giovedì 28 novembre 2013

CHOCOLATE BEER CAKE


 foto by my mobile


Come non innamorarsi di ogni ricetta contenuta in questo libro? Soprattutto per me che vivrei di dolci…che solo a guardare una foto di una torta sto bene…che solo sentire un profumo vaniglioso nell’aria dimentico i mali del mondo…

Questo è il “mio” libro non ci sono storie…

Da sempre avevo nella lista delle ricette “to do” torte con la Guiness per ingrediente ma non le avevo mai fatte.

Sono monotona ? (vedi Starbooks di Paul Holliwood) può darsi …ma il sapore di questa birra mi piace molto nei cibi e nei dolci è stata una piacevolissima sorpresa.

Questa sarà una di quelle torte che ripeterò perché è , tutto sommato, veloce e d’effetto…e vi dirò di più: il giorno dopo è ancor più buona. Perché il gusto si “assesta”, le consistenze si amalgamano meglio, la morbidezza non si perde ma acquista “spessore”…


 foto by my mobile

Chocolate Beer Cake:
Ingredienti:
175 gr farina autolievitante
¼ di cucchiaino di lievito per torte
1 cucchiaino raso di bicarbonato
275 gr di zucchero muscovado
110 gr di burro spalmabile
2 uova grandi sbattute
50 gr polvere di cocco setacciata
200 ml di birra stout (guiness…) 
Per glassa:
110 gr cioccolato fondente (minimo 70%) a pezzi
2 cucchiai di birra stout
50 gr burro spalmabile
110 gr zucchero a velo setacciato
25 g di noci (circa 6 noci) tritate 
Per decorare : 8 metà noci

Attrezzatura : 2 stampi tondi da 20 cm di diametro, unte e rivestite di carta forno
Griglia per raffreddare i dolci 

Scaldare il forno a 180° 

Mettere la farina, il lievito,il bicarbonato in una capiente terrina e setacciare il tutto.
Poi aggiungere tutti i rimanenti ingredienti, eccetto al birra.
Amalgamare bene il tutto con un robot (per me, il mio fidatissimo KA)fino ad ottenere un composto cremoso. Quindi incorporare la birra poco per volta. 

Dividere il composto in due tortiere tonde dal diametro di 20 cm e cuocere nel forno (al centro) per circa 30/35 minuti. Fate la prova stecchino per verificare.
Una volte tolte dal forno staccare le pareti della torta con un coltello (attenzione il dolce è molle)

Con attenzione rovesciare la torta sulla griglia e togliere la carta forno. Prendere l’altra griglia, appoggiarla alla base e girare la torta in modo che sia rivolta nel senso giusto.
Lasciar raffreddare 

Per la glassa:
mettere la birra e il cioccolato e far fondere a bagno maria senza che il contenitore tocchi l’acqua che dovrà sobollire.
Quando sarà sciolto (5-10 minuti) togliere dal fuoco. Mescolare con il burro e lasciarlo raffreddare prima di aggiungere lo zucchero a velo e mescolare con uno frullino elettrico.
Trasferire 2 terzi della glasse in una terrina e aggiungere le noci tritate.

Quando le glasse hanno raggiunto la temperatura per essere spalmate , usare quella con le noci per farcire la torta  e utilizzare quella al cioccolato per rifinire .
Lasciare “asciugare” la glassa prima di riporla in un contenitore ermetico di latta…. 

(Questa ultima riga secondo me è assurda chi mai la riporrebbe in un contenitore una torta così!!! Questa va mangiata …subito!!!)

  
foto by my mobile


Il mio handicapp per questo tipo di torte è il frosting, è la farcitura, sono le cremine varie…

Mi sembra sempre che le dosi non siano mai sufficienti . Anche in questo caso , se proprio devo fare un appunto alla Delia , ho trovato le dosi per la farcitura un po’ “scarsine” tanto che , confesso,  di averle…raddoppiate  (ebbene si) !Ne è uscita una torta molto più ricca e ammetto di non aver utilizzato tutta la mousse preparata, ma non mi sono disperata…sono riuscita ad utilizzarla spalmandola su alcuni biscotti…(non si butta via nulla soprattutto se c’è di mezzo il cioccolato!!!)

Quindi magari le dosi non sono proprio da raddoppiare, come ho abbondantemente fatto io, ma sono da aumentare almeno di un terzo.

Tempi di cottura e gradi del forno : perfetti…
e queste son soddisfazioni per la sottoscritta che è costretta a convivere con un forno vergognoso non certo degno di una  food blogger (ma chi? Io??? Naaaaaaaaaaaa!!!)



photo by my mobile 

La torta ha concluso una cenetta con amici che hanno apprezzato anche se, appena portata in tavola , hanno subito detto : “noooo, è troppo! Dammene proprio una fetta piccola piccola…”
Vi devo dire che hanno fatto il bis e il tris??? La torta , diametro 20 cm è praticamente stata spazzata via da…ehm , quattro bocche voraci !!!

Tenetene  conto se mai la farete….io raddoppierei le dosi del tutto…ma forse le triplicherei …J
non c’è timore di avanzarne una bricola, credetemi!
Ops…dimenticavo…

La Delia Smith??? , farcitura scarsa a parte, io che son di manica larga la  promuoverei lo stesso…ma per serietà e corettezza con questa ricetta è : rimandata!


23 commenti:

  1. Ecco, grazie per l'annotazione...odio quando le torte hanno farciture e coperture risicate e di solito tendo ad abbondare con le dosi.
    Ora non posso sbagliare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch io!!! Odio arrivare alla farcitura e accorgermi che non è sufficiente il ripieno !!!!:-)

      Elimina
  2. Una meraviglia delle meraviglie questa torta, e sì, confermo che quello tra birra Stout e cioccolato è uno dei matrimoni più riusciti. Il motivo sta nel trattamento delle materie prime: le fave di cacao vengono tostate prima di essere successivamente lavorate e diventare cacao o cioccolato; i chicchi di malto vengono fortemente tostati (quasi bruciati) prima di venir lavorati e diventare birra Stout. E' proprio questa tostatura comune che fa sì che due sapori apparentemente diversi riescano a fondersi alla perfezione, e infatti le torte al cioccolato possono essere accompagnate da un buon bicchiere di birra Stout (Guinness, Murphy, etc.).
    Certo, finora avevo provato l'abbinamento solo con torte senza glassa; qui vedo che Delia mette la birra anche nella glassa e proprio questo dettaglio fa sì che io esclami a gran voce: DEVO ASSOLUTAMENTE PROVARLA!!!!

    Bravissima Roby, come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei matrimoni più solidi che si possa immaginare !!! Concordo !!! Un abbraccio

      Elimina
  3. Mamma mia ma quanto mi piace il tuo blog!!!!! Ho trovato delle torte semplici nella lettura, ma almeno dalle tue foto capolavori nel risultato!!!!
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se intendi questo blog : non è mio !!! Siamo in tante che si perdono tra testi, foto e ricette per grande passione !! Grazie per i complimenti a nome di tutte !!!

      Elimina
  4. E' una vita che voglio provare la birra in un dolce, forse è la volta buona ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente !!! Poi ci dirai...

      Elimina
  5. questa sì che è una meraviglia! mai provato a fare dolci con la birra (al massimo con la coca-cola.. eheheh), ma mi sa che devo rimediare al più presto.
    ma come si fa a setacciare la polvere di cocco? anzi, dove si trova il cocco in polvere? finora ho sempre utilizzato le scagliette...
    grazieeeeeee!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confesso che per il cocco ho usato quello nel sacchetto...ho preso quello tritato più finemente , non proprio una polvere ma quasi....:-) comunque l ho provata anche senza cocco ( l avevo finito) e il risultato è comunque ottimo !!!

      Elimina
  6. ho provato diverse torte con la birra e mi piacciono tantissimo, ma la glassa non era al cioccolato, in questa versione è supercioccolatosa e golosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certamente il cioccolato qui la fa da padrone ma bilancia molto bene il gusto della sout!

      Elimina
  7. Un dolce golosissimo che unisce due dei miei tanti amori: cioccolato e birra stout! :D
    Vado matta di questa torta, ne ho fatte tante versione e non mi resta che provarla Delia's style!! :)

    Ps: non c'è niente di peggio di una glassatura/farcitura scarsa quindi che ce ne sia sempre! Anch'io la faccio doppia: amo il rischio di avanzarne e di dover finirla a cucchiaiate! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara fede mi consolo !!! anch'io mi ritrovo sempre con troppa poca farcitura : sempre!! o sono io che ho in mente dosi esagerate oppure non so...sta di fatto che, come te,per non sbagliare aumento sempre le dosi ;-)

      Elimina
  8. Pazzesco...Senti una domanda. Ma se usassi una birra tipo Bavaria, pensi che il risultato sarebbe lo stesso o è fondamentale la Stout per la sua particolare struttura? Sono qui che rimugino da giorni di fare un dolce alla birra...
    E comunque è uno spettacolo! Bacione grandissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che la sout sia fondamentale . ha un gusto di orzo tostato e di luppolo molto forte , perfetto per questa abbinata! inoltre è una birra più "densa" e corposa delle birre chiare ...non mi piace da bere ma nei dolci la trovo stupenda. e dato che i dolci ci accomunano sono "quasi" sicura ch ti farà impazzire !!

      Elimina
  9. Mai fatto un dolce con la birra, anche se mi hanno sempre incuriosita... Ecco un'altra lacuna da riempire :-) Grazie Roby!

    RispondiElimina
  10. Ho fatto un paio di volte la Guinness Chocolate Cake ed è sempre una meraviglia... Una cosa inimmaginabile!

    RispondiElimina