lunedì 11 febbraio 2019

LO STARBOOKS DI FEBBRAIO 2019 E'...







Kristen Miglore - Food 52 Genius Dessert

Undici milioni al mese di visitatori
Un milione di utenti registrati
Due milioni di followers su Instagram
Due milioni su Facebook (pagina generica più varie derivazioni)
70 dipendenti
una collana di libri
un immenso shop on line
e una valutazione finale che l'anno scorso era di 4.26 milioni di dollari
Questi sono i numeri di Food 52- e da soli basterebbero a far girare la testa.
 Ma la storia dietro a questa sigla è molto più emozionante ed "umana" di quanto le cifre possano far supporre ed è quella che proviamo a raccontarvi qui, nell'introduzione al libro che ci terrà compagnia per il mese di Febbraio. 
Tutto ha inizio nel 2009, dalla mente geniale di Amanda Hesser, una delle protagoniste della grande stagione della scrittura creativa del cibo nel primo decenno degli anni 2000. Amanda scrive ricette e recensisce ristoranti dalle colonne del NYTimes che, grazie a lei, ingaggia un entusiasmante testa a testa con il Gourmet di Ruth Reichl e la consacra guru delle mode e delle tendenze di quegli anni. Successivamente, qualche scivolone sul conflitto di interessi e, molto probabilmente, uno spazio percepito come  sempre più stretto la spingono a fare il grande passo verso l'ignoto, con una sfida che anticipa il futuro e che oggi l'ha resa oltre che l'influencer più influente di tutti anche quella a capo dell'azienda più ricca e più vivace del settore.
L'intuizione di base era quella di sostituire al freddo mondo di internet una calda cucina virtuale, fatta di lettori appassionati di cibo, utilizzando il meccanismo di una gara settimanale, basata sulle 52 settimane dell'anno- da cui il numero nel nome. Per tre anni, si trattò di un esperimento finanziato solo dai grandi numeri degli accessi e da investitori lungimiranti e coraggiosi: poi, nel 2013, la grande svolta, con l'affiancamento di uno shop on line che oggi costituisce la gran parte del fatturato, grazie anche ad  una credibilità praticamente inossidabile, con il 57% di recensioni che vanno dal "meraviglioso" al "fantastico", passando per il "come potrei fare a meno di voi". Che è poi quello che interessa a chi guarda al cibo come ad un modello di business ma che, nel caso della squadra di Food 52, non ha mai perso di vista la propria missione, di guardare avanti senza mai perdere il contatto con la realtà presente, zoccolo duro dei conservatori incluso. E cosi, mentre dalla newsletter arrivano immagini algide delle prossime tazze minimaliste sul ripiano lucente dell'ultimo ritrovato in fatto di cucine avveniristiche, il sito trabocca di ricette che parlano di casa, da quelle dell'archivio dei lettori, periodicamente riproposte, a quelle che hanno fidelizzato la clientela dei ristoranti e che da li sono state poi provate anche nelle cucine di tutto il mondo. Perchè è al mondo che parla, Food 52 e lo fa con questa fusione straordinaria di passato e futuro, utilizzando al meglio tutti gli strumenti della comunicazione del presente. 

E' al meraviglioso team di Food 52,dunque,  che finalmente dedichiamo uno Starbooks, dopo anni che se ne parla, senza mai trovare il tempo o l'occasione: adesso finalmente ci siamo e lo facciamo con l'ultimo nato, Food 52 Genius Dessert, secondogenito della serie "Genius", inaugurata lo scorso anno con il pluripremiato Genius Recipes: una antologia di dessert d'autore che, oltre ad interpretare la tendenza del momento (che Food 52 ha ovviamente anticipato) per cui invece di dannarsi l'anima ad inventare ricette si dà maggiore visibilità a quelle già esistenti, si annuncia come la summa del meglio del meglio, in materia di dolci e dintorni. 
Se questo libro  riuscirà a strappare il consenso anche alla severissima squadra dello Starbooks lo sapremo da domani, con la prima delle ricette che ci faranno compagnia fino alla fne di questo mese. E qualcosa mi dice che già rimpangiamo che Febbraio abbia solo 28 giorni...

A domani!
Alessandra


6 commenti:

  1. Grandissime! Bravissime!
    Da poco ho scoperto il vostro blog e me ne sono innamorata!
    Amo l'iniziativa, lo spirito che vi anima.... la voglia di sperimentare nuovi sapori e nuove culture!
    Già da qualche tempo ho iniziato una piccola collezione di libri di cucina, prevalentemente inglesi, attirata dal fascino della cultura e cucina anglosassone. Il vostro blog ora mi ha "convinto" a comprare il libro Perfect Pies degli Hairy Bikers e sono molto tentata da un libro di Delia Smith e un altro di Martha Stewart!!!
    Nel frattempo, mentre spulcio sei anni e più di Starbooks leggendo incantata le vostre storie, le descrizioni e i giudizi dati con estrema competenza... scopro nuove realtà come questa di Food 52.
    Grazie! Avete una nuova fan e se posso, parteciperò al Redone!
    Con affetto. Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello leggere del tuo entusiasmo: allora ti aspettiamo ;)

      Elimina
    2. Grazie!
      In questi giorni sto cucinando e sperimentando....
      ��
      Sceglierò il mio più bel capolavoro!

      Elimina
  2. AntoN, grazie davvero. Sono i lettori come te quelli grazie ai quali andiamo avanti. Aspettiamo i tuoi esperimenti e i tuoi giudizi. In bocca al lupo!

    RispondiElimina