venerdì 10 ottobre 2014

BRAZILIAN TEARDROP DOUGHNUTS

 
 
Ovvero "frittelline brasiliane a forma di lacrima" che, lo ammetto, in italiano non suona mica tanto bene... Ma potremmo anche chiamarle col loro nome originale bolinhos de chuva, o inventarci ad esempio le frittelle dolci in salsa di cioccolato e rum. E allora sì che forse inizieremmo a intuire di cosa stiamo parlando: di una vera e propria bomba golosa!!! Chi è a dieta temo dovrà astenersi, ma per tutti gli altri questa è una ricetta assolutamente da provare.
Jamie ci racconta che le mamme, nonne e zie brasiliane preparano queste frittelle quando fa freddo e piove per far tornare il sorriso ai bambini. Io sono sicura che funziona anche con i grandi...

ingredienti per 50 frittelline
per la salsa di cioccolato:
1 lime non trattato
1 arancia non trattata
100 g di zucchero di canna fine
50 ml di cachaça (acquavite brasiliana) o di rum leggero
200 g di cioccolato fondente al 70% tritato
100 ml di panna fresca
 
per lo zucchero aromatizzato:
120 g di zucchero di canna fine
1 cucchiaio di cannella macinata
 
per le frittelline:
olio per friggere
270 g di farina 00
50 g di zucchero di canna
2 uova grandi
400 ml di latticello
1 bel cucchiaio di lievito in polvere
mezzo cucchiaino di sale fino

Per fare la salsa grattugiate finemente la scorza del lime e dell'arancia, mettetela in un pentolino dal fondo spesso, aggiungete lo zucchero e la cachaça o il rum e scaldate a fuoco alto. Fate ridurre il liquido di un terzo (ci vorranno pochi minuti), poi togliete dal fuoco. Aggiungete il cioccolato tritato e mescolate con un cucchiaio di legno finché non si sarà sciolto, versate a filo la panna e mescolate ancora fino a ottenere una crema liscia. Lasciate raffreddare la salsa oppure tenetela al caldo fino al momento di servire (tiepida è perfetta!).

Per lo zucchero aromatizzato mescolate semplicemente lo zucchero con la cannella.

Mettete a scaldare tanto olio quanto basta a riempire per metà una grossa e robusta padella - l'olio dovrebbe avere una profondità di 8 cm, ma non riempite mai la vostra padella oltre la metà - e mettete su fiamma medio-alta. L'olio è pronto quando raggiunge i 180°C; usate un termometro da cucina oppure fate cadere nell'olio una goccia della pastella: quando viene a galla e diventa dorata e scura allora la temperatura è giusta.

Mentre l'olio si scalda preparate la pastella: in una ciotola mescolate la farina setacciata, il sale e lo zucchero. In un'altra ciotola versate il latticello e aggiungete un uovo alla volta mescolando con una frusta. Poi versate lentamente il liquido negli ingredienti secchi mescolando continuamente con la frusta finché otterrete un composto perfettamente liscio. Incorporate il lievito solo all'ultimo momento quando siete pronti per friggere.
Versate la pastella a cucchiaiate nell'olio bollente. La tecnica è di prelevare un cucchiaio di pastella, tenerlo sopra alla padella e usare un secondo cucchiaio per far cadere la pastella nell'olio, sfruttando la forza di gravità per formare frittelle a forma di goccia (fate attenzione agli schizzi). Friggete da 6 a 8 frittelle per volta per circa 3 minuti, girandole con un mestolo forato per farle dorare da tutti i lati.
Scolatele dall'olio, asciugatele velocemente nella carta da cucina, poi passatele nello zucchero aromatizzato.

Servite le frittelline ancora calde insieme alla salsa di cioccolato: Jamie versa la salsa su un tagliere e ci distribuisce sopra le frittelline, ma volendo si può anche servire la salsa a parte.

Considerazioni:
Jamie si è dimenticato di aggiungere il sale nell'elenco degli ingredienti... ma a parte questo dettaglio le dosi sono perfette, il procedimento è ben spiegato e nella sequenza giusta e le frittelle sono strabuone.
L'unica "difficoltà" di questa ricetta è quella di ottenere la forma giusta! Bisogna far attenzione a non far allargare troppo la pastella nell'olio, quindi cercate di versarla in un unico punto. Dopo qualche tentativo ci prenderete sicuramente la mano :)
L'aggiunta delle scorze di lime e arancia nella salsa mi è piaciuta molto, ma se servite le frittelle a dei bambini potete secondo me ometterle (così come anche il rum).
Personalmente non amo molto i dolci fritti, che a mio gusto sono sempre un po' troppo unti, ma una bella decina di queste frittelline me le sono spazzolate... quindi questa ricetta è assolutamente

 P R O M O S S A





22 commenti:

  1. La mia domanda è una e una sola: bisogna per forza aspettare che piova e faccia freddo per prepararsi e mangiare questa goduria??? :-D
    Bravissima per la precisazione del sale, ottime le note sugli ingredienti da omettere per i bimbi (ma davvero in Brasile danno la Cachaça ai bambini???) e... promossa pure tu!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah mapi ma no: la cachaça - così come le zeste degli agrumi - sono aggiunte di jamie :D

      Elimina
  2. Io l'ho assaggiata la cachaça in Brazile è una bomba m'immagino solo purtroppo come saranno state buone le frittelleni Jamie's style :-)
    Bravissima Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco io in brasile non ci sono mai stata.... meno male che ho potuto consolarmi con le frittelle! ;)

      Elimina
  3. Non ho parole, se non le solite... ma quanto golosa è questa ricetta? e in effetti anche io come Mapi, e non saremo di sicuro le sole, sono convinta che anche con il sole a picco questa ricetta non deluderà... ma questo è Comfort Food? Per me è Pleasure Food... e non aggiungo altro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si può dire Goduria Food??? :D

      Elimina
    2. Si è proprio Goduria Food, Brava Cristina hai colto in pieno! E brava anche per la magnifica esecuzione, ma davvero ne hai mangiate una decina?? ma allora creano pure dipendenza!!! Aiuto!!!

      Elimina
  4. Figurati se sono io a poter aspettare il freddo per farla :D :D :D la bomba golosa non si offende certo, se la faccio nel deserto.
    E per il sale, ok, lo perdoniamo...;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assaggia una di queste (e la salsa soprattutto!!!) e vedrai che lo perdonerai ancora più volentieri!

      Elimina
  5. Wow!!! che dire? Doppio Wow!!! Jamie è il mio preferito <3
    Bravissima, oggi penso che qualcuno altrove ne abbia fortemente bisogno :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma mia... se potessi e se servisse, ne manderei una vagonata a genova :(((

      Elimina
  6. deliziose queste brazilian, perfette grazie

    RispondiElimina
  7. Io lo so perché si chiamano frittelline a forma di lacrima, mai nessun nome fu più azzeccato di questo... Basta pensare a quello che succede a chi le guarda da dietro a un monitor senza poterle assaggiare :)
    Bravissima Cristina, ottima esecuzione e perfette osservazioni!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  8. Io amo i dolci fritti e non riuscirò ad aspettare il freddo per provare queste frittelle... La salsa al cioccolato poi, dev'essere speciale!!!
    Bravissima Cristina :)))

    RispondiElimina
  9. Delle piccole bombe caloriche! E bravo Jamie! E brava anche tu, Cristina! L'aggiunta degli agrumi nella salsa al cioccolato mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  10. Quella goduria di salsa al cioccolato rimane cremosa senza indurire? Si potrebbe usare come farcitura o per colarla sopra una torta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì rimane abbastanza cremosa.
      sì la puoi usare come farcitura.
      nì, per colarla è un filino troppo spessa.
      e sììì è una goduria!!! :)

      Elimina
    2. Eh, vorrà dire che mi toccherà spalmarla! ;o)
      Grazie!

      Elimina
  11. Cri, me le fai quando vengo a trovarti?
    Sono in debito di zucchero in questo periodo.
    Un bacione tesora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a te ne faccio una vagonata!!!!
      <3 <3 <3

      Elimina