.
Una volta che l'olio è caldo friggere i pezzi per circa 3 minuti per lato finchè ben dorati.
Sempre comunque controllare che il pollo sia ben cotto anche all'interno.
Scolare su carta da cucina e servire dell'insalata verde.

NOTE

- come detto la ricetta è veramente semplice. Unico passaggio da non accellerare è la marinatura: più il pollo ci resta, meglio è.

- il pollo diventa tenerissimo, ok, ma ho provato la ricetta anche con cosce disossate e vi invito caldamente a fare lo stesso!

- il latticello o buttermilk ormai è reperibile ovunque. O dovrei dire lo era :) facilissimo farlo in casa in caso non fosse disponibile: metà latte e metà yogurt bianco, con un cucchiaino di succo di limone. Lasciate una mezz'ora a temperatura ambiete et voilà, è pronto.

- la panatura qui è il vero asso nella manica: il mix di avena, farina e mandorle con la punta di lievito creano una crosticina croccante veramente irresistibile.

- piacciono a tutti, e tutti fanno il bis. Ovviamente la ricetta è

PROMOSSA

16 commenti:

  1. Questa è da appendere al calendario!!furba quanto basta. Qui il petto di pollo è quasi giornaliero. Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, con le cosce disossate ancora meglio! grazie :)

      Elimina
  2. Me la appunto per i miei ragazzi.
    la prossima spesa che faccio al super recupero gli ingredienti...mi manca la materia prima, mannaggia a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo...ed io che credevo che TUTTI avessimo del pollo congelato!

      Elimina
  3. Ecco un altro piatto veloce che potrei fare... mi manca qualcosa per la panatura... vabbè alla prossima prendo l'avena! Con la ricetta anche del buttermilk casalingo, non si può non fare! 😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è facilissima e non si possono addurre scuse: e se la fai una volta la rifai sicuramente :)

      Elimina
  4. il problema dei fritti é che lasciano un brutto odore in cucina... ma di essere buoni non c'é dubbio ! E poi gli schnitzel...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma tu che come me vivi in clima clemente puoi aprire tutte le finestre e limitare i danni :D grazie!

      Elimina
  5. Ricetta davvero molto interessante.

    Ma scusa la domanda poco pertinente. Con il resto della marinatura si può fare qualcosa??

    Grazie
    Èly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne rimane molta e comunque ci è stato a bagno il pollo crudo...eviterei :)

      Elimina
  6. Ma che belli! La senape dolce intendi in polvere o quella bavarese in barattolo?

    RispondiElimina
  7. Adoro le cotolette, anche se stranamente le ho preparate una volta sola negli ultimi 22 anni, e più precisamente la settimana scorsa, quando me ne sono resa conto.
    Queste le faccio senz'altro, ho già sperimentato i felici effetti della marinatura nello yogurt e il buttermilk si fa in un attimo.
    Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta in 22 anni?? Santo cielo! Riprendi assolutamente, e da questa panatura ;)

      Elimina
  8. Secondo te si possono fare anche al forno? Sembrano buonissimi, ma non posso friggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente si ma verranno molto meno gustosi :)

      Elimina