sabato 21 aprile 2018

QUELLA TORTA DI BANANE PER STARBOOKS REDONE DI APRILE 2018



Riceviamo via email e pubblichiamo la partecipazione al Redone del mese di una affezionata lettrice, Orietta.

C'è chi cucina torte alle banane per smaltire frutti troppo maturi e poi ci sono io che faccio appositamente maturare troppo delle banane per poter realizzare "Quella torta di banane" tratta dal libro "Scandikitchen dolci hygge" di Bronte Aurell.


Ingredienti per 8-10
 
3 banane mature
1 cucchiaino di succo di limone
125 g di burro, ammorbidito
300 g di zucchero
3 uova
200 g di farina o farina per torte (io farina 2)
50 g di maizena
1/2 cucchiaino di sale
1 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
2 cucchiaini di zucchero vanigliato o estratto naturale di vaniglia o usa i semi di 1 bacca di vaniglia (io zucchero vanigliato)
250 g di yogurt greco o yogurt bianco o 250 ml di filmjolk, una specie di latte acido svedese che dà un tocco più leggero (io yogurt bianco)

Ingredienti per il frosting:
 
125 g di burro, ammorbidito
125 g formaggio cremoso
 1 cucchiaino di zucchero vanigliato o estratto naturale di vaniglia o usa i semi di 1 bacca di vaniglia (io zucchero vanigliato)
il succo di 1/2 lime spremuto al momento
300 g di zucchero a velo, setacciato
noci Pecan tritate, per completare

una tortiera con bordo apribile di 23 cm di diametro, unta e rivestita di carta forno


Scalda il forno a 180°C.
Riduci in purea le banana con il succo di limone nel robot da cucina e metti da parte.
Lavora a crema il burro e lo zucchero nel mixer (o con le fruste elettrice) fino a ottenere un composto liscissimo, chiaro e spumoso. Aggiungi le uova, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta.
Setaccia gli ingredienti secchi in un'altra ciotola e poi incorporali alla crema di  burro e zucchero. Aggiungi la purea di banane, poca alla vota, e amalgamala. Poi incorpora delicatamente lo yogurt o il latte acido.
Versa il composto  nella tortiera preparata e cuoci nel forno già caldo per 50-55 minuti o finché la torta è dorata ed elastica al tatto. Uno stuzzicadenti infilato al centro dovrebbe uscire pulito. Il tempo di cottura di questa torta varia a seconda delle dimensioni delle banane usate, perciò controlla più volte.
Sforma la torta e lasciala raffreddare su una gratella. Deve essere completamente fredda prima di aggiungere la copertura, perciò preparala con diverse ore di anticipo.
Per il frosting, lavora il burro, il formaggio cremoso, la vaniglia, il succo di lime e lo zucchero a velo per diversi minuti fino a ottenere un composto liscissimo e cremoso. Se diventa troppo molle raffreddalo in frigorifero per 20 minuti prima di usarlo.
Stendi abbondante crema sulla torta raffreddata e  completa con una manciatina di noci Pecan tritate.

*****

Note personali.

La realizzazione di questa torta non richiede particolari capacità, perfetto anche il tempo di cottura. Il risultato è una torta umida e golosa.

 In verità mi aspettavo un frosting stucchevole, ma la combinazione con la base è perfetta. L'incredibile profumo di banane al momento di sfornare la torta e la voluttuosità di un morso fanno dimenticare le ore extra di palestra che ci attendono. Direi che ne vale la pena.

La ricetta quindi è 
PROMOSSA.
 
Orietta S.

12 commenti:

  1. Se fa dimenticare che poi serve la palestra eccome se è promossa, va fatta subito!!! Grazie Orietta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania è una torta anacronistica considerando che sono già tutti preoccupati per la prova costume!!! ;)

      Elimina
  2. Adoro!!! Le banane mi piacciono da morire, e mi sono ribaltata dalle risate leggendo che tu le fai maturare apposta per la torta. :-D
    Grazie Orietta, sei bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Pia io le amo praticamente verdi, quindi puoi immaginare il mio "orrore" nello sbucciare banane con buccia marrone ;) Comunque ne è valsa veramente la pena!! :)

      Elimina
  3. Grazie Orietta :D e anch'io le compro quando mi servono per un dolce...oppure le congelo per fare il gelato ... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luciana hai ragione: quasi dimenticavo i nana ice della scorsa estate!!

      Elimina
  4. Io me le ritrovo troppo mature senza neanche accorgemene!
    Grazie, Orietta, per aver provato questa ricetta, così adesso ho un'altra ricetta molto golosa per consumarle...
    In booca al lupo per il Redone ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale veramente un'ottima proposta: ti piacerà

      Elimina
  5. Mi rendo conto che da quel libro c'è ancora tanto da rubare. Questa torta non me la ricordavo e tu l'hai eseguita alla grande. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia, troppo gentile! In effetti il libro offre moltissime idee golose e, in verità, non vedo l'ora di avere per mano "Summer" la nuova pubblicazione dell'autrice

      Elimina
  6. Oramai quel libro lo sfoglio dappertutto... e sto facendo altri dolci per il Redone. Brava Orietta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Biagio! Anche per me sta diventando un chiodo fisso. Tra il salato ti consiglio i waffle con spinaci e pancetta: veramente molto golosi.

      Elimina